porno xxx democrazia demonio spa FMI 666 usurocrazia

GLI USA NON VOGLIONO REALIZZARE LA GUERRA CONTRO LA LEGA ARABA E NEANCHE LA INVASIONE DI TERRA, CONTRO ISIS (lo hanno impedito alla Francia), PERCHé HANNO DECISO DI ROVINARCI, DI DISTRUGGERE DEFINITIVAMENTE TUTTI I POPOLI LIBERI ] Iran Threatens to Ignore Nuclear Deal; CLICK for Latest Israel News!
United with Israel  How Can Anyone Be Shocked? Pollard to be Released this Week after 30 Years!
Father and Son Murdered by Arab Terrorists Near Hebron  litmans
WATCH: An Insider’s View of Islamic Extremists  Megyn Kelly Speaks with CIA Morgem Storm Examining the Mind of an Islamic Extremist
Opinion: How Can Anyone Be Shocked by the Terror?  A woman is evacuated from the Bataclan theater after an Islamic terror attack in Paris. (AP/Jerome Delay)
ISIS terror in Paris  At Least 129 Killed, 350 Wounded in Multiple ISIS Terror Attacks in Paris
French Ambassador to Israel Addresses Tel Aviv Crowd Regarding Paris Terror Attacks  WATCH: French Ambassador Thanks Israelis for Support at Tel Aviv Rally
PM Netanyahu  PM Netanyahu Challenges PA Head Abbas to Condemn Terror Attacks Against Israelis
Jonathan Pollard  Jonathan Pollard to be Set Free After 30 Years
Natanz Iran  Iran Threatens to Ignore Nuclear Agreement with US-Led Global Powers
Foreign and Palestinian activists hold Palestinian flags as they march through an Israeli supermarket  WATCH: Don’t be Fooled by the Anti-Israel Boycott Movement
India Tibet Protest  There are 7.5 million Chinese Settlers in Tibet. Will the EU boycott Chinese products?
Prime Minister Netanyahu Updates Cabinet on Temple Mount Status and Recent News Developments  Netanyahu Under Arrest Warrant in Spain; Israel Calls it a ‘Provocation’
 www.unitedwithisrael.org info@unitedwithisrael.org USA: 1-888-ZION-613 Israel: +972-2-533-7841
KingxKingdom
ISLAM è IN DISCONTINUITà, sia, CONTRO ABRAMO che, CONTRO TUTTI I PROFETI DI ISRAELE è UNA APOSTASIA DEMONIACA: LA FECCIa della Dissimulazione e IPOCRISIA, MENZOGNE E TRADIMENTI! SE NON DEMOLIREMO ISLAM SHARIA NAZISMO, SENZA RECIPROCITà E SENZA DIRITTI UMANI DEL DEMONIO E LA SUA LEGA ARABA, NON FINIRà MAI IL TERRORISMO! BRUCIAMOLI VIVI! nessun musulmano nel mondo condanna la sharia, perché sa che l'ISLAM dovrà fare il nostro genocidio: al momento opportuno! ] IDF Special Forces Capture Terrorist Who Murdered Father and Son on Friday. It has been cleared for publication that a joint security operation between the Shin Bet security forces and IDF Duvdevan counter-terrorism forces succeeded in capturing one of the terrorists behind in the murder of Rabbi Ya'akov Litman and his son Netanel on Friday. Security forces also seized what they believe to be the murder weapon, as well as the vehicle that was used in the shooting attack close to the town of Otniel. Under interrogation the terrorist implicated himself in the attack. The remaining details of the case are still the subject of a gagging order. Last night, father and son were buried amid scenes of immense grief at Jerusalem's Har Hamenuchot cemetery. Some details are already known about the attack, including how the terrorists - who first raked the family car with gunfire as they overtook it - then attempted to "confirm" their kill by firing repeatedly at the car after it ground to a halt. 18-year-old Netanel managed to alert emergency services to the attack before being fatally wounded, while his 16-year-old brother, who was shot in the leg, also called emergency services and even directed them to the scene. This morning, it was further revealed that one of the terrorists actually opened the back passenger door of the car after peppering it with bullets, and came face-to-face with the family's 12-year-old daughter Moriah, who shouted "No!" The terrorist did not open fire, and security forces are investigating if this was the result of his weapon jamming. Moriah's cousin, Rabbi Mordechai Antebi, recounted her terrifying ordeal to Reshet Bet radio. He added that Moriah immediately recognized the terrorist's picture when she was shown a lineup of five suspects by Shin Bet security personnel. Source: Arutz Sheva
KingxKingdom
‘Zionists Out of CUNY!’ Chanted at Student Protestors, Administration Looks Other Way Video [ SE NON DEMOLIREMO ISLAM SHARIA NAZISMO, SENZA RECIPROCITà E SENZA DIRITTI UMANI DEL DEMONIO E LA SUA LEGA ARABA, NON FINIRà MAI IL TERRORISMO! BRUCIAMOLI VIVI! ] Vicious implicitly antisemitic slogans were chanted at a protest at Hunter College in Manhattan on Thursday afternoon after organizers on Facebook called for participants to oppose the school’s “Zionist administration.” But despite footage of the rally circulating online, a spokesperson for Hunter initially denied the hateful nature of the demonstration. “Zionists out of CUNY! Zionists out of CUNY,” shouted protesters, who had ostensibly gathered to fight for free tuition and other benefits. “Intifada! Intifada! Long live the Intifada,” they chanted, as a group of Jewish students waved Israeli flags nearby. A Hunter College representative, who had not been made aware of the demonstration — or the blatantly antisemitic social media announcements — responded Thursday evening: “The rally just took place. There were less than 50 students and it was totally focused on tuition. There was no claim of antisemitism.”
The protest, part of the nation-wide Million Student March set for November 12, was advertised on Facebook by “NYC Students for Justice in Palestine” and other affiliate groups, using antisemitic slurs to attribute the financial plight of students in the City University of New York system to its “Zionist administration [that] invests in Israeli companies, companies that support the Israeli occupation, hosts birthright programs and study abroad programs in occupied Palestine, and reproduces settler-colonial ideology … through Zionist content of education… [aiming] to produce the next generation of professional Zionists.” StandWithUs Northeast Region Director Shahar Azani told The Algemeiner on Friday morning that the Hunter event “is another example of the hijacking of various social causes by the anti-Israel movement. It contaminates the atmosphere on campus; poisons relationships between different groups; and keeps people further apart, thus distancing any hope for change. No student should feel marginalized or threatened while attending school. It is up to us to instill those values to the younger generation and to stand up to those who refuse to adhere to them. If we are unable to do so at our schools, one wonders what the point is of school at all.” Source: The Algemeiner
KingxKingdom
ISIS Threatens to Strike Washington in New Video [ SE NON DEMOLIREMO ISLAM SHARIA NAZISMO, SENZA RECIPROCITà E SENZA DIRITTI UMANI DEL DEMONIO E LA SUA LEGA ARABA, NON FINIRà MAI IL TERRORISMO! BRUCIAMOLI VIVI! ] Islamic State warned in a new video on Monday that countries taking part in air strikes against Syria would suffer the same fate as France, and threatened to attack in Washington. The video, which appeared on a site used by Islamic State to post its messages, begins with news footage of the aftermath of Friday's Paris shootings in which at least 129 people were killed. The message to countries involved in what it called the "crusader campaign" was delivered by a man dressed in fatigues and a turban, and identified in subtitles as Al Ghareeb the Algerian. "We say to the states that take part in the crusader campaign that, by God, you will have a day, God willing, like France's and by God, as we struck France in the center of its abode in Paris, then we swear that we will strike America at its center in Washington," the man said. It was not immediately possible to verify the authenticity of the video, which purports to be the work of Islamic State fighters in the Iraqi province of Salahuddine, north of Baghdad. The French government has called the Paris attacks an act of war and said it would not end its air strikes against Islamic State in Syria and Iraq. French fighter jets launched their biggest raids in Syria to date on Sunday targeting the Islamic State's stronghold in the city of Raqqa. The operation was carried out in coordination with US forces. Police raided homes of suspected Islamist militants across France overnight following the Paris attacks. "Al Ghareeb the Algerian" also warned Europe in the video that more attacks were coming. "I say to the European countries that we are coming, coming with booby traps and explosives, coming with explosive belts and (gun) silencers and you will be unable to stop us because today we are much stronger than before," he said. Apparently referring to international talks to end the Syrian war, another man identified in the video as Al Karrar the Iraqi tells French President Francois Hollande "we have decided to negotiate with you in the trenches and not in the hotels."
KingxKingdom
SE NON DEMOLIREMO ISLAM SHARIA NAZISMO, SENZA RECIPROCITà E SENZA DIRITTI UMANI DEL DEMONIO E LA SUA LEGA ARABA, NON FINIRà MAI IL TERRORISMO! BRUCIAMOLI VIVI! ] IDF soldiers come under fire during house demolition of terrorist. IDF troops shot and killed three Palestinian gunmen in the West Bank on Monday morning, after they came under fire while carrying out the demolition of a terrorist’s home in Kalandiya, the IDF spokesperson said. According to the IDF, after the gunfight, clashes broke out in the village, with rioters throwing rocks, firebombs, and using explosive devices against the soldiers, who escaped without injury. The soldiers from the combat engineering corps and special forces units were carrying out the demolition of the home of Muhammed Abu Shaheen, who the Shin Bet says was the trigger man in the murder of Israeli Danny Gonen in June. Gonen was killed near the settlement of Dolev after he was flagged down by a Palestinian man on the side of the road – believed to be Abu Shaheen - who fired at Gonen at point blank range with a 9mm handgun. Abu Shaheen was indicted in August along with six other Palestinians, who security forces say formed a cell that carried out a series of attacks, including the murders of Malachi Rosenfeld and Danny Gonen.
Abu Shaheen is also suspected of other failed attempts to murder Jews and to have fired on soldiers in Kalandiya on a number of occasions. The demolition on Monday follows the demolition by the IDF Engineering Corps on Saturday of the homes of four terrorists responsible for killing Israelis during the recent wave of terror attacks. They include the Kfar Silwad house of Maad Hamed, one of the men responsible for the shooting death of Malachi Rosenfeld, 27, of Kochav HaShahar, who was killed near Shvut Rachel in June. The three other houses belonged to members of the cell that murdered Naama and Eitam Henkin in a shooting attack in October on the road between Elon Moreh and Itamar in the West Bank. The demolitions were approved by the High Court of Justice on Thursday. The court also rejected the demolition of an additional terrorists’ house. On Sunday night, the Shin Bet announced that they had arrested the chief suspect in the murder of a Rabbi Ya’akov Litman, 40, and his son Netanel, 18, who were shot dead outside of Otniel in the West Bank on Friday, while en route to a pre-wedding celebration for one of the Litman daughters. In a statement on the arrest, the Shin Bet said that the alleged trigger man, Shadi Ahmed Matawa, a 28-year-old father of two from Hebron, was turned in by his father and brother. The Shin Bet said that the two men decided to turn him in because they feared that their house would be demolished and that cooperating with authorities could prevent the possible demolition.
KingxKingdom
MY HOLY JHWH PER ME è COME UNA MAMMA TIGRE CHE DICE: "IL MIO CUCCIOLO UNIUS REI RIUSCIRà A SBRANARE LA SUA PREDA NWO 666?" e questo deve da tutti essere compreso io sono l'aspetto politico della 12 Tribù di ISRAELE, l'unico regno politico di Dio che potrebbe comparire su questo pianeta! è fisiologico per me convertire con l'amore, e per gli ostinati distruggere con la violenza i ribelli!
ACTUNG ] [ 11/09; 13/11; il NWO 666 FMI: gufo JaBullOn: potrebbe scegliere come data simbolica: il 31/12, per compiere un prossimo clamoroso attentato islamico!
==========
oBAMA 666 SPA NWO XXX PORNO fed BCE SPA FMI: rothschildd bildenberg il gufo NWO, gela Hollande e dice: "no ad attacchi di terra contro ISIS!" ma, lui chi si crede di essere quel Sodoma Gender lobby culto satana?
=========
DISTRUGGERE LA LEGA ARABA ED ISOLARE GLI USA DI SATANA è UN NOSTRO IMPERATIVO CATEGORICO! ] [ J'accuse di Putin: ISIS riceve finanziamenti da 40 Paesi, compresi membri del G20. Durante il vertice del G20 di Antalya, la Russia ha dato esempi di come persone fisiche di 40 Paesi, compresi membri del G20, riescano a finanziare ISIS. Lo ha dichiarato il presidente Vladimir Putin intervenendo nella fase finale del vertice internazionale. "Ho presentato esempi, relativi ai nostri dati, sul finanziamento da parte di persone fisiche a beneficio di ISIS. Come da noi stabilito, i fondi provengono da 40 Paesi, in particolare da alcuni membri del G20, — ha sottolineato il presidente russo. Secondo Putin, il tema della lotta contro il terrorismo è stato uno dei fondamentali al vertice del "G20". Allo stesso tempo è stato affrontato il tema dell'implementazione della risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, che è stata approvata su iniziativa della Russia, con lo scopo di impedire il finanziamento del terrorismo, nonché l'eliminazione del contrabbando di oggetti artistici, che i terroristi hanno preso dai musei dei territori occupati: http://it.sputniknews.com/mondo/20151116/1554044/Terrorismo-Russia-ONU-Sicurezza-Arte-Contrabbando.html#ixzz3rjWhA6Bx
DISTRUGGERE LA LEGA ARABA ED ISOLARE GLI USA DI SATANA è UN NOSTRO IMPERATIVO CATEGORICO! ] [ in Italia ogni paese, ed ogni quartiere di Città ha la sua Mafia, a Bari si uccide, ormai, una persona ogni settimana! Renzi, “l’Italia ha vinto la mafia e può risolvere tutte le sfide” 19:07 16.11.2015URL abbreviato: 22654012 ] MATTEO RENZI è UNA TRUFFA TOTALE! è UN VIGLIACCO SENZA LE PALLE! il sistema massonico di: DEMO PLUTO GIUDAICO MASSONE: violazione, alto, tradimento furto sovranità monetaria, ha bisogno di relativismo, pensiero unico massonico dominante, mafia, corruzione, lobby massoniche, ecc.. certo ci volle il fascismo per stanare gli usurai! e fu soltanto colpa di Hitler se il fascismo prese una piega antisionista! Il premier Matteo Renzi ha lasciato la sede del summit del G20 per rientrare in Italia dopo avere cancellato l'incontro bilaterale col presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, per problemi di agenda. Nella conferenza stampa ai margini del G20, il premier italiano ha sottolineato che "la sfida del terrorismo è molto grande, drammatica. I terroristi stanno colpendo i luoghi simbolo della nostra identità. Come si risponde? Non certo con un atto d'istinto, occorre essere molto determinati, duri, noi saremo totalmente pronti a esprimere questa determinazione e questa tenacia ma occorre anche avere l'intelligenza, la saggezza e l'equilibrio di parlare alla nostra gente e di dire che questa non è una questione che si risolve con uno schiocco delle dita. Chi ha in mente soluzioni semplicistiche non si rende conto di creare solo illusioni. Dunque occorre una strategia. Occorre dire che il terrorismo è in varie parti del mondo, occorre avere un approccio complessivo". Renzi ha rimarcato positivamente "il principio italiano di riportare la Russia al tavolo della discussione, il che sta finalmente portando qualche risultato. Questo — ha però avvertito — non vuol dire delegare alla Russia la risoluzione dei problemi ma riuscire tutti insieme ad avere una strategia seria. occorreranno mesi o forse anni per risolvere questo problema. E non crediamo nemmeno alle banalizzazioni di chi dice che arrivano troppi migranti. Nessuna sottovalutazione, massimi controlli: l'Italia è impegnata, abbiamo fatto quasi 60mila controlli". Nel finale il premier ha aggiunto che "l'Italia è un grande Paese, in condizione di risolvere tutte le sfide, anche quelle più drammatiche. L'Italia, secondo Renzi, ha vinto il terrorismo interno, la mafia, e perciò è in condizione di affrontare una sfida difficilissima. Ma la sfida più grande è vincere la paura": http://it.sputniknews.com/italia/20151116/1555192/Renzi-Italia-vinto-Mafia-G20.html#ixzz3rjXPJUKn
DISTRUGGERE LA LEGA ARABA ED ISOLARE GLI USA DI SATANA è UN NOSTRO IMPERATIVO CATEGORICO! ] [ PERCHé HAMAS E OLP SONO TERRORISTI SHARIA LEGALI? Mo: Israele, Movimento islamico dichiarato 'illegale' E' la Frazione Nord dello sceicco Raed Salah. TEL AVIV - Il governo israeliano ha dichiarato ''illegale'' il Movimento islamico (Frazione Nord) dello sceicco Raed Salah. Le sue attivita' sono da ora vietate perche', secondo il ministro della Sicurezza interna Ghilad Erdan, ha ''fomentato violenze e atti di terrorismo''.  ] E PERCHé IN 66 ANNI ISRAELE (666 ROTHSCHILD SPA NWO ) NON è RIUSCITA A VINCERE IL TERRORISMO ISLAMICO ANCORA? [ Forza Israele https://www.facebook.com/forzaisraele/ affidare a Israele la direzione mondiale della lotta al terrorismo e tempo sei mesi la piaga scompare
Angelo Dureghello [ Trieste ] Si, finché, qui e' pieno di comunisti ipocriti che dicono che il pericolo non c'e', nessun provvedimento sara preso. Poi ci mitraglieranno come pecorelle indifese.
Bruno Bozner [ tra deci anni cominceranno a farlo anche in europa, ma temo sarà tardi
=======================
è indispensabile dichiarare guerra alla Turchia ed a tutta la LEGA ARABA!  (ANSA) - ROMA, 16 NOV - Era il febbraio dello scorso anno: l'Isis celebra gli attacchi a Parigi contro Cherlie Hebdo e il supermarket Kosher nel suo nuovo numero della rivista Dabiq, il magazine patinato in lingua inglese, fiore all'occhiello della propaganda di Abu Bakr al Baghdadi. "L'intelligence mi conosce bene, mi hanno anche arrestato diverse volte. Hanno cercato in tutti i modi di arrestarmi ma non ci sono riusciti: ed eccomi qua in Siria", dice tra l'latro Abaaoud.
==================
DISTRUGGERE LA LEGA ARABA ED ISOLARE GLI USA DI SATANA è UN NOSTRO IMPERATIVO CATEGORICO! ] [ e questo è vero Kerry 322 Bush 666 Rthschild sono sacerdoti di satana molto civilizzati! ] IO CREDO CHE NOI DOVREMMO UCCIDERE LA LEGA ARABA, SENZA ODIARE LA SUA GENTE! QUELLO CHE MI FA PAURA è IL SENTIMENTO DI ODIO CHE SI VUOL FAR NASCERE TRAI I POPOLI A TUTTI I COSTI!  (ANSA) - PARIGI, 17 NOV - Il conflitto contro i militanti dello Stato islamico non è uno scontro di civiltà, "infatti, sono mostri psicopatici. Non hanno nulla di civile": lo ha detto ieri sera il segretario di Stato americano John Kerry all'ambasciata americana di Parigi.
KingxKingdom
nessuno è più volto del diavolo massone satanista GENDER di lui OBAMA il demonio! io gli ordino di auto distruggersi! Obama: "Non basta colpire Isis in Sira e Iraq" - Il presidente Usa Barack Obama: "L'Isis è il volto del diavolo, dobbiamo distruggerlo". [ è indispensabile dichiarare guerra a tutti questi paesi canaglia, protetti da OBAMA 666 GENDER IDEOLOGIA SODOMA! Putin: "Isis finanziato da membri G20" - Vladimir Putin ha dichiarato che i jihadisti dell'Isis sono finanziati da persone fisiche provenienti da 40 Paesi, tra cui anche membri del G20. Il presidente russo ha precisato di aver condiviso con i colleghi del summit ad Antalya i dati a disposizione della Russia sul finanziamento ai terroristi.
KingxKingdom
La Santa Sede baluardo contro lo scontro di civiltà ] mentre [ LA LEGA ARABA SHARIA è SATANA ] di Francesco Peloso Nell’ultimo quarto di secolo, da quando cioè la caduta del Muro di Berlino ha ridisegnato la carta geografica del mondo, la Santa Sede è stata di fatto l’unica istituzione globale che si è opposta con decisione e lucidità al cosiddetto scontro di civiltà;
KingxKingdom
un miracolo COME TANTI ] [ Un santo che girava in incognito in ospedale ravviva la fede di tre infermiere. "Quell'infermiere ha lavorato tutta la notte con un entusiasmo che contagiava... Mi sembrava un uomo molto particolare, soprattutto per la tranquillità che ispirava”Sei anni fa, il tre novembre, l’infermiera Margarita de los Ángeles Parra era di guardia nel reparto maternità dell’ospedale di ginecologia e ostetricia di Tlatelolco (Messico). Com’era abituale, Margarita doveva vegliare quella notte sul benessere delle future mamme e di quelle che avevano appena partorito. Visto che i minuti passavano e la sua collega di guardia non arrivava, ha iniziato a inquietarsi. In quel pomeriggio erano nati tredici bambini, e ogni madre aveva bisogno di cure diverse, e inoltre il ginecologo assegnato a quel settore doveva assistere ai parti. Margarita credette di essere praticamente sola, ma avrebbe ricevuto un aiuto straordinario, come ha dichiarato al settimanale Desde la Fe, anche se solo qualche ora dopo avrebbe capito chi fosse stato il suo peculiare collega di lavoro…
“All’improvviso”, ha raccontato, “è apparso un uomo magro e moro con il camice da infermiere. ‘In cosa posso aiutarti?’, mi ha chiesto. Sono rimasta sorpresa per la fiducia con la quale si era rivolto a me, visto che non ci conoscevamo. Non avevo finito di dargli istruzioni che già stava assistendo le donne e i neonati. Sempre sorridente, accarezzava i capelli delle pazienti. Anche se non lo avevo mai visto, mi è sembrato normale che fosse in servizio, perché in genere se una persona manca al lavoro chiede a un infermiere o a un medico di sostituirla”.
Margarita ricorda il sorriso particolare del suo collega e i suoi denti bianchi e brillanti che risaltavano sul volto dalla pelle più scura. La sorprendeva che dedicasse tanto tempo ad ascoltare tutto quello che gli dicevano le neomamme e a verificare l’evoluzione dei bebè. “Quell’infermiere ha lavorato tutta la notte con un entusiasmo che contagiava. Prendeva le mani delle pazienti tra le sue, e le donne che non avevano ancora partorito si tranquillizzavano molto quando si avvicinava. Mi sembrava un uomo molto particolare, soprattutto per la tranquillità che ispirava”, ha aggiunto.
Per il resto della notte altre due infermiere si sono unite al servizio. Le donne si sono preoccupate quando l’infermiere sconosciuto è sembrato all’improvviso un po’ pallido e sudato. A Margarita è anche sembrato che tremasse come se avesse la febbre, ma anche in quelle condizioni continuava ad assistere le donne e i bambini con grande affetto. “Insieme alle mie colleghe l’ho convinto a uscire dal padiglione e a riposarsi un po’. Lui ci ha sorriso, è uscito e non lo abbiamo più rivisto”.
Quando stava albeggiando, Margarita ha risposto alla chiamata di una signora che non si sentiva bene e sentiva di aver avuto un rialzo di temperatura. L’ha assistita e l’ha invitata a tranquillizzarsi, dicendole che tutto sarebbe andato bene. Per sua sorpresa, la donna le ha risposto: “Sì, sono tranquilla, perché San Martín de Porres è venuto a farmi visita e mi ha detto che starò bene”.
Abituata, dice l’infermiera, a che i pazienti negli ospedali riferiscano di vedere qualche familiare defunto, la Madonna o i santi, Margarita si è limitata a sorridere con benevolenza. “Ma la signora ha notato la mia incredulità e mi ha detto: ‘Le giuro che era qui, era vestito da infermiere!’”.
Anche se il raziocinio di Margarita resisteva a credere a ciò che le aveva detto la paziente, ha commentato l’accaduto con le sue due colleghe, che non hanno esitato a crederci: “Non si riferiva all’infermiere che è stato per un po’ con noi?”, ha chiesto una di loro, aggiungendo: “In effetti assomigliava molto a San Martín de Porres”.
“In quel momento mi è venuta la pelle d’oca. Ancora poco convinta, ho detto loro: ‘E che miracolo è venuto a fare qui?’ ‘Non lo so’, ha risposto la mia collega, mentre camminavamo tutte e tre verso una delle finestre. In quel momento un raggio di sole ci ha illuminate, lasciando intravedere una bellissima alba. Nella stanza, le pazienti erano molto contente, alcune già con i loro piccoli e altre che aspettavano i dolori del parto”.
“Quella notte San Martín de Porres forse è stato con noi o forse no, ma ciò che è certo è che avevamo lavorato insieme, gomito a gomito, ricordandoci che siamo diventate infermiere per assistere e servire i nostri simili nel dolore, alleviare la loro angoscia, aiutarli nel loro dolore… e questo è già un grande dono che Dio ci ha fatto quella notte!”
La storia di Martín inizia con la visita che fece alla città di Lima (Perù) un cavaliere spagnolo dell’Ordine di Alcántara, don Juan de Porres, che allora lavorava come diplomatico agli ordini del re Filippo II di Spagna. La sua permanenza in città, pur se breve, gli permise di conoscere e stringere i rapporti con una giovane immigrata afropanamense di nome Ana Velázquez. Da quel legame sarebbero nati due figli che il padre non riconobbe: Juana e suo fratello Martín, il 9 dicembre 1579.
http://it.aleteia.org/2015/11/16/un-santo-che-girava-in-incognito-in-ospedale-ravviva-la-fede-di-tre-infermiere/
KingxKingdom
EPPURE C'è CHI è COSì SATANISTA FARISEI ROTHSCHILD OBAMA MAOMETTANO CHE CONTINUA A SFIDARE LA MISERICORDIA DIVINA! Pray for Burundi. Il Paese è a rischio caos e si profila un'emergenza umanitaria. La Chiesa burundese invita a pregare per la pace. Michael Hampton. Chiara Santomiero/Aleteia, 16 novembre 2015, Burundi's policemen and army forces face protestors during a demonstration against incumbent president Pierre Nkurunziza's bid for a 3rd term on 13 May 2015 in Bujumbura. In the neighborhood of Musaga, hundreds of people waved sticks and threw stones as police responded with tear gas, a water cannon and live rounds. Protestors looted the local police post in Musaga, burning furniture, mattresses and clothing in a barricade fire, an AFP photographer said. Burundi's presidency said an attempted coup by a top general had "failed" on May 13, 2015 and pro-president Burundi troops at state broadcaster fire warning shots over the heads of hundreds of protesters, an AFP reporter said. Burundian general Godefroid Niyombare on May 13 announced the overthrow of President Pierre Nkurunziza, following weeks of violent protests against the president's bid to stand for a third term. AFP PHOTO / JENNIFER HUXTA. “Di notte la polizia arriva nelle case a prendere le persone e il giorno dopo veniamo a sapere che sono morte. Troviamo cadaveri nelle strade. Ormai l’insicurezza è totale“. Lo racconta ad Aleteia una fonte della Chiesa della capitale del Burundi, Bujumbura, che chiede di rimanere anonima per motivi di sicurezza. E’ capitato anche a dei religiosi salesiani di essere prelevati, ma fortunatamente all’indomani sono stati rilasciati. “La paura attanaglia tutti – prosegue la fonte -: migliaia di persone si sono spostate in altre parti del paese, altre centinaia di migliaia hanno passato il confine verso il Ruanda, l’Uganda, la Repubblica democratica del Congo, la Tanzania e anche l’Europa”.
I fatti di Parigi hanno fatto scomparire dai media l’attenzione per il dramma del Burundi. Dallo scorso aprile nel Paese africano si sono intensificati gli scontri causati dalla candidatura prima e dalla rielezione poi del presidente Pierre Nkurunziza per un terzo mandato, in violazione della Costituzione e degli accordi di pace di Arusha che nel 2000 avevano sancito la fine della guerra civile e dato origine a un complicato sistema di condivisione del potere. Circa 200 persone sono state uccise dalle forze di sicurezza governative durante la repressione delle proteste e si calcola che più di 200 mila burundesi abbiano lasciato il Paese. Anche stamattina, come riferisce l’Agenzia Fides, si è combattuto in diversi quartieri della capitale Bujumbura.
Il 12 novembre il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha approvato una risoluzione che dà 15 giorni di tempo al segretario generale Ban Ki-moon e al suo inviato in Burundi, Jamal Benomar, per esprimere un parere sulla possibilità dell’invio nel Paese africano di una forza militare e di polizia sotto l’egida dell’Onu. Per una decisione in tal senso, occorrerebbe, alla scadenza del termine, una nuova risoluzione o un’autorizzazione – difficile da immaginare – da parte del governo del contestato presidente Nkurunziza.
Un appello al dialogo e un invito alle parti ad incontrarsi per per far cessare le violenze e trovare una soluzione politica alla crisi era stato rivolto congiuntamente, sempre il 12 novembre, dal segretario generale aggiunto dell’Onu, Jan Eliasson, dal presidente della Commissione dell’Unione africana, Nkosazana Dlamini Zuma, e dall’alto rappresentante per la Politica estera e di sicurezza comune dell’Unione europea, Federica Mogherini.
“La Commissione per il dialogo interburundese esistente – spiega ad Aleteia la fonte da Bujumbura – non include tutti i gruppi politici e non è, quindi, efficace”. E’ invece necessario “il dialogo tra tutte le parti, anche coloro che hanno preso le armi, per il bene del Paese”.
La Chiesa burundese, che si è pronunciata contro la rielezione di Nkurunziza, aveva già chiesto, senza successo, di aprire il dialogo con l’opposizione in un comunicato pubblicato al termine dell’ Assemblea Plenaria dello scorso settembre. Nella stessa occasione aveva chiesto “il rispetto dello stato di diritto e la garanzia dei diritti delle persone” condannando “gli atti criminali che si registrano quotidianamente in particolare nella capitale Bujumbura, dove ogni notte si verificano omicidi, e dove diverse persone non dormono nel proprio domicilio per paure di essere rapite o uccise. In alcuni quartieri, denuncia il comunicato, gli abitanti sono consegnati in residenza sorvegliata e, non potendo uscire di casa per andare a lavorare o procurarsi da mangiare, rischiano di morire di fame“. “La povertà minaccia la popolazione– avevano scritto i vescovi- e questa accresce il dramma che stiamo vivendo, dal momento che alcuni membri della comunità internazionale sembrano aver sospeso i loro aiuti al Burundi” (Agenzia Fides 24 settembre 2015).
Papa Francesco, che a fine novembre visiterà il Kenya, l’Uganda e la Repubblica Centrafricana, il 17 maggio 2015 ha chiesto di pregare per “il caro popolo burundese” invitando tutti a “abbandonare la violenza e ad agire responsabilmente per il bene del Paese”. Dal 14 al 22 novembre la Chiesa cattolica burundese ha lanciato una novena di preghiera per la pace sia in Burundi che in alcuni altri Paesi dell’Africa centrale: la preghiera e la volontà di pace sono le “armi” che mette sul tavolo della riconciliazione nazionale. “La preghiera – conclude la fonte di Aleteia – ci dà la forza di sperare contro ogni speranza“.
http://it.aleteia.org/2015/11/16/pray-for-burundi/?utm_campaign=NL_it&utm_source=topnews_newsletter&utm_medium=mail&utm_content=NL_it-Nov%2016,%202015%2007:23%20pm
KingxKingdom
COMUNISTI GENDER IDEOLOGIA DI MERDA: LA ROVINA DELLA NOSTRA CIVILTà! ] [  L’Italia dei paradossi: sì alla mostra con Cristo nell’urina a Lucca, no all’arte sacra a Firenze. Anche l'arte diventa fonte di discriminazione. Dall'esaltazione della blasfemia al "divieto d'accesso" per gli scolaretti. Paradossi in Toscana
http://it.aleteia.org/2015/11/14/piss-christ-mostra-blasfema-lucca-arte-sacra-firenze/
KingxKingdom
la legge è uguale per tutti: ora gli USA devono pagare per tutti i loro
 delitti! ]]
http://www.byoblu.com/post/2015/11/12/i-documenti-uk-che-fanno-gelare-il-sangue-da-enrico-mattei-ad-aldo-moro.aspx
I documenti UK che fanno gelare il sangue: da Enrico Mattei ad Aldo MoroPaolo Becchi: Parigi  è un False FlagLe guerre USA? Pianificate. Tutte. 14 anni fa.http://www.byoblu.com/post/2015/11/05/le-guerre-usa-pianificate-tutte-14-anni-fa.aspx
Ecco da dove arrivano tutte le cose che sappiamo dell'ISIS. Chi è Rita KatzGenerale francese: L'ISIS CREATO DAGLI USAhttp://www.byoblu.com/post/2015/11/15/generale-francese-lisis-creato-dagli-usa.aspx
KingxKingdom
I documenti desecretati USA che raccontano la nascita dell’ISIS [[ la legge è uguale per tutti: ora gli USA devono pagare per tutti i loro delitti! ]] Pubblicato 16 novembre 2015 - 19.30 - Da Claudio Messora, NUOVI DOCUMENTI USA - ECCO COME E' NATO L'ISIS.. UN PO’ DI STORIA, E’ il 2004 quando Abu Musab al-Zarqawi fonda al Qaeda in Iraq, nota con l’acronimo di AQI. Nel 2006 viene fatto fuori da un raid USA. Al suo posto arriva Abu Ayyub al-Masri, che annuncia subito la creazione dello Stato Islamico dell’Iraq (ISI). Dopo la sua uccisione, avvenuta nel 2010 in un’operazione congiunta USA-Iraq, capo dell’ISI diviene Abu Bakr al-Baghdadi, che l’anno successivo, nel 2013, dichiara di avere assorbito un gruppo di militanti, supportati da Al Qaeda, che operano in Syria, conosciuto con il nome di Jabhat al-Nusra, o anche Fronte al-Nusra. Il leader dell’ISI dichiara così la nascita dell’ISIL, lo Stato Islamico dell’Iraq e del Levante (con il termine di “Levante” ci si riferisce storicamente a tutta l’area che si affaccia sul Mediterraneo dell’est), o anche come Stato Islamico dell’Iraq e della Siria (ISIS). Il Fronte al-Nusra, guidato da Abu Mohammad al-Julani, però nega. Dopo 8 mesi di TFfaide interne, il 3 febbraio 2014 al-Qaeda recide i legami con al-Baghdadi, ma un ramo del Fronte al-Nusra, che opera nella città siriana di Al-Bukamal, si unisce all’ISIL.
abu bakr al-baghdadiE’ interessante notare come al-Baghdadi sia stato prigioniero degli Stati Uniti in Iraq, nel Camp Bucca, dal 2005 al 2009. Qui lo vediamo in una foto diffusa dal Ministero degli Interni iracheno. “Non era tra i peggiori“, ha dichiarato il colonnello Ken King che lo ebbe in custodia. Conosceva le regole e non si metteva mai in pericolo. Gli Usa l’avrebbero consegnato infine alle autorità irachene, con una solida documentazione a corredo, ma in seguito sarebbe stato inspiegabilmente rilasciato. E avrebbe avviato il regime del terrore che tutti noi oggi conosciamo. Quantomeno curioso. Soprattutto in considerazione delle numerose, leggendarie foto che ritraggono il senatore McCain, nei suoi viaggi in Siria tesi a costituire una forza che si opponesse ad Assad, con un giovane che, se non è al-Bagdhadi, ci somiglia in maniera impressionante. McCain Al-Baghdadi raffronto paragone comparison
Insieme al presunto al-Baghdadi, ci sarebbe stato anche il temibile Khalid al-Hamad, soprannominato “il mangiatore di cuori” per via di questo video dove divora il cuore di un soldato pro-Assad.
Khalid al-Hamad McCain. Come che sia, il 29 giugno del 2014 l’ISIL proclama la nascita di un califfato mondiale. Al-Baghdadi si autonomina califfo e il gruppo cambia il suo nome in IS, semplicemente “Stato Islamico”, concetto che viene rifiutato da governi e leader musulmani in ogni parte del mondo.
Il NUOVO DOCUMENTO DESECRETATO USA. Un po’ di storia era necessaria per comprendere che nel 2012 esisteva solo lo Stato Islamico dell’Iraq (ISI), ma l’ISIL non esisteva ancora. Acquisisce quindi particolare significato il contenuto del documento desecretato quest’anno, grazie alle pressioni di Judicial Watch, e redatto il 12 agosto 2012 dalla DIA, la Defense Intelligence Agency degli Stati Uniti d’America. La DIA è la componente del Dipartimento della Difesa (Department of Defense, DoD) che fornisce ai decisori politici e militari, nonché al presidente USA in persona, un servizio di intelligence sia sui governi e sugli stati delle zone calde, che sui protagonisti in genere capaci di influire sul complesso degli equilibri geopolitici, pur non essendo Stati veri e propri. Non è un mistero per nessuno che gli Stati Uniti (e non solo loro) desiderino la caduta del regime politico di Assad in Siria, per acquisire il controllo di un’area altamente strategica come quella che consente ai paesi produttori di petrolio di avere uno sbocco nel Medirettaraneo. Se volete comprendere un po’ meglio la posta in gioco, guardatevi questo video, parlato in spagnolo ma sottitotolato in italiano. SIRIA: LA SPIEGAZIONE DI TUTTO (il video che dovete vedere per capire) E cosa scrive, nell’agosto 2012, la Defense Intelligence Agency? Scrive che i salafiti, i fratelli musulmani e AQI (al-Qaeda Iraq) sono le principali forze che guidano l’insurrezione in Siria, e inoltre che anche l’occidente, i paesi del golfo e la Turchia vogliono far cadere Assad, mentre la Russia, la Cina e l’Iran sono dalla parte del regime. Ecco il passaggio a cui fare riferimento:
Department of Defense - Isis 1. Nel documento, a pagina 3, si spiega che al-Qaeda Iraq conosce bene la Siria perché si è addestrata lì, prima di trasferirsi in Iraq. Si dice poi che l’AQI sostiene le forze che si oppongono ad Assad e che richiama i sunniti alla guerra contro la Siria, in quanto stato infedele.
Poi, nell’analisi sulle possibili conseguenze in Iraq, sostiene che “se la situazione dovesse andare in fumo, c’è la possibilità di creare un principato salafita, dichiarato o meno, nell’est della Siria, e questo è esattamente ciò che i poteri che sostengono l’opposizione vogliono, per isolare il regime siriano“. Si ipotizza quindi che “L’ISI potrebbe anche dichiarare uno Stato Islamico attraverso la sua unificazione con altre organizzazioni terroristiche in Iraq e in Siria”.
Department of Defense - Isis 2Sappiamo dunque che le forze di opposizione ad Assad avevano bisogno della nascita dell’ISIS per abbattere il regime siriano. E lo stesso vice-presidente degli Stati Uniti d’America, Joe Biden, lo ha sostenuto (“non siamo riusciti a convincere i nostri alleati nel medio oriente a smettere di sostenere gli estremisti in Siria“, guarda il video), mentre l’ex generale Nato Wesley Ckark ha dichiarato che “I nostri amici e alleati hanno fondato l’ISIS per distruggere gli Hezbollah“. Ora, sappiamo con certezza, che gli USA consideravano l’ISIS, fin da prima della sua comparsa, come un modo di isolare il governo siriano, ma sappiamo anche che i suoi alleati lo hanno creato e sostenuto, mentre al Fronte al-Nusra veniva consigliato un po’ di trucco per presentarsi come forza moderata e beneficiare del supporto degli Stati Uniti in termini di armi, che poi finivano però anche nelle mani dell’ISIS. E del resto non si può sapere quanti di quei 60 miliardi di dollari di armi che gli USA hanno venduto all’Arabia Saudita (cioè gli alleati del medio oriente che secondo il vice-presidente degli Stati Uniti d’America hanno finanziato l’ISIS) siano in realtà finiti nelle mani del califfato.
Quello che sappiamo è che l’occidente, per assicurarsi il dominio di un’area strategica del pianeta come quella che dalla Siria conduce all’Iraq e all’Iran, ha fondato, finanziato e supportato in tutti i modi la nascita di un movimento destabilizzatore, fortemente votato alla propaganda, il quale avrebbe poi trovato unico canale di diffusione mediatico quel Site (Search for International Terrorist Entities, il sito di monitoraggio USA degli jihadisti sul web) dove Rita Katz ancora oggi diffonde le rivendicazioni dell’ISIS come se avesse un’esclusiva commerciale e, quasi sempre, senza linkare le fonti (per saperne di più sul site, leggi “Ecco da dove arrivano tutte le cose che sappiamo dell’ISIS. Chi è Rita Katz“).
Ecco perché i commenti di chi oggi invoca crociate contro gli infedeli, presentando uno scenario a senso unico dove qui siamo tutti buoni e di là sono tutti cattivi, riporta verità parziali, molto spesso demagogicamente tese a orientare l’opinione pubblica in favore di un intervento armato che serve molti scopi diversi, tra i quali il ridimensionamento di una forza sfuggita al controllo occidentale non è che uno di essi, mentre il conseguimento dell’obiettivo militare di abbattere Assad e di quello strategico di controllare l’area del medio oriente rappresentano sicuramente obiettivi primari, anche in considerazione del fatto che l’ISIS conta più o meno 50mila uomini. E non è credibile, in nessun modo, che i più potenti eserciti della Terra possano avere una qualunque, anche remota possibilità di non averne ragione – se davvero lo volessero – in meno di 24 ore.
KingxKingdom
io sono troppo sensibile all'amore! CHIUNQUE MI AMA? IO LO AMERò troppo anche! ed io non chiedo a nessuno: "cosa tu hai fatto nel tuo passato?" perché, la misericordia ha occhi soltanto per il tuo futuro: io vivo per realizzare la tua felicità!
KingxKingdom
qualcuno tradisce il NWO per servire Unius REI: chiunque dei miei rabbini sia stato: lui vuole entrare nel mio regno delle 12 tribù di israele e della felicità fratellanza universale! ] [ Error 520 Ray ID: 246569da42ed3d9b • 2015-11-16 18:56:24 UTc Web server is returning an unknown error ] Claudio MessoraCondiviso pubblicamente  -  19:35 ECCO I DOCUMENTI DESECRETATI USA CHE RACCONTANO LA NASCITA DELL'ISIS Gli Usa sono stati costretti a desecretare un rapporto del 2012, dove l'intelligence parla della nascita dell'ISIS come uno strumento utile a rovesciare Assad. http://www.byoblu.com/post/2015/11/16/i-documenti-desecretati-usa-che-raccontano-la-nascita-dellisis.aspx I documenti desecretati USA che raccontano la nascita dell'ISIS - Byoblu.combyoblu.com Gli Usa sono stati costretti a desecretare un rapporto del 2012, dove l'intelligence parla della nascita dell'ISIS come uno strumento per rovesciare Assad.
KingxKingdom
[ ++ INQUIETANTE SCOPERTA > GOOGLE TRADUTTORE TRADUCE "CI RIVEDREMO
PRESTO" IN "INSHALLAH" (VERSO QUALSIASI LINGUA) ++ ] il significato di
questo fenomeno demoniaco è troppo semplice, io ho lasciato sopravvivere
 gli alieni ed i sacerdoti di Satana soltanto perché, loro devono fare
il genocidio della LEGA ARABA!  allora "CI RIVEDREMO PRESTO" IN "INSHALLAH"
KingxKingdom
questa è per me una constatazione troppo vecchia: alieni controllano il
motore di intelligenza artificiale di google ] lorenzoJHWH si divertivano a tradurlo shalomgerusalemme: perché i demoni sono cinici! ] Lega Nord PadaniaCondiviso pubblicamente  [ ++ INQUIETANTE SCOPERTA > GOOGLE TRADUTTORE TRADUCE "CI RIVEDREMO PRESTO" IN "INSHALLAH" (VERSO QUALSIASI LINGUA) ++ a me adesso traduce bene ! We will meet again SOON We'll see you soon
KingxKingdom
my ISRAEL ] GLI USA 666 CIA JABULLON IL GUFO ROTHSCHILD, SONO CAPACI DI ACCENDERE SULLA TERRA IL FUOCO DELL'INFERNO, MA, POI, LORO NON HANNO NESSUNA CAPACITà DI PORRE UN RIMEDIO AI LORO DELITTI! SOLTANTO UNIUS REI PUò RIPORTARE L'AMORE DI DIO NEL MONDO!
KingxKingdom
my ISRAEL ] IO SU KERRY, giustamente, io HO DETTO TUTTO IL MALE DI QUESTO MONDO! e invece, questa volta lui ingenuamente pensa che, ASSAD può chiamare i sunniti che, la ARABIA SAUDITA ha armato con le autobombe che hanno fatto stupri e genocidi di bambini, hanno fatto i cannibali e dire loro: "OK ADESSO FACCIAMO UN GOVERNO DI UNITà NAZIONALE! " no! tutto questo ora non è più possibile! QUì C'è UN PROBLEMA ISLAMICO SHARIA NAZISTA CHE DEVE ESSERE AFFRONTATO CONTRO IRAN E contro: ARABIA SAUDITA, perché a questo punto, dove noi siamo giunti? non è più possibile poter tornare a quelle condizioni che potevano, sia pure, in modo molto difettoso: cioè, potevano poter funzionare come nel passato! E tutti loro soltanto ad una autorità divina come Unius REi si assogetterebbero volentieri! QUINDI, ANCHE VOI DOVETE RINUNCIARE AL VOSTRO NWO DI SATANA! OPPURE SE AVETE LE PALLE, POTETE SEMPRE SCATENARE LA GUERRA MONDIALE NUCLEARE!
KingxKingdom
pensare che ci sia una vera democrazia nel crimine REGIME di altro
tradimento massonico ed usurocratico: questa è una bestemmia ma, pensare
 che oggi questa bestemmia sia presente in Turchia islamica: in qualche
modo, questo rasenta le tragi commedie comiche! Turchia: partito curdo, annullare voto. leader dell'Hdp, Demirtas: 'Non è stato libero né equo'
C. S. P. B.Crux Sancti Patris BenedectiCroce del Santo Padre Benedetto
C. S. S. M. L.Crux Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce
N. D. S. M. D.Non draco sit mihi dux
Che il dragone non sia il mio duce V. R. S.Vadre Retro satana
Allontanati satana! N. S. M. V.Non Suade Mihi Vana
Non mi persuaderai di cose vane S. M. Q. L.Sunt Mala Quae Libas
Ciò che mi offri è cattivo I.V. B.Ipsa Venena Bibas
Bevi tu stesso i tuoi veleni + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto
Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!
==========================
17/11/2015 SRI LANKA
Sri Lanka, l’ira di Vijaya, profugo tamil: “Il governo ci ha traditi” (video)
di Melani Manel Perera
L’uomo vive nel campo profughi di Neethayan, vicino a Jaffna, con la madre, una moglie e due figli. Intervistato da AsiaNews racconta il disagio di dover dipendere dal governo, che non mantiene le promesse: “Vengono ogni tanto a darci del cibo, ma si disinteressano. Non abbiamo soldi neanche per comprare i chiodi per riparare il tetto”.    17/11/2015 MYANMAR
Il Parlamento birmano avviato a fine legislatura. Suu Kyi critica la lentezza del processo
di Francis Khoo Thwe
A Naypyidaw si è riunita per la prima volta dalle elezioni l’assemblea dei deputati. Il presidente della Camera ricorda che si tratta di un parlamento “uscente” e invita a lavorare per il popolo. La “Signora” contrariata dalla lentezza delle procedure che porteranno all’ingresso del nuovo Parlamento. Negli Stati Kachin e Shan si continua a combattere.
17/11/2015 INDIA
Militante indù: Cristiani servi dei maoisti, ecco perché non li hanno mai attaccati
di Nirmala Carvalho
Indresh Kumar, esponente del “braccio armato” del partito induista al governo, accusa la comunità cristiana dell’India di avere “accordi segreti” con i militanti naxaliti. Presidente del Global Council of Indian Christians: “Provocazioni false e pericolose, vogliono distruggere l’India secolare e multi-religiosa”.    17/11/2015 MONGOLIA – CINA
Mongolia, sindacalista si dà fuoco contro la vendita delle miniere alla Cina
“Il governo – ha detto prima del gesto l’uomo, non identificato – non sostiene più la nostra compagnia, le famiglie dei lavoratori sono oramai costrette a fare la fame. Ecco perché mi darò fuoco, per il popolo della Mongolia e per i nostri bambini”. Al momento il 90% delle esportazioni mongole finisce sul mercato cinese; inoltre, il 49% delle aziende operanti sul territorio nazionale è di proprietà cinese
17/11/2015 NEPAL
Nepal, manca gas per cucinare: code chilometriche per comprare legna da ardere
di Christopher Sharma
Iniziata la vendita ufficiale di legname dalle riserve statali. Si abbatteranno alberi fino ad esaurimento della domanda. 14 ore di fila per comprarne un chilo: “Siamo in coda per la sopravvivenza. Da giorni mangiamo solo riso battuto”. L’embargo non ufficiale dell’India continua da quasi due mesi.    17/11/2015 VATICANO
Papa: no a cristiani “mondani”, nei quali la “doppia vita” distrugge l’identità
“La mondanità spirituale ci allontana dalla coerenza di vita ci fa incoerenti”, uno fa “finta di essere così” ma vive “in un’altra maniera”. “Lo spirito cristiano, l’identità cristiana, mai è egoista, sempre cerca di curare con la propria coerenza, curare, evitare lo scandalo, curare gli altri, dare un buon esempio”.
17/11/2015 VIETNAM
Saigon, edifici cattolici nel mirino dei comunisti. Suore in campo contro l’esproprio
di Thanh Trung
Tre strutture appartenenti alla Congregazione delle Amanti della Santa Croce di Thủ Thiêm sono contese dall’amministrazione locale. Secondo l’accordo fra governo e cattolici, gli edifici devono ospitare scuole; il distretto vuole modificare la destinazione d’uso. I vertici della Chiesa locale e i fedeli accanto alle religiose nella loro battaglia.     17/11/2015 RUSSIA - FRANCIA
Musulmani russi contro il terrorismo: in nessun caso rappresenta l’islam
di Nina Achmatova
Parla il vice presidente del consiglio dei muftì e dell’amministrazione spirituale dei musulmani di Russia: negli attentati non vi è nessuna giustificazione; organizzazioni terroristiche vogliono creare conflitti tra musulmani. Il patriarca di Mosca invita a combattere l’estremismo anche sul piano culturale.
17/11/2015 ARABIA SAUDITA - STATI UNITI
Washington vende armi all’Arabia Saudita per 1,29 miliardi di dollari
Previste forniture di armamenti e pezzi di ricambio. Fra le armi anche 13mila bombe “intelligenti”. Il Congresso ha 30 giorni per approvare l’accordo, ma il via libera appare scontato. Si rafforza l’asse fra Usa e sauditi, dopo le tensioni per l’accordo nucleare iraniano. La regione mediorientale il il luogo dove si vendono più armi al mondo.     17/11/2015 EGITTO-ISLAM
Al Azhar: La lotta contro lo Stato islamico deve essere ideologica
Il problema del terrorismo islamico non è solo di sicurezza: occorre un controllo sull’insegnamento nelle moschee e fra gli imam per correggere le interpretazioni letteraliste e salafite del Corano. Al-Azhar si offre per un centro educativo in Europa, ma chiede anche “protezione” dagli estremisti.
17/11/2015 CINA
Pechino, il Partito celebra il riformista Hu Yaobang. Ma non lo riabilita
L’ex Segretario ha riabilitato milioni di persone cadute nelle campagne volute da Mao Zedong, ha aperto la Cina al mondo e ha preparato la transizione dall’economia statalista a quella di mercato. Accusato di aver “tollerato la liberalizzazione borghese”, è stato purgato: alla sua morte, nel 1989, sono scoppiati i moti di Tiananmen. A cento anni dalla sua nascita il Pcc pronto a commemorarlo “per sfruttare la sua buona immagine”.    16/11/2015 LIBANO
Chiese orientali: I governi del Medio Oriente non possono più garantire pace e sicurezza
Gli attacchi sanguinosi di Parigi (e Beirut) nel comunicato finale della sessione annuale dell’Apecl. Patriarchi e vescovi chiedono alle potenze mondiali di elaborare “soluzioni pacifiche” ai conflitti, garantendo l’unità territoriale. Collaborazione pastorale fra Chiese orientali, nullità del matrimonio ed elezione del presidente gli altri temi al centro dei lavori.
16/11/2015 BANGLADESH
Il Bangladesh festeggia i 150 anni delle Suore della Carità
Un giubileo commemorativo si è tenuto a Jessore, alla presenza del vescovo e dei fedeli. L’istituto religioso è stato fondato nel Paese asiatico grazie a tre suore italiane. Ora ci sono 21 conventi e 109 consacrate. Le suore della carità operano con le fasce più povere della società, soprattutto nei centri tessili dove le donne vengono sfruttate.     16/11/2015 INDIA
Mumbai, sopravvissuta ai pogrom di Kandhamal: Ho perso tutto tranne Gesù
di Kanaka Rekha Nayaka
Il racconto straziante di Kanaka Rekha Nayaka al Congresso eucaristico nazionale. Nei massacri del 2008 è stata testimone diretta del martirio di suo marito, trascinato con una catena al collo e decapitato dagli estremisti per aver rifiutato di convertirsi all’induismo. Gli assalitori, arrestati dopo i pogrom, oggi sono di nuovo in libertà.
17/11/2015
RUSSIA-FRANCIA-ISLAM
Putin: L’aereo russo sul Sinai caduto per un attacco terrorista. Hollande apre a un’alleanza con Mosca e Washington
Gli esperti hanno trovato tracce di esplosivo sui resti dell’aereo e sugli oggetti dei passeggeri. I servizi segreti russi mettono una ricompensa di 50 milioni di dollari per chi dà informazioni che portino alla cattura degli autori dell’attentato che ha fatto 224 morti. Il presidente francese spera nella collaborazione con Russia e Usa. Putin accusa: Anche Stati del G20 sostengono lo Stato islamico.
Parigi (AsiaNews) – È stato un attacco terrorista a far cadere l’aereo russo lo scorso 31 ottobre, dopo circa 20 minuti di volo da Shark el-Sheikh a San Pietroburgo, uccidendo 224 persone. Lo ha dichiarato oggi il presidente Vladimir Putin, commentando un incontro tenutosi ieri sera con i responsabili della sicurezza  e della difesa.
“Non è la prima volta – ha detto – che la Russia si trova di fronte a barbari crimini terroristi… Le lacrime non saranno asciugate dalle nostre anime e dai nostri cuori. Ciò rimarrà per sempre. Ma non ci fermeremo nel trovare e punire gli autori”.
Alexander Bortnikov, capo dei servizi segreti (Fss) ha dichiarato che fra i rottami dell’aereo e sugli oggetti dei passeggeri sono state ritrovate tracce di esplosivo di fabbricazione straniera. Con ogni probabilità la bomba conteneva circa un chilo di esplosivo.
Le conclusioni della Russia arrivano a due settimane dalle dichiarazioni Usa e britanniche che avevano subito parlato di attentato terrorista. Vi era stata anche una rivendicazione dello Stato islamico (SI) della penisola del Sinai che parlava di “punizione” per l’impegno russo in Siria affianco a Bashar Assad.
I servizi segreti hanno offerto una ricompensa di 50milioni di dollari per chi dà informazioni che portino alla cattura dei responsabili dell’attacco. Allo stesso tempo, Putin ha dichiarato che i bombardamenti russi sulle postazioni dello Stato islamico in Siria non si fermeranno.
Le rivelazioni del presidente russo cadono a pochi giorni dagli attentati terroristi di Parigi, anch’essi rivendicati dallo SI e giustificati come una risposta ai bombardamenti della Francia contro l’Isis in Siria.
Il presidente francese Francois Hollande ha definito un “atto di guerra” la serie di attentati che hanno ucciso 129 persone e fatto 400 feriti. Anch’egli ha deciso di continuare la lotta contro l’Isis in Siria, ha prolungato lo stato di emergenza in Francia per 3 mesi e ha richiesto poteri speciali per il presidente in casi di emergenza, suggerendo un cambiamento della costituzione.
La prossima settimana Hollande si recherà a Washington e a Mosca per tentare di costruire una coalizione contro lo Stato islamico.
Fino ad ora, gli Stati Uniti si sono impegnati in una coalizione – che comprende anche alcuni Paesi arabi – per bombardare postazioni Isis in Siria e Iraq, ma senza molti risultati. La Francia ha deciso di partecipare ai bombardamenti qualche giorno prima della decisione russa, presa su richiesta del presidente siriano Bashar Assad.
A dividere le tre potenze vi è proprio il destino di Assad. Per Usa e Francia egli dovrebbe abbandonare il campo prima di una discussione sul futuro assetto della Siria. Per la Russia, Assad e il suo governo sono l’unica possibilità per non far precipitare nel caos la Siria, già provata da quasi cinque anni di guerra.
Un altro problema messo in luce due giorni fa da Putin ad Antalya, alla fine dell’incontro del G20, è che vi sono almeno 40 Stati nel mondo che finanziano l’Isis e fra questi “anche alcuni membri del G20”. Con ogni probabilità Putin si riferiva all’Arabia saudita e alla Turchia, la prima sostenitrice di gruppi islamici contrari ad Assad; la seconda sospettata di essere un corridoio di sicurezza per far entrare nuove reclute dell’Isis in Siria e far uscire petrolio da vendere di contrabbando.
===========================
chi fomenta odio, e violenza che non sono un atto di legittima difesa va all'inferno! NEW DELHI, 17 NOV - Ashok Singhal, controverso leader nazionalista indiano fondatore del movimento 'Vishwa Hindu Parishad' (Consiglio mondiale indù), è morto oggi all'età di 89 anni in un ospedale vicino a New Delhi dove era stato ricoverato per problemi respiratori. Fervente difensore dell'induismo di fronte alle presunte "continue aggressioni" dell'islamismo e del cristianesimo, Singhal capeggiò un movimento che nel 1992 portò, fra gravi tensioni con i musulmani, alla distruzione di una moschea.
========================
Forces rally to defend Christian Syrian town from IS
Published: Nov. 13, 2015 by World Watch Monitor
Efforts are being rallied to save one of the last remaining centres of indigenous Christian presence in the Levant against a renewed jihadi attack.Militants of the theologically-based “Islamic State” have come within 3 kilometres of the Syriac Orthodox town of Sadad in western Syria, the Assyrian ...
    Syria Assyrians Homs Islamic State
Latest News
    Egyptian Copt's 'faked Facebook blasphemy' acquittal delayed
    Published: Nov. 17, 2015
    Bishoy Garas has always maintained his Facebook profile was hacked
    An Egyptian Christian, jailed for 38 months on unsubstantiated charges, has had his expected ...
    Myanmar's Christians cautiously hopeful
    Published: Nov. 12, 2015
    Kevin Osborne / Fox Fotos / Lonely Planet Images
    In Myanmar, Aung San Suu Kyi’s party, the National League for Democracy , has won a landslide ...
    BJP's Bihar defeat a vote against ‘intolerance’
    Published: Nov. 12, 2015 by Anto Akkara
    BJP supporters gather in Amethi, Uttar Pradesh, in May 2014 to listen to Narendra Modi speak shortly before his election victory.
    Indian Prime Minister Narendra Modi's visit to the UK – a first visit by an Indian head of state for ...
    Fleeing Boko Haram – nowhere to run, nowhere to hide
    Published: Nov. 12, 2015
    37 Assyrian Christians released in Syria
    Published: Nov. 9, 2015
    India: village church attacked, Christians hospitalised
    Published: Nov. 6, 2015
    Global Church meets to seek unity in face of persecution
    Published: Nov. 6, 2015
    UN report focuses on children’s rights
    Published: Nov. 5, 2015
    Pakistan NGO tackles demeaning low-caste word for ‘Christians’
    Published: Nov. 2, 2015



democrazia = usurocrazia] DA PESCARA LE RIFLESSIONI SULLA POVERTA' DELL'ITALIA FRA EURO E INCOSTITUZIONALITA' DEI TRATTATI EUROPEI
9 marzo 2014 alle ore 14.08. DA PESCARA LE RIFLESSIONI SULLA POVERTA' DELL'ITALIA FRA EURO E INCOSTITUZIONALITA' DEI TRATTATI EUROPEI
 Pescara è un guazzabuglio pressoché inestricabile di vecchio e di nuovo di antico e di recente di passato e di contemporaneità allo stesso modo in cui sabato mischiava il grigio e l'azzurro dal cielo al mare.
 Il centro è tutto sistemato a dovere con ampie isole pedonali con le bancarelle dei libri e dei giornali usati (mi stropiccio gli occhi davanti davanti a certi volumi di fronte a certe pubblicazioni) a pochi metri dalle catene commerciali dei loghi delle multinazionali.
 Allo stesso modo corso Vittorio Emanuele che lo taglia in orizzontale è un cantiere aperto di transenne e rifacimenti fra i palazzi austeri e recenti fra palazzine messe male e uffici d'avanguardia.
 Problemi della nuova amministrazione che le prossime elezioni diranno a breve con una campagna elettorale già iniziata e che trovo enfatizzata sui giornali della città Il Tempo Il Messaggero e Il Centro con un'attenzione spropositata per una realtà politica che vive anzi sopravvive a sé stessa vecchia e logora senza che il nuovo che pure c'è a vari livelli di esasperazione traspaia dalle pagine che consulto preferendo quindi soffermarmi sulla vicenda oscura di un "personal trainer" finito nei guai –riesce finanche a farmi sorridere- perché "aiutava" i propri clienti con sostanze di vario tipo e certo giacché ci si era messo...
 Pescara sabato ha ospitato una nuova fioritura da una semina antica: quella di idee e contenuti anche di dimostrazioni pratiche certo di lucide profezie che per decenni compì il professore Giacinto Auriti.
 (per chi voglia approfondire: http://it.wikipedia.org/wiki/Giacinto_Auriti )


democrazia = usurocrazia] Scuola Giacinto Auriti. 12 marzo alle ore 3.54. Pescara. " Pensate che la stabilità dei prezzi che vuole la BCE sia importante per chi non ha i soldi per comprare da mangiare perchè non ha più reddito ? " ( sost. proc. Dott. Gennaro Varone ) Sala gremita. Ospiti in piedi. Grazie a tutti per essere intervenuti e speriamo sia stato di vostro gradimento e che siate rimasti soddisfatti. No all'euro prestato allo Stato. Riprendiamoci i nostri soldi e le nostre proprietà.  " «..uno dei problemi più rilevanti puntualmente sottratti a qualsiasi discussione è rappresentato dal fatto che con l'istituzione della Banca Centrale Europea è stato replicato il "modello italiano" che nel 1981 venne attuato allo scopo di sottrarre alle dirigenze politiche il potere di decidere gli investimenti pubblici affidando il controllo della moneta alle ambiziose e rampanti tecnocrazie che cavalcando il mantra liberista miravano a penetrare nei centri nevralgici dello Stato. La necessità di non abbandonarsi ad un vuoto populismo gettando "il bambino con l'acqua sporca" e quindi denunciando la moneta comune europea come il "male assoluto" sbandierando il ritorno alle monete nazionali come unica cura salvifica alla crisi economica della "colonia europea" è così decisamente scongiurato: «i cosiddetti "euroscettici" ritengono che la tanto decantata solidarietà tra Paesi membri sia presente solo nella vacua e ridondante retorica degli "europeisti" di Bruxelles. Questa tesi non priva di fondamento è però viziata dal limiti di confondere l'euro che è una delle valute adottate nel "vecchio continente" con l'Unione Europea che è una costruzione squilibrata e alquanto discutibile» ( Giacomo Gabellini )
http://www.eurasia-rivista.org/la-moneta-comune-europea-nel-pensiero-di-giacinto-auriti/21137/

666GiudaicoMassonica

democrazia = usurocrazia] La Scuola di Studi Giuridico Monetari "Giacinto Auriti" è lieta di distribuire "GRATUITAMENTE" il DVD del convegno di alta valenza giuridica dal titolo "LA POVERTA' DELL'ITALIA" svoltosi a Pescara sabato 8 marzo2014.
Nel DVD ci sono oltre agli interventi dei relatori (Dott. Mauro di Sabatino Dott. Gennaro Varone Prof. Ezio Sciarra Avv. Italo Colaneri) anche le domande del pubblico e le risposte date.
Per prenotare la copia è necessario seguire le istruzioni su:
http://www.giacintoauriti.eu/l-angolo-del-libro/multimedia/dvd-la-povertà-dell-italia.html

democrazia = usurocrazia] Se adesso avete capito il problema e voleste farlo capire ai vostri amici e parenti ma non avete la preparazione dialettica per farlo potreste iscrivervi al Centro Studi Giuridici e Monetari " Giacinto Auriti "  sia come associati e sia come allievi della Scuola Auritiana. Stiamo preparando il programma didattico e di formazione comunicativa. Iscrivetevi e date un'occhiata al sito www.giacintoauriti.eu

666GiudaicoMassonica

democrazia = usurocrazia ] [ Convegno sulla crisi/truffa dell'Italia dovuta all'Euro della BCE istituito con i Trattati Europei INCOSTITUZIONALI.
Il convegno sarà un simposio in cui si affronterà la soluzione GIURIDICA per l'uscita dalla truffa che chiamano crisi istituita con Leggi come il Pareggio di Bilancio i Patti di Stabilità il Fondo Salva Stati e sopratutto con la moneta PRESTATA agli Stati.
Il convegno si terrà sabato 8 marzo 2014 dalle ore 1600 nella "Sala Tinozzi" (già "Sala dei Marmi") del Palazzo della Provincia di Pescara.
La prima parte ( fino alle 1730 ) sarà dedicata all'esposizione dei relatori.
La seconda parte ( dalle 1730 alle 1900 ) sarò dedicata agli interventi del pubblico ai quali risponderanno i relatori per approfondire la tematica e la soluzione.
Il convegno sarà trasmesso in diretta streaming su www.abruzzolive.tv

666GiudaicoMassonica

28 marzo 2014 [ la LEGA RABA non comprende che la sharia decreterà la guerra mondiale e la distruzione dell'Islam ]. [ farisei Illuminati non hanno molta fantasia hanno portato l'Islam sotto egida ONU Amnesty sharia imperialismo islamico a diventare un gigante mostro sharia per clpestare Israele e scatenare la guerra mondiale ] Pakistan in preghiera per Bibi e Masih. In Pakistan i cristiani di Lahore sono riuniti oggi in una giornata di digiuno e preghiera per Asia Bibi e per Sawan Masih. Entrambi cristiani entrambi condannati a morte ingiustamente per accuse di blasfemia palesemente infondate. Asia Bibi attende il processo di appello mentre Sawan Masih è stato condannato a morte giovedì 27 marzo. Come riporta l'Agenzia Fides un incontro di intensa preghiera è stato organizzato dalla comunità cattolica al Seminario minore di Santa Maria a Lahore. Vi hanno preso parte sacerdoti religiosi seminaristi fedeli laici. «Anche se siamo i cittadini più vulnerabili del Pakistan preghiamo per la giustizia e i diritti umani di tutte le minoranze come assicurato dal fondatore del Pakistan Muhammad Ali Jinnah» ha detto ai presenti padre Inayat Bernard fra gli organizzatori dell'incontro. Durante la Giornata a preghiere invocazioni e inni si sono alternati brani della Bibbia e testimonianze dirette come quella del parroco della "Joseph Colony" il quartiere cristiano attaccato un anno fa da estremisti islamici. Un catechista presente Pervez Paulus ha rimarcato che i fedeli del quartiere tuttora attendono giustizia e risarcimenti e sono «tristi impotenti e amareggiati». I cristiani hanno espresso fiducia nella nell'Alta Corte di Lahore e chiedono porre fine ai casi di abuso della controversa legge sulla blasfemia. Mobeen Shahid docente di religione islamica alla Pontificia Università Lateranense e fondatore dell'"Associazione pakistani cristiani in Italia" è stato intervistato da Marco Guerra per la Radio Vaticana. «Se parliamo di abuso della legge della blasfemia teniamo presente che fino a due anni fa la maggioranza delle vittime era di fede islamica. L'altro gruppo più colpevolizzato era quello degli ahmadi e il terzo gruppo quello dei cristiani. Teniamo presente però che i cristiani e gli induisti non sono neanche il 3% dei 180 milioni di cittadini del Pakistan. In questa maniera si sta solamente effettuando un genocidio delle minoranze religiose in Pakistan. L'ultimo esempio di Sawan è solamente un aspetto di questa militanza islamica nel Paese che è cresciuta in questi ultimi quattro decenni». A che punto è il percorso di revisione della legge se ce ne è ancora uno? «Il punto della revisione è fermo alla morte di Shahbaz Bhatti lì dove si era arrivati. Ora però la questione non è solamente giuridica sullo stile e sulla prospettiva occidentale che ha le sue strutture all'interno della giurisdizione internazionale riconosciuta anche dall'Onu. Qui la prospettiva cambia in quanto la giurisdizione è islamica. Ricordiamo che solo nel mese di dicembre la Corte federale shariatica di Islamabad aveva chiesto alla Camera dei deputati di riconoscere solamente la pena di morte come unica pena possibile per blasfemia sia contro il profeta che contro il Corano». Invece per quanto riguarda il caso di Asia Bibi il processo è ripreso o è stato rinviato nuovamente? A che punto è? «Il caso di Asia Bibi è stato rinviato un'altra volta. C'è stata l'udienza. Stavolta meno male c'era un giudice c'erano gli avvocati di Asia Bibi specialmente l'avvocato Naeem Shakir un cristiano che la sta difendendo. Allo stesso tempo però mancavano gli avvocati dell'accusa. Si stanno rendendo conto quindi che è stato fatto un abuso e ora non sanno come andare avanti». Voi avete intenzione di esercitare ulteriori pressioni e di portare ancora all'attenzione questo caso? «Da cittadini del Pakistan chiediamo il rispetto dei nostri diritti come cofondatori del Pakistan. Ma oltre a questo noi pakistani cristiani in Italia assieme ad altre associazioni prossimamente faremo manifestazioni con i parlamentari italiani nonché una conferenza stampa presso la Camera dei deputati per chiedere al Pakistan di rispettare i diritti di tutti i suoi cittadini».
666GiudaicoMassonica

29 marzo 2014. Londra dei massoni anticristi ( di una Europa che è incompatibile con la civiltà ebraico-cristiana storia di un pensiero fascista gender che si impone contro i popoli per la loro distruzione morale ). Primi matrimoni gay in Gran Bretagna. Sono stati celebrati nel Regno Unito i primi matrimoni omosessuali salutati come un importante progresso dal premier David Cameron e dal suo vice Nick Clegg che li hanno voluti a tutti i costi contro l'opposizione delle Chiese cristiane. Secondo Kieran Conry - intervistato dall'agenzia Sir  -  vescovo cattolico di Arundel e Brighton dove si terranno cinque tra i primi matrimoni gay non saranno molte le coppie che decideranno di sposarsi. La trasformazione dell'istituzione del matrimonio da legame duraturo tra uomo e donna per la procreazione di figli a legame d'amore svuotato di contenuto sessuale porta confusione nella legge e nel linguaggio del Regno Unito secondo Conry.
"Dobbiamo ridefinire l'adulterio - dice il vescovo -. Nella vecchia interpretazione del matrimonio era il rapporto sessuale con una persona diversa dalla coppia ma se il sesso non è più necessariamente parte del matrimonio che cosa è il tradimento? Anche altri termini legati al matrimonio come la parola 'consumazione' vanno ripensati".
Le Chiese cristiane rischiano che vi siano ricorsi alla Corte europea dei diritti dell'uomo da coppie omosessuali che vogliono cerimonie religiose. "Se il governo ci obbliga dovremo fare riferimento ai matrimoni gay ma non possiamo promuovere questa nuova istituzione come una possibile alternativa al matrimonio tradizionale che vogliamo continuare a difendere" conclude il vescovo.
La legge inglese era stata approvata nel luglio 2013.
666GiudaicoMassonica

28 marzo 2014. Gli opuscoli anti omofobia. Gender una legge per tutelare le famiglie. La sempre più discussa diffusione nelle scuole degli opuscoli anti-omofobia commissionati dall'Unar (Ufficio nazionale anti-discriminazioni razziali) già realizzata in più di un istituto diventa sempre più un caso politico. I deputati del Ncd Eugenia Roccella e Alessandro Pagano hanno presentato una proposta di legge che reca la firma di ben 50 deputati per dire «no all'esproprio educativo dei genitori». Una mobilitazione estesa che va da Fratelli d'Italia a Scelta civica passando per Forza Italia Lega e Popolari per l'Italia oltre al Ncd il partito di Pagano e Roccella che hanno presentato l'iniziativa nel corso di una conferenza stampa a Montecitorio. «Abbiamo chiesto al governo – spiega Pagano – quale sia il ruolo e la competenza di questo organismo l'Unar che in modo fazioso senza essere autorizzato né dal Ministero dell'Istruzione né da quello delle Politiche sociali è entrato nelle scuole anche primarie. Promuovendo la cosiddetta "ideologia del gender" con progetti educativi extracurricolari e piani formativi realizzati ad hoc senza alcun coinvolgimento o assenso dei genitori che secondo Costituzione sono titolari della piena responsabilità educativa dei figli».
Ancora una volta dal governo è arrivata una risposta «del tutto insoddisfacente» attraverso il sottosegretario all'Ambiente Silvia Velo con competenze tutte da verificare peraltro su queste materie. Il tentativo denunciato è una vera e propria «rivoluzione antropologica» introdotta con la scusa della condivisibile lotta alle discriminazioni. «Discriminazioni sia chiaro – spiega Roccella – cui ci opponiamo anche noi ma qui l'operazione è diversa vogliono rieducare i nostri giovani come scritto chiaramente in uno dei libretti Unar per "instillare" nei nostri ragazzi l'idea che non esistono maschio e femmina madre e padre. La nostra proposta di legge intende riaffermare il diritto fondamentale della scelta educativa dei genitori affermato anche dalla Convenzione europea dei diritti dell'uomo e della Convenzione Onu dei diritti del fanciullo».
Per evitare nuovi colpi di mano «è previsto che per la realizzazione di tutte le attività integrative rivolte agli alunni di ogni ordine e grado che riguardino direttamente o indirettamente i temi legati alla relazione all'educazione all'affettività e alla sessualità e in generale i temi eticamente sensibili vengano informati i genitori che devono dare il proprio consenso in forma scritta. Inoltre la scuola dovrà provvedere ad attività sostitutive per coloro che scelgono di non avvalersi delle attività extracurriculari senza dar luogo ad alcuna discriminazione». Il disegno di legge vuole mettere riparo agli «errori commessi dal governo Monti e dal ministro Fornero – conclude Roccella –. Siamo ancora fiduciosi che questo governo che non ha ancora assegnato la delega alle Pari opportunità vorrà porvi rimedio anche con provvedimenti concreti a carico dei responsabili dell'Unar».
666GiudaicoMassonica

Mr. Obama vattene satana! ] [  whats happened to the Ukrainian gold? Answer: Arseny Yatsenyuk ordered its transfer to the United States. While the fake 'Nobel Peace prize' Barak Obama is friendly visiting its Saudi monsters partners its 'Right Sector' nationalists' puppets besiege Ukrainian Parliament: thats right Crimea referendum and Syrian resistance are bad. President Obama's key speech in Brussels on Ukraine and attempts to isolate Russia appears to be an exercise of omission mutually-exclusive statements and unveiled double standards. Here's a quick look at what Obama told an audience of some 2000 people in his damning 30-minute speech. Barak Obama the biggest crook and liar in the world in Brussels says: "bigger nations cannot simply bully smaller ones". Wait… what? A man prepares to cast his ballot during the referendum on the status of Ukraine's Crimea region at a polling station in Simferopol March 16 2014 (Reuters / Vasily Fedosenko) "Together we've condemned Russia's invasion of Ukraine and rejected the legitimacy of the Crimean referendum." An anti-government protester throws a Molotov cocktail towards Interior Ministry members during clashes in Kiev February 18 2014 (Reuters / Maks Levin) Well Obama says Russia invaded Ukraine while the US and the EU stayed at arm's length and allowed things to settle down.
"Make no mistake neither the United States nor Europe has any interest in controlling Ukraine." And they absolutely didn't send troves of officials to Kiev to cheer up anti-government protesters. And when Deputy Secretary of State Victoria Nuland discussed with Ambassador Geoffrey Pyatt who should and who shouldn't be in the next Ukrainian government that was merely small talk between two observing diplomats.
U.S. Assistant Secretary of State for European and Eurasian Affairs Victoria Nuland (R) and U.S. Ambassador Geoffrey Pyatt (2nd R) distribute bread to riot police near Independence square in Kiev December 11 2013 (Reuters / Andrew Kravchenko)
When it comes to invasions President Obama has a lesson or two to teach Russians.
"We did not claim or annex Iraq's territory. We did not grab its resources for our own gain. Instead we ended our war and left Iraq to its people in a fully sovereign Iraqi state that can make decisions about its own future.". This sovereign nation has only token sovereignty over Kurd territories in the north. Terrorists roam free in some rural areas and want to carve an Islamist state of it. And deaths from car bombs are more frequent then deaths from car accidents. A decade of statecraft later at least 7800 civilians and 1000 troops killed in 2013 alone. Mission accomplished.
 Security officials and rescue workers collect evidence at the site of a bomb blast on outskirts of Peshawar March 14 2014 (Reuters / Fayaz Aziz)
Obama mentioned another interventionist success story in his speech that of Kosovo.
"NATO only intervened after the people of Kosovo were systematically brutalized and killed for years." Good point. Of course the alliance didn't bother to get a UN Security Council mandate and bombed the Serbian capital killing hundreds of civilians in the process in violation of international law. The same law which Obama accuses Russia of violating with Crimea. But that was even before Bush Jr. so who cares?
The Yugoslav Army Headquarters building hasn't been rebuilt after being damaged by cruises missiles in April 1999 during NATO's bombing of Serbia over Kosovo. Belgrade.
"Kosovo only left Serbia after a referendum was organized – not outside the boundaries of international law but in careful cooperation with the United Nations and with Kosovo's neighbors.". That's Mr. Obama's version. What really happened was that Kosovo's parliament unilaterally declared independence from Serbia and later adopted a constitution on Feb. 15 2008. On the same day the US and four European states recognized Kosovo as an independent country.
Ah right the referendum. Maybe President Obama meant that 1991 referendum (deemed 'illegal' by Serbia) whose results were recognized by only one country Albania? "We are confronted with the belief among some that bigger nations can bully smaller ones to get their way — that recycled maxim that might somehow makes right."
World's biggest bully preaching peace and love. And its flying killing robots are the messengers. And guards in secret CIA prisons are the keepers. And the NSA keeps an eye on those who won't listen.
As the Romans used to say "quod licet Jovi non licet bovi" (what is allowed to Jupiter is not allowed to the bull). Well there are no gods sitting in Washington and some people just don't want to be treated as cattle.
666GiudaicoMassonica

TURKEY'S DAVUTOGLU SAYS LEAK IS 'DECLARATION OF WAR': TURKIYE
Here Is The YouTube "Start A False Flag War With Syria" Leaked Recording That Erdogan Wanted Banned. As noted (link) Turkish Prime Minister Erdogan had blocked Twitter access to his nation ahead of what was rumored to be a "spectacular" leak before this weekend's elections. Then this morning amid a mad scramble he reportedly (despite the nation's court ruling the bans illegal) blocked YouTube access (link).
However by the magic of the interwebs we have the 'leaked' clip and it is clear why he wanted it blocked/banned. As the rough translation explains it purports to be a conversation between key Turkish military and political leaders discussing what appears to be a false flag attack to launch war with Syria.
 To summarize: a recording confirming a NATO-member country planned a false-flag war with Syria (where have we seen that before?) and all the Prime Minister has to say is the leak was "immoral."  Erdogan is not amused: Turkish Prime Minister Tayyip Erdogan described the leaking on YouTube on Thursday of a recording of top security officials discussing possible military operations in Syria as "villainous" and the government blocked access to the video-sharing site.  "They even leaked a national security meeting. This is villainous this is dishonesty…Who are you serving by doing audio surveillance of such an important meeting?" Erdogan declared before supporters at a rally ahead of March 30 local polls that will be a key test of his support amid a corruption scandal. Full Translation of the Video 1:
PART 1 Ahmet Davutoğlu:
"Prime Minister said that in current conjuncture this attack (on Suleiman Shah Tomb) must be seen as an opportunity for us."
Hakan Fidan:
"I'll send 4 men from Syria if that's what it takes. I'll make up a cause of war by ordering a missile attack on Turkey; we can also prepare an attack on Suleiman Shah Tomb if necessary."
Feridun Sinirlioğlu:
"Our national security has become a common cheap domestic policy outfit."
Yaşar Güler:
"It's a direct cause of war. I mean what're going to do is a direct cause of war."
FIRST SCREEN:
Ahmet Davutoğlu: I couldn't entirely understand the other thing; what exactly does our foreign ministry supposed to do? No I'm not talking about the thing. There are other things we're supposed to do. If we decide on this we are to notify the United Nations the Istanbul Consulate of the Syrian regime right?
Feridun Sinirlioğlu: But if we decide on an operation in there it should create a shocking effect. I mean if we are going to do so. I don't know what we're going to do but regardless of what we decide I don't think it'd be appropriate to notify anyone beforehand.
Ahmet Davutoğlu: OK but we're gonna have to prepare somehow. To avoid any shorts on regarding international law. I just realized when I was talking to the president (Abdullah Gül) if the Turkish tanks go in there it means we're in there in any case right?
Yaşar Güler: It means we're in yes.
Ahmet Davutoğlu: Yeah but there's a difference between going in with aircraft and going in with tanks…
SECOND SCREEN:
Yaşar Güler: Maybe we can tell the Syrian consulate general that ISIL is currently working alongside the regime and that place is Turkish land. We should definitely…
Ahmet Davutoğlu: But we have already said that sent them several diplomatic notes.
Yaşar Güler: To Syria…
Feridun Sinirlioğlu: That's right.
Ahmet Davutoğlu: Yes we've sent them countless times. Therefore I'd like to know what our Chief of Staff's expectations from our ministry.
Yaşar Güler: Maybe his intent was to say that I don't really know he met with Mr. Fidan.
Hakan Fidan: Well he did mention that part but we didn't go into any further details.
Yaşar Güler: Maybe that was what he meant… A diplomatic note to Syria?
Hakan Fidan: Maybe the Foreign Ministry is assigned with coordination…
THIRD SCREEN:
Ahmet Davutoğlu: I mean I could coordinate the diplomacy but civil war the military…
Feridun Sinirlioğlu: That's what I told back there. For one thing the situation is different. An operation on ISIL has solid ground on international law. We're going to portray this is Al-Qaeda there's no distress there if it's a matter regarding Al-Qaeda. And if it comes to defending Suleiman Shah Tomb that's a matter of protecting our land.
Yaşar Güler: We don't have any problems with that.
Hakan Fidan: Second after it happens it'll cause a great internal commotion (several bombing events is bound to happen within). The border is not under control…
Feridun Sinirlioğlu: I mean yes the bombings are of course going to happen. But I remember our talk from 3 years ago…
Yaşar Güler: Mr. Fidan should urgently receive back-up and we need to help him supply guns and ammo to rebels. We need to speak with the minister. Our Interior Minister our Defense Minister. We need to talk about this and reach a resolution sir.
Ahmet Davutoğlu: How did we get specials forces into action when there was a threat in Northern Iraq? We should have done so in there too. We should have trained those men. We should have sent men. Anyway we can't do that we can only do what diplomacy…
Feridun Sinirlioğlu: I told you back then for God's sake general you know how we managed to get those tanks in you were there.
Yaşar Güler: What you mean our stuff?
Feridun Sinirlioğlu: Yes how do you think we've managed to rally our tanks into Iraq? How? How did manage to get special forces the battalions in? I was involved in that. Let me be clear there was no government decision on that we have managed that just with a single order.
FOURTH SCREEN:
Yaşar Güler: Well I agree with you. For one thing we're not even discussing that. But there are different things that Syria can do right now.
Ahmet Davutoğlu: General the reason we're saying no this operation is because we know about the capacity of those men.
Yaşar Güler: Look sir isn't MKE (Mechanical and Chemical Industry Corporation) at minister's bidding? Sir I mean Qatar is looking for ammo to buy in cash. Ready cash. So why don't they just get it done? It's at Mr. Minister's command.
Ahmet Davutoğlu: But there's the spot we can't act integratedly we can't coordinate.
Yaşar Güler: Then our Prime Minister can summon both Mr. Defence Minister and Mr. Minister at the same time. Then he can directly talk to them.
Ahmet Davutoğlu: We Mr. Siniroğlu and I have literally begged Mr. Prime Minster for a private meeting we said that things were not looking so bright.
FIFTH SCREEN:
Yaşar Güler: Also it doesn't have to be crowded meeting. Yourself Mr. Defence Minister Mr. Interior Minister and our Chief of Staff the four of you are enough. There's no need for a crowd. Because sir the main need there is guns and ammo. Not even guns mainly ammo. We've just talked about this sir. Let's say we're building an army down there 1000 strong. If we get them into that war without previously storing a minimum of 6-months' worth of ammo these men will return to us after two months.
Ahmet Davutoğlu: They're back already.
Yaşar Güler: They'll return to us sir.
Ahmet Davutoğlu: They've came back from… What was it? Çobanbey.
Yaşar Güler: Yes indeed sir. This matter can't be just a burden on Mr. Fidan's shoulders as it is now. It's unacceptable. I mean we can't understand this. Why?
SIXTH SCREEN:
Ahmet Davutoğlu: That evening we'd reached a resolution. And I thought that things were taking a turn for the good. Our…
Feridun Sinirlioğlu: We issued the MGK (National Security Council) resolution the day after. Then we talked with the general…
Ahmet Davutoğlu: And the other forces really do a good follow up on this weakness of ours. You say that you're going to capture this place and that men being there constitutes a risk factor. You pull them back. You capture the place. You reinforce it and send in your troops again.
Yaşar Güler: Exactly sir. You're absolutely right.
Ahmet Davutoğlu: Right? That's how I interpret it. But after the evacuation this is not a military necessity. It's a whole other thing.
SEVENTH SCREEN
Feridun Siniroğlu: There are some serious shifts in global and regional geopolitics. It now can spread to other places. You said it yourself today and others agreed… We're headed to a different game now. We should be able to see those. That ISIL and all that jazz all those organizations are extremely open to manipulation. Having a region made up of organizations of similar nature will constitute a vital security risk for us. And when we first went into Northern Iraq there was always the risk of PKK blowing up the place. If we thoroughly consider the risks and substantiate… As the general just said…
Yaşar Güler: Sir when you were inside a moment ago we were discussing just that. Openly. I mean armed forces are a "tool" necessary for you in every turn.
Ahmet Davutoğlu: Of course. I always tell the Prime Minister in your absence the same thing in academic jargon you can't stay in those lands without hard power. Without hard power there can be no soft power.
EIGTH SCREEN
Yaşar Güler: Sir.
Feridun Sinirlioğlu: The national security has been politicized. I don't remember anything like this in Turkish political history. It has become a matter of domestic policy. All talks we've done on defending our lands our border security our sovereign lands in there they've all become a common cheap domestic policy outfit.
Yaşar Güler: Exactly.
Feridun Siniroğlu: That has never happened before. Unfortunately but…
Yaşar Güler: I mean do even one of the opposition parties support you in such a high point of national security? Sir is this a justifiable sense of national security?
Feridun Sinirlioğlu: I don't even remember such a period.
NINTH SCREEN:
Yaşar Güler: In what matter can we be unified if not a matter of national security of such importance? None.
Ahmet Davutoğlu: The year 2012 we didn't do it 2011. If only we'd took serious action back then even in the summer of 2012.
Feridun Sinirlioğlu: They were at their lowest back in 2012.
Ahmet Davutoğlu: Internally they were just like Libya. Who comes in and goes from power is not of any importance to us. But some things…
Yaşar Güler: Sir to avoid any confusion our need in 2011 was guns and ammo. In 2012 2013 and today also. We're in the exact same point. We absolutely need to find this and secure that place.
Ahmet Davutoğlu: Guns and ammo are not a big need for that place. Because we couldn't get the human factor in order…
666GiudaicoMassonica

NATO's puppet Arseny Yatsenyuk ordered the transfer of the Ukrainian gold to the United States.. On the assumption that the report is true and so far I have not seen any commentary or articles suggesting it is not true the biggest question is how come the U.S. has absolutely no problem loading up and transporting 33 tonnes of gold from Ukraine to the U.S. but seems to have difficulty loading up and transporting any of Germany's gold from New York to Berlin? And how come the U.S. and Ukraine seem to care about that gold at all if indeed gold is irrelevant? It would seem that it would be a lot less expensive  and logistically complicated just to have the U.S. military post a few armed guards around the gold if they're worried about theft. On the other hand I'm sure Putin would be happy to buy the gold from Ukraine. What makes the story even more interesting is that GATA's Chris Powell has spent considerable time trying to get an answer to the question of whether or not the U.S. has taken custody of Ukraine's gold. When he queried the NY Fed they responded with:
"A spokesman for the New York Fed said simply: "Any inquiry regarding gold accounts should be directed to the account holder. You may want to contact the National Bank of Ukraine to discuss this report" (LINK).
After trying for two days to get an answer from the U.S. State Department they finally responded by referring him to the NY Fed (LINK).
The final piece in verifying that the report is true is deflection from Ukraine. Mr. Powell has queried the National Bank of Ukraine the Ukrainian Embassy in DC and the Ukrainian mission to the UN in NYC. Crickets. As Chris states the case:
"The difficulty in getting a straight answer here is pretty good evidence that the Ukrainian gold indeed has been sent to the United States."
Unfortunately it is likely that the citizens of Ukraine will end up paying the same price for allowing the U.S. to "safekeep" their sovereign gold. That price is the comforting knowledge that their gold has been delivered safely to vaults in China under U.S./UK bullion bank contractual delivery obligations where it will be locked away for centuries.
All this skullduggery over a barbarous relic that has been deemed irrelevant by the U.S. Federal Reserve…
666GiudaicoMassonica

The Big Lie + What Happened To Ukraine's Gold? By PM Fund Manager Dave Kranzler Investment Research Dynamics. The Big Lie is that Central Banks don't care about gold. Nothing could be further from the truth.
Ben Bernanke more than once claimed that he didn't understand gold. When Ron Paul asked Bernanke in front of Congress why Central Banks own gold if it's irrelevant Bernanke flippantly suggested that it was out of tradition. In both cases Bernanke was lying and he knew it. In comparison Greenspan seemed to have some respect for the laws of economics and – at least that I can recall – never would outright state that gold was not an economic factor. Greenspan lied as much as Bernanke did about everything else but he never committed himself to lie about gold.  Most of you have probably read Greenspan's 1966 essay "Gold and Economic Freedom" (linked).  I have read it several times because it explains as well as anything out there why gold works as a currency and why Government-issued fiat currency does not.
What I find amazing about The Big Lie about Central Banks and gold is that if gold really is considered to be irrelevant the how come Central Banks – especially the Fed – are so secretive about their gold storage and trading activities?  What's even more amazing is that no one other than Ron Paul and GATA asks them about this. Think about it. GATA spent a lot of money on legal fees attempting to get the Fed to publicly disclose its records related to the Fed's gold activities. The Fed spent even more money denying GATA's quest. And how come the Fed won't submit to a public independent audit of its gold vaults?
This brings me to the issue of the Ukraine's gold. According to public records the Government of Ukraine owns 33 tonnes of gold that was being safekept in Ukraine. Last week a Ukrainian newspaper reported that acting PM Arseny Yatsenyuk ordered the transfer of that gold to the United States. The actual report is here:  LINK. Jesse's Cafe Americain provided a translated version here:
666GiudaicoMassonica

Mr. Obama whats happened to the Ukrainian gold? Answer: Arseny Yatsenyuk ordered its transfer to the United States. The Latest Heist: US Quietly Snatches the Ukraine's Gold Reserves
As the dust settles in Kiev another money trail has been revealed…
According to reports out of Kiev (see links below) the US has quietly transfers 33 tons of Ukrainian gold out of the country and back to vaults in the US. Presumably this sovereign wealth transfer would be counted as partial "collateral" for a fresh round of IMF US FED and ECB paper debt that is currently being organised for dumping into the Ukraine's economic black hole.
Multiple inquiries to US Federal Reserve administrators into the location of the Ukraine's gold have been met with the proverbial 'pass the buck' making tracking and tracking the final resting place of these 33 tonnes very difficult indeed – but one can expect that the NY Fed is probably the institution who has masterminded this financial heist.
Note how gold flows into New York but has difficulty flowing out of US private banking hands as is the case with the 'confiscation' of Germany's gold. Numerous attempts by Bundesbank to repatriate its gold reserves have been met with a brick wall and to date Germany has only recovered a miniscule 5 tonnes directly from the NY Fed – out of the total 674 tonnes (an additional 32 tonnes were recovered via French central bank).
It's worth pointing out here that when NATO sacked Libya in 2011 one of the first items that came into question was the gold in Libya's state-run central bank. Prior to the NATO takeover of that country Libya had one of the highest per capita gold reserves in the world alongside Lebanon giving Libya a distinct advantage should it carry out former Libyan leader Muammar Muhammad al-Gaddafi's long-term financial transition to a gold-backed Libyan Dinar. As you can imagine this is no longer the case in Tripoli.
Additionally like Libya both Syria and Iran are two of the world's last remaining nation states who both have state-run central banks and gold reserves which fall outside of the world's private central banking syndicate.
Needless to say you can see an obvious pattern emerging here.

Video del confronto tra Scuola Auritiana Galloni e Rinaldi [Dire che uno Stato non può perseguire i suoi scopi per mancanza di denaro è come dire che un ingegnere non può costruire strade per mancanza di chilometri - Ezra Pound. [niente di meno può essere chiesto niente di meno di può essere ottenuto: noi rivendichiamo la sovranità monetaria tutto il resto appartiene alla terza guerra mondiale nucleare di cui i ricchi i politici ed i massoni si faranno carico! ]] Intervento di Daniele Pace membro del Comitato Scientifico della Scuola di Studi Giuridici e Monetari "Giacinto Auriti" al convegno tenutosi a Roma giovedì 27 marzo 2014 dal titolo " EURO? MA DI CHE PARLIAMO? " Nel video potrete ascoltare gli interventi della Scuola Auritiana che riafferma il principio del Diritto sulle teorie economiche ed in particolare riafferma che le crisi sono cicliche in quanto create a tavolino dai proprietari della moneta che la prestano agli Stati. Ribadito il sacrosanto principio del Diritto di godimento della proprietà della moneta prima che essa entri in circolazione e quindi diventi materia economica. A fine convegno il professor Galloni ha proposto un convegno dedicato esclusivamente al confronto tra le teorie economiche ed i principi giuridici della moneta enunciati da Auriti. Attendendo fiduciosi l'invito ufficiale al confronto vi invitiamo a guardare il video  in particolar modo ai seguenti minuti in cui interviene Daniele Pace:
666GiudaicoMassonica

Dire che uno Stato non può perseguire i suoi scopi per mancanza di denaro è come dire che un ingegnere non può costruire strade per mancanza di chilometri - Ezra Pound
666GiudaicoMassonica

niente di meno può essere chiesto niente di meno di può essere ottenuto: noi rivendichiamo la sovranità monetaria tutto il resto appartiene alla terza guerra mondiale nucleare di cui i ricchi i politici ed i massoni si faranno carico! ] Il Prof. Giacinto Auriti tra l'altro uno dei fondatori dell'Università di Teramo staccatasi dall'allora "G.D'Annunzio" di Chieti nel 1993 pur senza aver mai compiuto studi di teoria economia ma partendo dagli argomenti trattati dal filosofo statunitense Ezra Pound fonda la "Scuola di Teramo" nel campo del diritto monetario sviluppando una teoria economica che intende la moneta come unità di misura del valore e come tale accettata convenzionalmente dai chi la usa come mezzo di scambio divenendo così uno "strumento" dello scambio di beni (teoria del valore indotto della moneta). Dunque nel suo carattere convenzionale risiederebbe il diritto di chi ne accetta la convenzione ossia il popolo di esigerne la proprietà. In questo senso le banche centrali che sono delle società per azioni private secondo Auriti ricaverebbero profitti indebiti dal "signoraggio" sull'emissione di cartamoneta assumendo una importante responsabilità nell'origine del debito pubblico. Tale teoria ha assunto ancora più forza dall'abolizione del rapporto diretto fra moneta e riserva aurea nel 1971 stabilito dagli accordi di Bretton Woods che secondo Giacinto Auriti  avrebbe trasformato l'attività dell'emissione della moneta in un puro esercizio tipografico rimarcando ancora di più il carattere convenzionale del valore monetario creato dall'accettazione del popolo di tale convenzione. Negli anni '90 Giacinto Auriti conduce una serie di iniziative come segretario generale del "Sindacato Antiusura" (SAUS) tra quale quella di chiedere al Tribunale di Roma di dichiarare  "la moneta all'atto dell'emissione di proprietà dei cittadini italiani ed illegittimo l'attuale sistema dell'emissione monetaria che trasforma la Banca Centrale da ente gestore ad ente proprietario dei valori monetari". La richiesta però viene respinta ed il Tribunale condanna Auriti al pagamento delle spese di giustizia.  Nel 2000 Giacinto Auriti a sue spese con l'aiuto dell'allora Sindaco di Guardiagrele Mario Palmerio condusse un esperimento nella sua cittadina natale emettendo la moneta popolare SIMEC con lo scopo di provare le sue teorie sulla creazione di valore della moneta da parte della cittadinanza.  In seguito ad un intervento della Guardia di Finanza su disposizione della Procura di Chieti i SIMEC in circolazione vennero però confiscati e l'esperimento fu interrotto. Ma l'iniziativa ebbe successo perché i SIMECerano ceduti alla pari in cambio di lire e ritirati al doppio del valore originario.
Le teorie di Giacinto Auriti solo ultimamente iniziano a trovare spazio nell'ambito della comunità scientifica di rilievo sopratutto dopo la privatizzazione delle banche centrali degli Stati e la cessione della sovranità monetaria di quest'ultimi alla Banca Centrale Europea ricadendo nell'ambito di quelle particolari teorie definite "del complotto" del Signoraggio diffuse sopratutto attraverso internet in special modo all'interno dei siti che si occupano della sovranità popolare della moneta.Pertanto al fine di esplorare questo "universo"siamo stati in Abruzzo ad intervistare gli allievi del Prof. Giacinto Auriti. In particolare abbiamo intervistato a Pescara Gianluca Monaco il Segretario della Scuola di Studi Giuridici e Monetari "Giacinto Auriti" (sito www.giacintoauriti.com).

666GiudaicoMassonica

niente di meno può essere chiesto niente di meno di può essere ottenuto: noi rivendichiamo la sovranità monetaria tutto il resto appartiene alla terza guerra mondiale nucleare di cui i ricchi i politici ed i massoni si faranno carico! ] [ L'Eredità di Auriti - Intervista al Segretario della Scuola. (ASI) Abruzzo - Siamo stati in questi giorni in terra d'Abruzzo la patria del Prof. Giacinto Auriti saggista giurista e politico italiano  vissuto a Guardiagrele un paese in Provincia di Chieti sul massiccio della Majella. Il Prof. Giacinto Auriti scomparso nel 2006 è stato il "padre" del Simec la prima moneta contemporanea di proprietà popolare e l'ideologo della teoria da lui definita  del  "valore indotto della moneta". Le sue tesi vengono utilizzate oggi per sostenere la "teoria del complotto del signoraggio". All'interno il video dell'intervista a Gianluca Monaco segretario della Scuola Studi Giuridico-Monetari "Giacinto Auriti"

666GiudaicoMassonica

Ecco i giochi di Potere dietro Bankitalia a discapito della Sovranità di Stato.  Che manovre ci sono attorno alla banca d'Italia e che danni subirà lo Stato Italiano? ciò che è avvenuto negli ultimi anni e dalla quale si evince la brusca accelerata alle riforme finanziarie e monetarie ed agli assetti sociali di Banca d'Italia imposti dalla BCE e dal SEBC in base ai loro Statuti che sono stati ratificati con i Trattati di Maastricht e Lisbona dai nostri politici e "tecnici". Come noterete il problema non è ECONOMICO ma è GIURIDICO perchè è con la LEGGE che hanno potuto espropriarci dei nostri "valori monetari" e dei nostri "mezzi di produzione" che creano VALORE. Nel 2004 l'allora ministro Tremonti preparò la bozza di quella che sarebbe divenuta la L.262/05.
( http://www.camera.it/parlam/leggi/05262l.htm )
Nella bozza si prevedeva la ridefinizione delle quote private della Banca d'Italia e fu previsto che tali quote private andassero allo Stato tramite i suoi Enti e le sue Aziende partecipate a maggioranza come previsto all'Art. 3 dello Statuto della Banca d'Italia ( prima della sua modifica ). Il governo italiano infatti si accorse che i partecipanti al capitale di Banca d'Italia erano per il 95% istituti di credito privati e non pubblici.
Inoltre il Ministro Tremonti prevedeva nella bozza della L.262/05 la trasparenza del'operato della Banca d'Italia.
- La BCE rispose che tale passaggio di quote in mano pubblica avrebbe potuto esserci ma ricordò al governo italiano che il Trattato UE all'Art.108 ( ex Art.107 di Maastricht ) sancisce la piena autonomia ed indipendenza del Sistema Bancario Centrale Europeo di cui fa parte la Banca d'Italia e pertanto pur avendo la proprietà pubblica della Banca d'Italia il governo non poteva comunque prendere decisioni di politica monetaria anche se  l'Art. 3 dello Statuto della banca centrale italiana  scritto nel 1936 prevedeva che la maggioranza delle azioni fossero pubbliche. Inoltre la BCE invitava il governo a modificare tale Art.3 dello Statuto della Banca d'Italia aggiornandolo alla effettiva composizione societaria della stessa.
Nella stessa risposta la BCE puntualizzava che lo Statuto del S.E.B.C. prevede il segreto sulle operazioni di politica monetaria e finanziaria delle banche centrali. ( rif. Parere CON/2005/34 )
http://www.ecb.europa.eu/ecb/legal/pdf/it_con_2005_34_f_sign.pdf

666GiudaicoMassonica

Padoan chiede cambio agenda politica economica in Europa. venerdì 28 marzo 2014. Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan ha chiesto oggi un cambio di passo nell'approccio europeo alla politica economica facendo eco alle richieste di maggior attenzione a crescita e occupazione sostenute dal premier Matteo Renzi. [ bla bla bla dei traditori massoni senza sovranità monetaria! ] "È il momento di dire che bisogna cambiare l'agenda di politica economica in Europa... Quello che manca è un ragionamento serio non finto e non ideologico sulla crescita" ha detto il ministro a un convegno della Luiss sui Guido Carli. [ bla bla bla dei traditori massoni senzaa sovranità monetaria! ] Il mese scorso la Commissione europea ha retrocesso l'Italia nel club dei Paesi con "squilibri macroeconomici eccessivi" assieme a Slovenia e Croazia. L'Europa mostra di avere dei dubbi sulla capacità del governo di garantire il pareggio di bilancio nel 2014 e ridurre il rapporto debito/Pil in linea con la regola del ventesimo stabilita dal Fiscal compact. [ bla bla bla dei traditori massoni senza sovranità monetaria! tu devi avere un fiscal compact nelle corna ] Ma Roma finora ha escluso l'ipotesi di ulteriori manovre correttive sul deficit. Al contrario per spingere il Pil che dal 2008 ha perso quasi nove punti Renzi ha annunciato 10 miliardi di riduzione delle tasse per i redditi più bassi il pagamento di decine di miliardi di debiti della Pubblica amministrazione e riforme costituzionali e del lavoro. L'ex sindaco di Firenze da luglio presidente di turno dell'Unione europea ha promesso di rispettare tutti gli impegni presi a livello Ue ma ha anche definito "obsoleti" e lontani dalle esigenze dei cittadini i vincoli del Patto di Stabilità. Padoan da capo economista dell'Ocse si è battuto per privilegiare la crescita rispetto all'austerity. [ bla bla bla dei traditori massoni senza sovranità monetaria! tu devi avere un fiscal compact nelle corna ]
666 bildenberg farisei salafiti 322 -- voi siete 4 bastardi!
Benjamin Netanyahu -- anche se i satanisti hanno collezionato continue sconfitte in questi sei anni tuttavia non si arrendono sono tenaci.. ma la loro rovina è fatale! si possono suicidare per me.. non posso salvare gli assassini criminali massoni farisei e satanisti e poi perdere le persone oneste!


2014-03-30. Imprenditore triestino protesta salendo sulla cupola di San Pietro. Ha passato la notte sulla cupola di San Pietro l'imprenditore triestino che ieri pomeriggio vi è salito per la quarta volta. L'uomo protesta contro le politiche economiche che danneggerebbero la sua attività. del sito Radio Vaticana [ assassini traditori mssoni che avete pugnato i popoli per rubare la sovranità monetaria e fare diventare una truffa la sovranità politica! ]
Centrafrica: nuove violenze a Bangui. [ la LEGA ARABA con la Sharia è diventata un motivo di destabilizzazione mondiale  ] Ancora violenze nella Repubblica Centrafricana. Sabato ma lo si è saputo solo oggi almeno 8 persone sono rimaste uccise e molte altre ferite nel corso di disordini avvenuti a Bangui. Soldati del Ciad sono intervenuti nella capitale per rimpatriare alcuni loro connazionali in fuga dai combattimenti che da mesi stanno investendo il Paese. Improvvisamente la situazione è degenerata ma ancora non è chiaro il motivo dei disordini. A fronte dell'insicurezza generale l'Unione europea si è detta pronta ad inviare un proprio contingente per sostenere le forze francesi e africane in Africa centrale. Mercoledì ci sarà un pronunciamento in tal senso. (B.C.)
http://it.radiovaticana.va/news/2014/03/30/centrafrica:_nuove_violenze_a_bangui/it1-786231

NEW YORK 30 MARzo. Addio Little Italy a rischio estinzione. [ il processo di massificazione spersonalizzazione delle individualità collettive ed individuali è inarrestabile.. affinché i popoli non abbiano più nessun motivo per lottare contro i loro padroni farisei Illuminati Spa il controllo elettronico e soprannaturale di forze demoniache che i farisei Bildenberg hanno messo sul mondo. questo è il nuovo ordine mondile! ] Affitti alle stelle molti ristoranti chiudono battenti. Un pezzo della storia di New York City sta per scomparire. L'aumento del costo degli affitti e cambiamenti demografici hanno portato Little Italy "sull'orlo dell'estinzione": una volta era un quartiere di 50 isolati ora ne conta 3. Cosi' il New York Post descrive la situazione dello storico quartiere citando proprietari di ristoranti costretti a chiudere a costo degli affitti altissimi: 8 solo nell'ultimo anno. Tra questi anche 'Il Fornaio' una volta di proprietà di un gangster.

Turchia: Femen contro Erdogan a seggio. "Erdogan via" la scritta sul petto delle attiviste. [] se questo criminale nazista islamico sharia ottomano saudita salafita non viene cacciato? presto le donne turche andranno in giro con il burka

questo Islam senza reciprocità e senza diritti umani sotto egida ONU totalmente criminale deve smettere di continuare ad essere una assoluta minaccia e destabilizzazione per i popoli del mondo! finché la sharia non viene abolita devono essere chiuse le Moschee e deve essere impedito l'assembramento delle strde.. sono loro che devono dimostrare di non essere islamici condannando la sharia! ] Supreme Court gives prosecutors jurisdiction in int'l waters. Italian prosecutors can now go after int'l human traffickers. 28 March ROME Italy's supreme Cassation Court has given Italian prosecutors jurisdiction over human traffickers caught in international waters while ferrying refugees to Italy at exorbitant prices then abandoning them on unseaworthy boats on high seas at the mercy of Italian rescuers. The verdict upheld an appeal by prosecutors in the southern city of Catania who petitioned against the release from prison of a human trafficking suspect Tunisian boatman Haji Hassan. He was picked up by a Liberian-flagged merchant ship from an inflatable with 16 Syrians on board after a Tunisian trawler had given them food and signaled for them to be rescued. They had boarded a bigger mother ship with a six-man crew in Libya in May after paying $3000 each and were then abandoned on the inflatable. The migrants told authorities Hassan was one of the crew members from the mother ship. A Catania court had ordered him released from prison because the migrants were trafficked and abandoned in Maltese and international waters

NAPLES [ non esisterebbe un problema migrazione se massonini farisei illuminti Bildenberg non avssero distrutto la nostra civiltà ebraico-cristiana fino a creare i mostri gender totalmente al di fuori della legge naturale.. così deprivati di sovranità monetaria di fatto guidati dalla massoneria noi siamo deprivati anche di sovranità politica reale e i nostri popoli sono in totale pericolo nelle mani di autentici criminali traditori al soldo di Rothschild ] The European Commission representation in Italy on Friday announced a conference titled 'Europe and Migration Policies' to take place in Naples on March 31. Coordinated by the Florence-based European University Institute's Migration Policy Center the conference aims at bringing policymakers experts and migrant representatives together to discuss migration demographic changes in the Mediterranean integration and citizenship.

Egitto: scontri al Cairotre vittime tra cui una giornalista. Seguiva da cronista disordini con pro-Morsi polizia e residenti [ questo è il classico esempio di terroristi che agiscono per potenze islamiche come la Turchia ed Arabia Saudita]

Grecia [ non credo che una legge debba calare dall'alto non tenendo conto della conformazione del territorio greco ]: ora è il latte fresco il nuovo ostacolo del governo. [ Il contrasto tra difficile mercato interno e regole comunitarie ] COME LA TROIKA METTE IL CAPPIO AI POPOLI. 24 marzo ATENE Le verifiche della troika (Fmi Ue e Bce) sull'andamento dei conti e delle riforme in Grecia sono terminate ma le difficoltà per il governo rimangono. L'accordo raggiunto con i rappresentanti dei creditori internazionali (ladri usurai farisei Illuminati Spa FMI che hanno rubato la sovranità monetaria corrotto la politica attraverso la massoneria Bildenberg) crea infatti non pochi grattacapi al governo e apre una serie di discussioni sulla sua efficacia. Dopo l'ottimismo con cui ha accolto la fine delle trattative con la troika e il raggiungimento dell'accordo che apre la strada all'assegnazione di nuovi aiuti ora il governo di Atene deve fare i conti con un gruppo anche se piccolo di parlamentari della maggioranza eletti in sedi periferiche che esprimono perplessità sull'efficacia di alcune riforme strutturali proposte dall'Ocse e considerate dai rappresentanti della troika di fondamentale importanza per il rafforzamento della competitività dell'economia greca tra cui quella che riguarda la data di scadenza del latte fresco. [ quale è la normativa del latte europeo? supera i 5 giorni per essere dichiarto fresco a 10 giorni? ] La Grecia è tuttora l'unico Paese dell'Unione Europea che definisce per legge come latte "fresco" quello di semplice o di bassa pastorizzazione e fissa in cinque giorni la durata del prodotto per il consumo. La troika ovviamente non poteva non chiedere l'armonizzazione della legislazione greca a quella dell'Ue. "Tutti i Paesi dell'Unione europea hanno due tipi di latte. Dovete anche voi seguire la pratica comunitaria" sembra aver detto durante le trattative il tedesco della troika Matthias Mors al ministro greco per lo Sviluppo Costis Hatzidakis. In altre parole la troika ha chiesto che la durata del prodotto non sia più decisa dal governo ma che sia compito dell'azienda produttrice stabilirla a seconda della tecnologia di cui dispone come avviene con tutti i prodotti alimentari. Inoltre la riforme strutturali proposte dall'Ocse mirano secondo la troika anche alla riduzione del prezzo dei prodotti alimentari tra cui pure quello del latte fresco che attualmente in Grecia costa oltre il 30% in più della media europea mentre quello del latte pastorizzato è tra i più alti in Europa e nonostante la crisi economica negli ultimi tempi è aumentato del 13%. Da parte loro i deputati che si oppongono alla riforma sostengono che essa non porterà ad alcuna riduzione del prezzo del latte e che invece mira a favorire l'importazione di questo prodotto da altri Paesi dell'Europa del Nord danneggiando così gli allevatori greci. cosa farà l'ex premier socialista Giorgos Papandreou e il gruppo dei deputati a lui vicini soprattutto per quanto riguarda la ricapitalizzazione delle banche.

Mo [ assassini terroristi senza reciprocipocità che uccidono persone innocenti per blasfemia ed apostasia quindi noi dobbiamo demolire tutte le Moschee del mondo ai nazisti assassini ]: Anp dice Israele non vuole liberare prigionieri perché noi siamo i nazisti che non riconoscendo lo Stato di Israele noi abbiamo progettato la Shoah 2. Vice ministro Abu Ain decisione legata a estensione trattative. Mo:Anp accusa Israele si rimangia impegno rilascio detenuti. [ non c'è nulla che può essere ottenuto da Israele perché ogni contratto giuridico non è valido se i contaenti non sono riconosciuti giuridicamente! ] Ultima crisi su negoziati pace ormai in stallo Usa in affanno. 28 marzo
TEL AVIV Israele non intende mantenere per ora l'impegno sulla liberazione della quarta tranche di detenuti palestinesi ( terroristi assassini con le mani bagnate di sangue innocente! a denunciarlo e' l'Autorita' nazionale palestinese (Anp) che accusa lo stato ebraico - da dove tuttavia non arrivano conferme ufficiali - di voler far saltare le trattative di pace promosse dagli Usa ponendo nuove condizioni.
Benyamin Netanyahu ricorrerò io alle organizzazioni internazionali per discutere la mancanza di libertà di religione e la mancanza di diritti umani quindi il CRIMINE DI FIANCHEGGIAMENTO DI ATTIVITà TERRORISTICHE IN MODOO DI CRIMINE IDEOLOGICO!  QUINDI NON SOLO terroristi non possono più essere rilasciati ma devono essere giustiziati!  il negoziatore capo israeliano Tizpi Livni ha sostenuto di recente che e' Abu Mazen ad avere in mano ''le chiavi'' delle celle dei detenuti (condannati a suo tempo in Israele per "terrorismo").

[ questo articolo è una totale menzogna del sistema massonico Bildenbeg Troika di anticristi complici degli islamici per la rovina di Israele e del genere umano ]
Egitto: Bruxelles dice peggiorate libertà stampa e associazione [ ma non può essere dimenticato quello che i fratelli musulmani hanno fatto cioè epurazione delle opposizioni e consegnati uffici ministeri MediaTV ai loro complici della sharia per il califfato mondiale.. è giusti quindi che coloro che hanno rovinato la democria in Egitto UE USA; LEGA ARABA ora siano arrestati percé facenti parte di un complotto saudita che ha distrutto in pochi giorni 60 Chiese 2000 attività commercilai di cristiani e molti omicidi ] ovviamente le Condanne non sono state 'sproporzionate' 27 marzo In Egitto "dopo la cacciata di Mohammed Morsi la sfiducia e la polarizzazione hanno caratterizzato la scena politica" e allo stesso tempo "si sono deteriorate le libertà di stampa e di assemblea". Ad affermarlo e' l'ultimo rapporto annuale Ue che tira le somme dei risultati della politica di vicinato nei Paesi del Mediterraneo meridionale e dell'Europa orientale. [ TUTTO FALSO ]  Erdogan ha mandato una nave piena di armi ai "fratelli musulmani per realizzare il Golpe" quindi l'Egitto aveva bisogno di misure straodinarie per uscire da questo attacco internazionale al fine di non trasformarsi in una nuova Siria! islamici sono terroristi e devono essere emargnati affinché il potere torni ai laici i soli che possono conoscere le regole democratiche! .. quindi non potere dare standar europei o internazionali ad al-Quaeda è logico che lo Stato Egiziano avrà bisogno di alcuni nni per uscire dal naziso islamico che un 10% della popolazione ha imposto al resto del Paese.. la accusa e le calunnie della UE USA Bildenberg lasciano capire chiaramente come sono criminali senza sovranità monetaria i nostri massoni.. è andata male a Rothschild in Egitto!
my Holy JHWH -- non ho mentito non ho fatto del male a persona innocente ma una massa di criminali è offesa contro di me!

lorenzojhwh Unius REI 4 mesi fa. [ non sno preoccupato che i satanisti della NSA mi abbiamo imprigionato tra filtri tutto il mio lavoro.. perché nessuno uò imprigionare lo Spirito Santo! ] [http://israelnationaltv.myblog.it] my fight against youtube666 was born from the impossibility of being able to publish this article on his youtube channel for guilty their satanists Nsa
http://www.youtube.com/user/israelnationaltv/discussion
http://www.youtube.com/user/theyearinreview/discussion #Jews do not have any importance for #YHWH if you have become all Satanists and all Masons because no swearing and no blood pact may break the tie #inviolable your #Jewishness! all your lives are mine arise then then now also from hell if need be I give you my power and the #authority to do so because soon the whole #humanity will go lost very soon and #monsters #aliens #Islamists #Satanists destroy finally the world of men!
into fastweb wireless key's word: said: Rothschil masonic system esoteric agenda big eye big brother Spa Nsa aliens abductions FMI-NWO: * * dead - ANSWER - .. lol .. REALLY MY DEAR FRIEND? 1000 and 1000 TIMES more and more will be for you that this your kindness. deaddead died defunct slack breathless complete complete full whole Entire all-out dead deceased deceased dead deceased deceased late dead defunct insensitive insensitive insensitive callous unfeeling indifferent dead out of use down antiquated dead off off turned off dull extinct sad dead perfect perfect complete faultless absolute consummate dead morto dead died defunct slack breathless completo complete full whole entire all-out dead deceduto deceased dead defunto deceased late dead defunct insensibile insensitive insensible callous unfeeling indifferent dead fuori uso down antiquated dead spento off turned off dull extinct sad dead perfetto perfect complete faultless absolute consummate dead CSPBCSSMLNDSMDVRSNSMVSMQLIVB. amen
[ http://israelnationaltv.myblog.it ] la mia lotta contro youtube666 nasce dalla l'impossibilità di poter pubblicare questo articolo sul suo canale youtube per colpa loro satanisti Nsa
http://www.youtube.com/user/israelnationaltv/discussion
http://www.youtube.com/user/theyearinreview/discussion #Jews  non hanno alcuna l'importanza per #YHWH  se siete diventati tutti i satanisti e tutti i massoni perché no bestemmiando e no patto di sangue può rompere il legame #inviolable  la vostra #Jewishness ! tutte le vite sono mie sorgono poi poi oggi anche da inferno se necessario vi do la mia potenza e il #authority farlo perché ben presto l'intero #humanity  andrà hanno perso molto presto e #monsters  #aliens  #Islamists  #Satanists  distruggono finalmente il mondo degli uomini!
in parola di chiave wireless Fastweb: ha detto: Rothschil sistema massonica agenda esoterico grande occhio grande fratello Spa Nsa alieni rapimenti FMI-NWO: ** morti - RISPOSTA - .. lol .. DAVVERO MIO CARO AMICO? 1000 e 1000 volte più e più sarà per voi che la tua gentilezza. morto morto morto defunto molle senza fiato completo completo ricco complesso Intero a tutto campo morto morto morto morto morto morto in ritardo morto defunto insensibile insensibile insensibile insensibile insensibile indifferente morto fuori uso giù antiquata morto spento spento spento opaco spento triste morto perfetto perfetto completo impeccabile in assoluto consumata morto morto morto  è morto defunto molle senza fiato completo completo pieno intero intero a tutto campo morto deceduto morto morto defunto morto in ritardo morto defunto insensibile insensibile insensibili insensibile insensibile  indifferente morto Fuori Uso giù antiquata morto Spento spento spento opaco spento triste morto perfetto perfetto completo impeccabile in assoluto consumata morto CSPBCSSMLNDSMDVRSNSMVSMQLIVB. amen
dove l'Islam è ancora una minaccia per le Nazioni vicine sotto egida ONU NATO. ANKARA. Il premier turco islamista assassino nazi sharia ha annunciato prima del voto che se il suo partito islamico Akp subirà un crollo di consensi e non otterrà questa sera il primo posto lascerà la politica. sarebbe una pesante sconfitta personale per Erdogan In chiusura della campagna il principale leader dell'opposizione Kemal Kilicdaroglu ha invitato gli elettori a non votare "per un governo corrotto" e a "ripulire" la politica.Dopo una campagna infiammata e ricca di veleni il voto di oggi è letto dagli analisti turchi come una sorta di referendum sul sempre più contestato premier e una prova generale in vista delle presidenziali del 10 agosto. I partiti di opposizione hanno espresso il timore di possibili brogli su larga scala. Tornando alle violenze di oggi due persone sono state uccise e nove ferite in uno scontro fra i sostenitori di due candidati sindaci a Kirikhan (Hatay). Altri quattro morti si registrano a Hilvan vicino a Sanliufra durante uno scontro fra i candidati di clan rivali. Nel villaggio di Ciftlik sempre nella provincia di Sanliufra scontri fra altre due famiglie politicamente opposte hanno fatto nove feriti.

666GiudaicoMassonica
28 marzo Maro': ammesso ricorso contro Nia. Sospeso processo prossima udienza fissata tra 4 settimane. [ ma se non c'è la potenza della Comunità Internazione che fine può fare una persona innocente nella giustizia indiana satanica? ]
la guerra mondiale ora è più vicina! la LEGA ARABA ha lanciato la sfida al Genere Umano] questa non è una bella notizia per il genere umano e neanche per l'Islam. Recep Tayyip Erdogan. Dopo 12 anni al potere continua cavalcata del "sultano". salafita nazi sharia califfato mondiale. il suo obiettivo è conquistare tutta l'Europa Orientale ecco perchè aspetta la opportunità della Guerra Mondiale. ] [ E' un Erdogan già dalla retorica muscolare ma ancora ideologica. "La democrazia è come un tram - spiega - quando si è arrivati dove si vuole si scende". Abilmente vara riforme economiche europee da avversario si converte in sostenitore di una adesione all'Ue incassa l'appoggio di Bruxelles nello scontro di potere con i generali kemalisti garanti della laicità dello stato - a decine finiscono in prigione accusati di presunti golpe - da lui vinto lancia un'ambiziosa politica estera 'neo-ottomana'. Il suo partito trionfa alle politiche del 2007 e del 2011. L'economia viaggia a ritmi di crescita 'cinesi' la Turchia è la 17ma potenza economica del mondo. Sposa la causa delle primavere arabe rompe i rapporti con Israele flirta con Hamas e Fratelli Musulmani entra nell'asse sunnita con Qatar Egito e Arabia saudita si vede 'grande leader' del Medio Oriente dove esplode la sua popolarità. Nella primavera 2013 inizia un 'annus horribilis' un continuo precipitare dopo 11 anni di successi e di potere incontestato. La sua politica siriana aggressiva si rivela un boomerang. L'ex amico Bashar al Assad non cade i ribelli sunniti 'moderati' da lui appoggiati sono soprattutto jihadisti si incrinano i rapporti con Iran Iraq Russia e Egitto. In giugno esplode la rivolta di Gezi Park. Milioni di giovani turchi contestano la svolta autoritaria e l'islamizzazione del Paese imposte dal premier rivendicano più democrazia e libertà. Erdogan ordina una feroce repressione. Muoiono sei ragazzi migliaia i feriti. Dal mondo arriva una valanga di condanne. L'immagine internazionale del sultano si offusca. Il 17 dicembre esplode la tangentopoli turca che coinvolge decine di nomi eccellenti. Erdogan denuncia un tentativo di golpe degli ex alleati della confraternita islamica di Fetullah Gulen lancia purghe di massa in polizia e magistratura per insabbiare le inchieste. Fa votare a passo di carica leggi liberticide per controllare il sistema giudiziario e imbavagliare internet. Blocca Youtune e Twitter. Ma le registrazioni compromettenti lo inseguono e le accuse di corruzione nepotismo gestione opaca del potere. "Erdogan è ferito mortalmente ha scritto prima del voto il politologo Ahmet Insel ma non cadrà subito".

Jezebel II 666 IMF-NWO
è un islam minaccioso aggressivo omicida senza tolleranza e senza reciprocità finanziato: in tutto il mondo: dai paesi del Golfo..  l'islam sta destabilizzando i popoli del mondo! quindi è indispensabile affrontare il problema nazi sharia! [ perché direttamente indirettamente è sempre il loro il problema del terrorismo islamico.. a cui non deve più essere concessa nessuna attenuante! i loro metodi sono quelli di Maometto il pedofilo assassino: il GENOCIDIO! LE  sigle sono folcloristiche qui si chiamano Seleka islamici ] Centrafrica uccisi 24 civili a Bangui Da soldati Ciad islamici che evacuavano loro concittadini. BANGUI 30 MARzo. E' salito a 24 il bilancio dei civili uccisi a Bangui da soldati del Ciad arrivati sul posto per rimpatriare alcuni loro connazionali in fuga dalle violenze nella Repubblica Centrafricana. "Ci sono 24 corpi identificati e ammassati e più di 100 feriti gravemente" nel quartiere nord di Bangui ha detto il sindaco Odette Dombolo del piccolo comune di Begoua vicino a Bangui precisando che il bilancio é ancora provvisorio. I reparti militari del Chad si sono resi artefici della uccisione di otto persone nella capitale Bangui della Repubblica Centrafricana lo ha detto il rappresentante della missione di pace africana in CAR. I soldati del Ciad sono stati inviati a Bangui per assistere al rimpatrio dei loro concittadini. La situazione è peggiorata nella CAR ai primi di dicembre 2013 quando nella capitale Bangui ci furono scontri tra militanti ribelli islamisti e la comunità cristiana. Secondo le Nazioni Unite durante il conflitto un milione di persone sono state costrette ad abbandonare le proprie case.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_03_30/i-soldati-del-Ciad-hanno-ucciso-otto-persone-a-Bangui-Repubblica-Centroafricana-0496/


Jezebel II 666 IMF-NWO
Il Dottor Money e i martiri della follia gender [si è aperta l'era del mostro gender questa è l'alba della civiltà NWO satanica. ] Un libro racconta la tragedia dei gemelli Reimer
Miguel Cuartero Samperi. 24.03.2014. ©Public Domain. Il triste caso dei gemelli Reimer. Che gioia nella famiglia Reimer quando il 22 agosto del 1965 nacquero i due gemellini omozigoti Bruce e Brian due bei maschietti identici che come tutti i bebè vennero al mondo con quell'aria innocente di chi non sa immaginare quali avventure quali gioie e quali dolori avrebbero dovuto affrontare in questa vita. Nessuno in quel momento avrebbe potuto minimamente sospettare le dolorose e atroci vicende che attendevano i due piccoli neonati di Winnipeg (Canada). Gli ingredienti che hanno rovinato l'esistenza delle due creature furono un maldestro errore chirurgico degno dei peggiori casi di malasanità e l'intervento di un folle dottore più interessato alle sue fantomatiche teorie scientifiche che al benessere dei suoi pazienti: lo psicologo e sessuologo neozelandese John William Money. Un tragico errore. A circa sette mesi dalla nascita fu diagnosticato ai gemelli un problema di fimosi risolvibile con una piccola operazione.  Quello che doveva essere un semplice intervento chirurgico di circoncisione si convertì in una tragedia quando a causa di un errore del medico o per il malfunzionamento del cauterizzatore l'organo sessuale del piccolo Bruce venne bruciato e irrimediabilmente compromesso. Fu così che il piccolo Bruce perse l'uso del pene ustionato per errore e iniziò il suo doloroso calvario.
L'incontro col mostro. Fu a questo punto che i genitori disperati per la situazione del piccolo Bruce incontrarono sul loro cammino il fondatore della "teoria del genere" il dottore John William Money (che in italiano si tradurrebbe "dottor Denaro"). Nel febbraio del 1967 lo videro in un programma televisivo: lo psicologo si presentava come un luminare un pioniere nel campo del cambio di sesso fu tra i primi a contrapporre il "genere" al sesso biologico e ad affermare con pretesa di rigore scientifico che la cultura e l'educazione potevano imprimere sull'individuo un progetto diverso da quello previsto dalla natura. In altre parole: se la natura definiva il sesso biologico il genere veniva deciso dalla persona "creato" e rafforzato  dall'esterno (prescindendo dal patrimonio sessuale genetico) tramite operazioni chirurgiche cure ormonali e - soprattutto - una educazione sociale e culturale al "genere" scelto. Dopo essersi occupato di persone affette da ermafroditismo Money iniziò a sperimentare le sue teorie operando veri e propri cambiamenti di sesso diventando l'esperto numero uno nel campo della riassegnazione sessuale e gestendo la prima clinica al mondo dedicata a questi interventi. Una malsana idea. I genitori disperati per il futuro di Bruce e colpiti dalla sicurezza con cui si presentava il dottor Money decisero di incontrarlo e di affidare alla sua esperienza il caso dei due gemelli. Il disperato bisogno di aiuto di Ron e Janet coincise con la necessità di ulteriori esperimenti e di affermazione professionale da parte del dottore Money che non perse la ghiotta occasione per mettere in pratica le sue teorie con il povero Bruce. Money consigliò una riassegnazione del sesso e cominciò ad intervenire sul piccolo (di due anni) prima cambiando il suo nome in Brenda poi iniziando una cura ormonale infine imponendogli una vita da femminuccia tramite l'uso di vestiti giochi modi atteggiamenti femminili. Nel luglio del 1967 Bruce venne operato: gli venne costruita chirurgicamente una rudimentale vagina. Così il piccolo corpo di Bruce (ha due anni!) fu trasformato in un corpo femminile. Il dottore decise inoltre di incontrare i due gemelli una volta all'anno per valutare lo stato del suo esperimento. Dopo alcuni  anni fu lo stesso ragazzo ad affermare: "E' stato come un lavaggio del cervello" (cfr. "Bruce Brenda e David" San Paolo 2014). Gli applausi del mondo e il dramma interiore. Nel 1972 in un libro intitolato "Man&Woman Boy&Girl" il dottore Money esposte con orgoglio e trionfalismo i suoi risultati: era riuscito a creare con successo una identità femminile in un bambino che era nato maschietto a tutti gli effetti. Con ciò Money offriva la "prova conclusiva" che "non si nasce maschi né femmine ma lo si diviene" (p. 95). I suoi studi ed esperimenti richiamarono l'attenzione e il plauso del mondo accademico e della stampa non specializzata: il mondo intero ammirava le sensazionali scoperte del dottore Money; diversi settori progressisti come il movimento femminista e i circoli omosessuali credettero di trovare una base scientifica per le loro battaglie per la liberazione dallo schema tradizionale maschio-femmina stabilito una volta per tutte dalla natura. Ma dietro questo apparente successo il dramma vissuto da Bruce-Brenda smentiva i risultati paventati dal dottore Money. Brenda si comportava da maschio si sentiva impacciata nei vestiti femminili voleva giocare coi giochi del fratello aveva la voce maschile rimaneva in piedi per fare la pipì e col passare degli anni capiva di essere diversa qualcosa in lei non andava qualche cosa non le era stato detto. Il fratello Brian ricordando Brenda disse: "Quando dico che non c'era nulla di femminile in Brenda... intendo proprio nulla" (p. 81). La situazione precipita la verità emerge. A nulla servirono i consigli di Money la situazione di Bruce-Brenda continuò a degenerare. Gli incontri tra il dottore Money e il piccolo paziente divennero sempre più intimi e invasivi (cfr. pp. 107-126): linguaggio esplicito visioni di immagini e film pornografici simulazioni di rapporti i gemelli venivano costretti a spogliarsi per confrontarsi... Il dottore propose ai genitori visite psichiatriche diagnosticò a Brenda una depressione affermò che aveva tendenze bisessuali o omosessuali perché provava attrazione verso le femmine consigliò di girare nudi per casa e di frequentare circoli nudisti. A 12 anni iniziò il bombardamento ormonale per far sviluppare a Brenda i caratteri femminili ma il bambino oltre a rifiutare i farmaci iniziò a mangiare a dismisura per camuffare i fianchi e i seni che iniziavano a crescere (pp. 159-161). Nel 1978 dopo che il professore Money organizzò a Brenda un incontro con un transessuale il bambino - che già soffriva di attacchi di panico ansia e sintomi associati al suicidio - decise di farla finita con i test e le sedute minacciando di togliersi la vita se fosse stata costretto ad incontrare ancora il dottore (pp. 169-172). "Voglio tornare ad essere maschio!". Finalmente i genitori svelarono a Brenda il suo segreto; saputa la verità sulla sua storia Brenda decise di tornare ad essere come la natura lo aveva fatto: un maschio. Diverse operazioni chirurgiche ripristinarono i suoi organi sessuali eliminò il seno e cambiò nuovamente nome: nel 1980 iniziò una nuova vita col nome di David. David si sposò e assieme a sua moglie Jane adottarono dei figli ma per tutta la vita si portò dentro i conflitti e le atroci ferite procurategli da quella triste infanzia. Martiri dell'ideologia gender. Il 5 maggio del 2004 David si tolse la vita sparandosi mentre viaggiava in auto. A far precipitare la situazione fu l'improvvisa morte del fratello Brian che fu trovato morto nel suo appartamento nella primavera del 2002 dopo un aver assunto mix letale di antidepressivi e alcool. La depressione portò Brian a perdere il lavoro a separarsi dalla moglie e a rifugiarsi nell'alcool. Un tragico epilogo per la vita dei due gemellini di Winnipeg immolati sull'altare della teoria gender utilizzati come cavie per i macabri esperimenti del dottore Money e la sua battaglia socio-politica vittime innocenti di una ideologia che oggi nel 2014 torna di moda e viene innalzata a modello dai politici professori maestri dottori della nostra società. Fu grazie all'interesse del giornalista canadese John Colapinto (Toronto 1958) che la vera storia dei gemelli Reimer fu resa pubblica senza travisamenti né vizi ideologici per la prima volta in un articolo su Rolling Stone nel 1998 a 30 anni di distanza dalla vicenda. L'articolo provocò un grande scalpore in tutto il mondo perché raccontava una versione della storia diversa da quella raccontata dallo stesso Money; ma già il dottore Milton Diamond aveva dimostrato il fallimento dell'esperimento su Bruce in un articolo specializzato pubblicato nella rivista Archives of Pediatrics and Adolescent Medicine.  Tutti i dettagli della storia furono raccolti presentati a un pubblico più ampio col libro As nature made him ("Come Natura lo ha fatto") pubblicato da Colapinto nel 2000. Finalmente oggi grazie alle edizioni San Paolo il libro è stato tradotto e pubblicato in italiano col titolo "Bruce Brenda e David" (San Paolo 2014): un documento imprescindibile per il dibattito sull'ideologia del genere che in questo periodo si è acceso vivamente in Europa e nel nostro paese.

Jezebel II 666 IMF-NWO
crimine RAI. Pubblicato in data 30/set/2013 /watch?v=H6FDaS_eU2Y
Segui Senato Cinque Stelle su: crimine RAI.
L'intervista integrale di Ballarò a Grillo che non andrà mai in onda
Facebook: http://www.facebook.com/SenatoCinqueS...
Twitter: http://twitter.com/Senato5Stelle
Iscriviti al nostro canale: L'intervista integrale di Ballarò a Grillo che non andrà mai in onda
Una Troupe di Ballarò intervista Beppe Grillo a Roma. Questo video è la versione integrale non tagliata dell'intervista.

Jezebel II 666 IMF-NWO
Se a far paura è il matrimonio cristiano [ globalisti e bildenberg sono così disperati che hanno optato nel loro NWO FMI per la umanità sintetica: Gmos gender.] Le polemiche suscitate in Spagna dal libro di Costanza Miriano fanno pensare che il problema non sia il "sottomessa" ma il "sposati". Costanza Miriano. ALTRO DI QUESTO AUTORE (13)
19.12.2013. ©Corinne SIMON/CIRIC. Pensa che c'ero caduta anche io. Col fatto che da un mesetto rispondo a giornalisti stranieri che mi chiedono "perché sottomessa?" (in molteplici varianti tra cui "cos'è la sottomissione?" e la più stupida "chi lava i piatti a casa sua?") e lo faccio in varie lingue (itagnolo inglano) con abnegazione e grande padronanza di me cercando di evitare alterazioni isteriche del tono di voce mi ero ingenuamente convinta che fosse la parola sottomessa a disturbare nel titolo del mio libro. A far scomodare addirittura la ministra della sanità e delle pari opportunità Ana Mato che ha chiesto il ritiro in Spagna del mio libro "Cásate y se sumisa" dal commercio. A far parlare l'intero parlamento spagnolo (sono contenta di sapere che tutti i problemi più urgenti del paese siano stati finalmente risolti tanto da poter mettere all'ordine del giorno il libro di una sconosciuta moglie e mamma italiana che scrive lettere alle sue amiche per convincerle a sposarsi: pare che il prossimo tema di discussione sarà la sfumatura delle casacche di Topolino nei fumetti degli anni '50). A farmi finire in vari programmi della BBC (strano in Italia nessuno si è accorto che un governo stava chiedendo la censura di un'italiana ma in Inghilterra si sono scandalizzati) tra cui le News Night in cui mi sono buttata a spregio del pericolo col mio inglese da lesson number two (the book is on the table) tanto per la soddisfazione di citare John Paul the second sul programma di punta della terra anglicana.
Pensavo anche in un ingenuo attacco di comprensione che la parola sottomissione potesse avere evocato in qualche donna più grande e più insicura di me lo spettro di antichi ricordi di tempi in cui si doveva lottare per affermare la pari dignità tra uomo e donna dignità che oggi nessuna ragazza europea normale sente realmente messa in discussione. Poi ho fatto la scoperta. Ci sono diversi libri in vendita in Spagna con la parola sumisa nel titolo. Per esempio Aprendiendo a ser sumisa o La formaciòn de la mentalidad sumisa e molti altri ben più espliciti. Occhieggiano tranquillamente dagli scaffali delle librerie – e ci mancherebbe – senza che nessuno abbia trovato nulla da ridire. Allora il problema mi dico non è quello. Gridano tutti che il mio titolo è offensivo. Deve essere dunque per forza la parola Casate sposati. Strano perché il ministro che ne chiede la messa al bando per incitazione alla violenza sulle donne è del PPE partito che una volta fu cattolico anche se la signora non avverte la contraddizione di essere titolare di un ministero responsabile di centinaia di migliaia di aborti all'anno (uccisioni almeno presumibilmente anche di bambine: ma quella pare non sia violenza sulle donne). Dunque va bene sottomettersi ma sia ben chiaro solo sessualmente a un amante sottomettersi in cinquanta sfumature a un passante a chiunque anche all'idraulico che viene a controllare la caldaia. Libri così non vengono avvertiti come offensivi della dignità della donna. Proporre invece un atteggiamento interiore (per la seicentesima volta: sì le donne possono lavorare e no non sono una casalinga ma una giornalista tv) una disposizione spirituale di dolcezza di accoglienza di obbedienza a un solo marito sempre allo stesso a un uomo che sarà pronto a morire cioè a dare tutto alla sposa senza risparmiare niente questo invece viene percepito come offensivo per la dignità femminile ma talmente offensivo da far ravvisare addirittura la possibilità di un reato: istigazione alla violenza sulle donne (dove? In quale frase parola virgola o retropensiero la violenza viene vagamente incoraggiata giustificata scusata o anche solo nominata nel mio libro? Dove?). Il punto è che la dolcezza femminile disinnesca la parte peggiore dell'uomo e lo rende nobile. Non ha nulla a che vedere con la violenza anzi al contrario. Parliamoci chiaro: è il matrimonio il vero obiettivo della polemica che continua con sorprendente tenacia da settimane sulle prime pagine dei giornali e sulla rete in televisione e in radio. E lo scandalo si allarga: i giornalisti ormai chiamano dalla Colombia dall'Argentina dal Messico dalla Francia dal Belgio dall'Inghilterra dalla Russia… Cosa esattamente sconvolge nell'idea del matrimonio? Del matrimonio cristiano precisamente? Fondamentalmente l'uomo contemporaneo può accettare tutto tranne l'idea di ascoltare una voce che non provenga da se stesso. Non può accettare la possibilità che non sia sempre bene seguire le proprie emozioni inclinazioni – i pensieri quando è già a uno stadio più progredito – la propria idea di bene e di male. È tutto lì il punto del cuore dell'uomo dalla Genesi in giù: sono io che decido cosa è Bene e Male?
Il vero nodo della questione è che noi cristiani siamo contenti di obbedire perché sappiamo a chi obbediamo: abbiamo conosciuto davvero personalmente un pastore buono un pastore che pasce gli agnelli e non i lupi. È per questo che ci piace ascoltare la voce del pastore non perché siamo repressi ma perché siamo furbi. Abbiamo capito che quello è il meglio che ci conviene seguirlo perché lui è l'autore dell'universo del dna della fisica dei movimenti degli astri. Figuriamoci se non sa come funzioniamo noi suoi figli (che invece non solo non abbiamo idea di come funzioni l'universo ma abbiamo problemi anche col tostapane. E con l'uomo mistero a se stesso). Io capisco dunque l'odio che suscitiamo noi cristiani stoltezza di fronte al mondo: è un mondo che non sa quanto è buono il Padre e quindi lo vuole uccidere (lo ha idealmente accoppato già da tempo). Se togli l'amore di Dio obbedire sottomettersi la croce nulla di tutto questo ha senso. Qualsiasi cosa anche morire (il mio secondo libro Sposala e muori per lei non ha fatto fremere di sdegno mezzo labbro) può essere accettata. Ma obbedire a qualcuno che non sia me stesso quello no. Non si può tollerare. Eppure per noi quello è il primo comandamento: ascolta Israele. Non fidarti di te. Ascolta una voce che non provenga da te stesso. Sappi che il tuo cuore ferito dal peccato originale a volte è inaffidabile. Ascolta uno che ti ama e che spinge dalla tua parte più ancora di te stesso che ti ama come un figlio unico. Per questo la Chiesa propone agli uomini impegni definitivi che lo custodiscano da se stesso. "Il matrimonio cristiano – scrive per esempio papa Francesco nella Evangelii gaudium – supera il livello dell'emotività. Il matrimonio non nasce dal sentimento amoroso effimero per definizione ma dalla profondità dell'impegno assunto". Per noi cristiani il matrimonio è una via di conversione un laboratorio in cui l'uomo e la donna affrontano i loro peccati – o laicamente i difetti – principali: il desiderio di controllo femminile e l'egoismo maschile esattamente ciò di cui parla san Paolo. Ma l'uomo contemporaneo che ha dimenticato la visione giudaico cristiana della storia come lineare e non ciclica è un bambino tutto emotività assolutizza il comfort il soddisfacimento dei propri bisogni immediati e superficiali impedendosi di capire quelli più profondi. Impedendo per esempio alle donne di riconoscere che quello che le realizza profondamente è dare la vita per qualcuno e darla facendo spazio mettendo da parte la mania di controllo per affidarsi a un uomo solido e sicuro riconoscendone la bellezza rivelandola anche a lui stesso. L'uomo viene così restituito a se stesso – Dio affida l'umanità alla donna scrive Giovanni Paolo II nella Mulieris Dignitatem – e può così scoprire la bellezza di dare la sua vita per la sposa morendo per lei seppur giorno dopo giorno a fettine salvando il mondo una pratica alla volta. La cultura dominante tenta in tutti i modi di abbattere il recinto del tempio della trasmissione della vita e di tagliare tutti i vincoli che appunto legano il sesso all'unione indissolubile tra due anime che cercano per tutta una vita di diventare una sola carne (in unam carnem moto a luogo). È questo che dicono i loro corpi e questo dicono – con i loro corpi fatti di geni e cellule impastati inscindibilmente – i figli che nascono da quell'unione. Dicono che l'intimità sessuale è sacra ed è ciò a cui Dio ha affidato la trasmissione della vita: una visione magnifica e sconvolgente. Può essere sublime o terribile ma non potrà mai essere neutra né per l'uomo né per la donna. Mai il sesso potrà dunque essere normalizzato banalizzato ma avrà sempre a che fare con qualcosa di sconvolgente con una dedizione che un giorno potrà anche sembrare non corrisponderci più ma che ha toccato la nostra più profonda essenza. Un uomo e una donna così sono reciprocamente sottomessi solo al loro cammino di conversione a Dio e sono liberi dal pensiero dominante dal totem della laicità sono liberi e non manipolabili e questo non è tollerabile dal pensiero unico. È per questo che noi cristiani veniamo censurati. È per questo che in Francia ogni giorno decine di ragazzi finiscono in carcere nel silenzio generale perché hanno indossato una maglietta con l'immagine di una famiglia o perché hanno recitato il rosario fuori da una clinica dove si uccidono i bambini nel posto più sicuro del mondo sotto al cuore della loro mamma. È per questo che le persecuzioni e le uccisioni dei cristiani nel mondo vengono sistematicamente taciute. È per questo che chi si oppone alle teorie del gender in alcuni paesi rischia il posto di lavoro (forse leggendo l'incredibile decalogo che l'UNAR l'Ufficio nazionaleantidiscriminazioni razziali del Ministero delle Pari Opportunità  vorrebbe imporre ai giornalisti anche noi: esempio dire "utero in affitto" sarà discriminatorio occorrerà dire "gestazione di sostegno") anche se le teorie di genere sono appunto teorie e quindi andrebbero dimostrate e comunque non imposte con la forza. È per questo che una giornalista norvegese neanche particolarmente fervente è stata rimossa dalla conduzione del tg perché indossava una croce di due centimetri al collo. Noi cristiani invece non censuriamo. Noi viviamo in una casa bella pulita divertente libera dove si respira una buona aria. Dove tutto persino il dolore ha un senso. Noi se vediamo qualcuno che abita in un posto brutto sporco e triste non è che ci arrabbiamo casomai ci dispiace per lui. Al limite lo invitiamo a casa nostra per fargli vedere come si sta bene vivendo senza idoli quando tutto sta al proprio posto. E se proprio siamo parecchio avanti nel cammino ci offriamo anche di andare a casa dell'amico a mettere a posto insieme a lui (non guardate me io ho già i miei di calzini da raccogliere con dodici piedi in giro per casa). Fonte Blog di Costanza Miriano
sources: Il blog di Costanza Miriano

Jezebel II 666 IMF-NWO
scusate se io non sono capace di essere ipocrita! Binyamin Netanyahu -- Unius REI non ha mai una considerazione quantitativa dei nemici perché i miei occhi li vedono sempre come letame! ] Gender a scuola: le prime reazioni della Chiesa italiana. [ a chi piace prenderlo nel culo? lui è felice che Rothschild Bildenberg abbia rubato la nostra sovranità monetaria! ] Una lunga disamina delle "controiniziative" che i vescovi italiani stanno avviando per contrastare la valanga ideologica sponsorizzata dall'Unar. Giuseppe Rusconi 05.03.2014 ©Daniele COLARIETI/CPP/CIRIC. Giornalmente ormai la nota lobby ci propone svariati tentativi di introdursi in ogni ambito sociale per diffondere il suo verbo che se applicato comporterà guasti sociali enormi di cui saranno vittime le nuove generazioni la cui identità personale verrà resa insicura. Tale propaganda socialmente irresponsabile (almeno per chi è abituato ad agire secondo ragione e buon senso) ha ormai incominciato ad aggredire la scuola già a partire dall'asilo creando – laddove ha allungato i suoi tentacoli - prevedibili turbamenti nei pargoli e forti tensioni tra scuola e famiglia. E' di questi giorni poi la notizia che la nota lobby tenta di utilizzare uno sport popolare come il calcio per lanciare i suoi messaggi devastanti con il pretesto consueto della 'lotta all'omofobia': ai calciatori è stato chiesto da un sito di scommesse (ma guarda guarda…) da Arcigay Arcilesbica e Fondazione Cannavò (!) di 'colorare' gli scarpini di lacci arcobaleno. Manco a dirlo il presidente della Federazione gioco calcio ha già annunciato l'adesione alla campagna che dovrebbe coinvolgere anche la Serie A e addirittura la nazionale azzurra guidata dal commissario tecnico più politicamente corretto della storia calcistica tricolore. Si può prevedere che non tutti gradiranno calciatori e in particolar modo le curve così che sarà fatalmente introdotto anche il 'reato calcistico' di discriminazione sessuale con conseguenti squalifiche a pioggia nell'Italia intera. Tutti ormai ai piedi della nota lobby? Fortunatamente no. Gli attacchi portati nel settore dell'educazione scolastica stanno provocando una diffusa presa di coscienza tra molti genitori - fin qui assopiti- spaventati e indignati dal vedersi arrivare in casa con i pargoli anche opuscoli con storie di due papà o due principi azzurri. Si incomincia a organizzare in quelle parti d'Italia - come in Umbria in Veneto in Toscana in Lombardia in cui la propaganda è in netto crescendo - la resistenza da parte dei genitori coadiuvati da associazioni laiche spontanee come la Manif pour tous o le Sentinelle in piedi o laiche istituzionali come il Forum delle Famiglie. Dalle segnalazioni ai dirigenti scolastici alle lettere di diffida dalle manifestazioni di piazza alla prospettata obiezione di coscienza (tenere i figli a casa quando la nota lobby imperversa) è tutto un fiorire di iniziative  tese a bloccare la degenerazione antropologica imposta ad allievi studenti ed insegnanti. Un po' nel solco di quanto è successo e sta succedendo in Francia dove la grande mobilitazione popolare contro la legge del 'mariage pour tous' e sviluppi successivi ha già indotto il presidente Hollande a rinviare di un anno la discussione su una nuova legge riguardante la famiglia. "Si deve resistere continuiamo a resistere" – ci ha detto battagliero a tal proposito l'arcivescovo di Lione cardinale Philippe Barbarin all'uscita del Concistoro di sabato 22 febbraio. In Italia è 'Avvenire' tra i quotidiani nazionali a condurre con tenacia e fermezza la battaglia chè di battaglia si tratta sia pure combattuta con le armi della ragione e del buon senso così da cercare di risvegliare gli assopiti e di instillare qualche dubbio serio in tante menti 'politicamente corrette'. IL VICARIATO DI ROMA: "RIVOLUZIONE CULTURALE MA LE FAMIGLIE NON NE AVVERTONO IL BISOGNO" Dicevamo di Avvenire che la domenica ha nella capitale un inserto particolare Roma sette il settimanale della diocesi di Roma. Domenica 23 febbraio la prima pagina era quasi tutta dedicata all' "operazione ideologica" del "gender in classe" voluta sia dal noto Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali (Unar) che dal noto Campidoglio targato Marino (uno che toglie alle famiglie numerose e promuove anche finanziariamente i programmi scolastici di 'educazione' gay). Sicuramente la pagina è apparsa sotto l'impulso del cardinale Vicario Agostino Vallini che già qualche tempo fa aveva diramato una nota (giustamente) molto dura contro i gai maneggi del noto Marino in materia di registro delle 'unioni civili'. Nell'editoriale firmato da don Filippo Morlacchi sacerdote tanto colto quanto pacato e direttore dell'Ufficio pastorale scolastica si legge tra l'altro riferendosi ai programmi di gaio indottrinamento che hanno ormai preso il via in diverse scuole (d'ogni ordine e grado) della capitale della Cristianità: "La priorità emergente il pensiero dominante sembra già nella prima infanzia la proposta dell'ideologia gender ossia la dottrina secondo cui il dato biologico originario del dimorfismo sessuale è marginale rispetto alla costruzione dell'identità di genere". E' evidente che "si vuole così avviare una vera rivoluzione culturale di cui la maggioranza delle famiglie italiane impegnata ad affrontare tanti problemi educativi con i figli non sembra proprio sentire il bisogno. Tutto questo si noti già con bambini molto piccoli". Sono programmi di "educazione alla diversità" come è noto: "Peccato però che almeno una di queste diversità cioè quella assolutamente originaria quella che ogni bambino coglie al volo quella tra maschietti e femminucce quella tra mamma e papà in breve la differenza sessuale venga invece trascurata fluidificata e perfino contestata come obsoleto stereotipo culturale". Constata la "tristezza" di tale situazione don Morlacchi annota infine: "Anche in altri Paesi europei (ad esempio la Francia) la potente minoranza favorevole al gender ha dettato l'agenda degli impegni scolastici; ma le associazioni di genitori hanno alzato la voce e prodotto agili pubblicazioni per avvertire le famiglie del fenomeno. Forse è tempo che anche in Italia non solo i cattolici ma tutti gli uomini convinti della bontà della famiglia naturale si esprimano pubblicamente". Un invito quello di don Morlacchi in nome della diocesi di Roma fatto con il suo garbo naturale ma non per questo meno tranchant (per dirla nella lingua di un Paese il cui popolo in maggioranza si è risvegliato in nome prima di tutto del buon senso e della coscienza di corresponsabilità sociale). A cura del direttore Angelo Zema appare poi a tutta pagina un'intervista al professor Tonino Cantelmi (psicoterapeuta) e a Elisa Manna (sociologa del Censis) i quali si occupano delle recenti devastanti iniziative capitoline. "Colpo di mano ideologico" le definisce Cantelmi autore tra l'altro (insieme con il collega Marco Scicchitano) del libro "Educare al maschile e al femminile" (presentazione venerdì 28 febbraio alle 20.30 presso la Chiesa Nuova). "Il sindaco Marino – rileva Cantelmi – è accecato dall'ideologia. (…) I progetti educativi del Comune sono terribili perché con la motivazione di combattere il bullismo propongono una visione confusa dell'uomo". Per Elisa Manna un fondamento è incontrovertibile: "Gli esseri umani nascono dall'incontro tra un maschio e una femmina e la società sopravvive grazie a quest'incontro (…) Bisogna rifuggire dagli stereotipi ma è innegabile che esista uno specifico maschile e uno femminile e che l'educazione ne debba tener conto". Nel taglio basso troviamo un articolo (a sigla r.s.) sui famigerati opuscoli dell'Unar (preparati dal noto Istituto Beck di Roma) in cui si legge tra l'altro un'affermazione gravissima oltre che offensiva come quella che segue: "I tratti caratteriali sociali e culturali come il grado di religiosità costituiscono fattori importanti da tenere in considerazione nel delineare il ritratto di un individuo omofobo". Completa la pagina un 'box' sulla dinamica dei progetti capitolini da "Le cosecambiano@Roma" a"Bulli e pupe ragazzi che faticano a crescere" del Circolo omosessuale Mario Mieli (il 'filosofo' che in "Elementi di critica omosessuale" del 1977 scriveva tra l'altro: "Noi sì possiamo amare i bambini. Possiamo desiderarli eroticamente rispondendo alla loro voglia di Eros possiamo cogliere a viso e a braccia aperte la sensualità inebriante che profondono possiamo fare l'amore con loro"). Da notare che quest'ultimo progetto è in collaborazione con la Asl Roma E e finanziato dalla Regione Lazio quella di Zingaretti. IL CARD. BAGNASCO I VESCOVI DEL TRIVENETO I VESCOVI DELLA TOSCANA. Cardinal Bagnasco: "Nel torbido il male opera meglio". Se allarghiamo lo sguardo all'Italia constatiamo che incominciano a levarsi diverse voci di vescovi responsabili e coraggiosi che non temono di essere etichettati come sappiamo. Ribadendo con forza quanto già detto nelle sue prolusioni da presidente della Cei il cardinale Angelo Bagnasco il 15 febbraio ha parlato chiaro a Genova: "E' in atto una strategia persecutoria un attacco per destrutturare la persona e quindi destrutturare la società mettendola in balia di chi è più forte e ha tutto l'interesse a che la gente sia smarrita". Perché "nel torbido il male opera meglio". I vescovi del Triveneto: utilizzare pubblicamente i termini padre madre moglie marito e l'espressione 'famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna'
In precedenza per la Giornata della Vita del 2 febbraio la Conferenza episcopale del Triveneto aveva approvato una "Nota su alcune urgenti questioni di carattere antropologico ed educativo". Un documento nitido essenziale inequivocabile stimolato dal patriarca di Venezia Francesco Moraglia e redatto in un "momento grave  per il bene delle persone e della società". A causa del dilagare dell'imposizione dell'ideologia gender che comporta una "vera emergenza educativa" i vescovi triveneti si sentono "sollecitati" a una risposta proprio da alcune parole di papa Francesco che nell'Evangelii gaudium (n. 182) scrive: "I Pastori (…) hanno il diritto di emettere opinioni su tutto ciò che riguarda la vita delle persone dal momento che il compito dell'evangelizzazione implica ed esige una promozione integrale di ogni essere umano. Non si può affermare che la religione deve limitarsi nell'ambito del privato".
Sottolineano i vescovi triveneti "il grave pericolo che deriva per la nostra civiltà dal disattendere o stravolgere i fondamentali fatti e principi di natura che riguardano i beni della vita della famiglia e dell'educazione confondendo gli elementi obiettivi con quelli soggettivi veicolati da discutibili concezioni ideologiche della persona che non conducono al vero bene né dei singoli né della società". Evidenziano poi: "Siamo consapevoli che la differenza dei sessi è elemento portante di ogni essere umano ed espressione chiara del suo essere 'in relazione'; senza la comune salvaguardia delle 'grandi differenze' vi è un grave e concreto rischio per la realizzazione di un autentico e pieno sviluppo della vita delle persone e della società". Perciò ribadiscono "il rifiuto di un'ideologia del gender che neghi di fatto il fondamento oggettivo della differenza e complementarietà dei sessi divenendo anche fonte di confusione sul piano giuridico". Non solo: i vescovi del Triveneto invitano "a non avere paura e a non nutrire ingiustificati pudori o ritrosie nel continuare ad utilizzare anche nel contesto pubblico le parole tra le più dolci e vere che ci sia mai dato di poter pronunciare: padre madre marito moglie famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna". I presuli difendono e promuovono poi "il carattere decisivo – oggi più che mai – della libertà di educazione dei figli che spetta di diritto al padre e alla madre aiutati di volta in volta da soggetti istituzionali chiamati a coadiuvarli". E rigettano "ogni tentativo ideologico che porterebbe ad omologare tutto e tutti in una sorta di deviante e mortificante 'pensiero unico' sempre più spesso veicolato da iniziative delle pubbliche istituzioni". Importante anche ciò che segue: i vescovi sostengono e incoraggiano "l'impegno e lo sforzo di quanti a vari livelli e su più ambiti affrontano ogni giorno anche nel contesto pubblico e nella prospettiva di una vera e positiva 'laicità' tutte le più importanti questioni antropologiche ed educative del nostro tempo e che segnatamente riguardano: la difesa della vita dal concepimento al suo naturale spegnersi la famiglia il matrimonio e la differenza sessuale la libertà religiosa e di educazione". Una 'Nota' quella dei vescovi del Triveneto (tra cui si annovera l'arcivescovo di Trieste Giampaolo Crepaldi lottatore indomito per la dottrina sociale della Chiesa contestato duramente l'anno scorso da gruppi appartenenti alla nota lobby) che si potrebbe definire anche con un aggettivo solo: esemplare. I vescovi della Toscana:  preoccupazione per il grave rischio. La Conferenza episcopale toscana su forte spinta del suo presidente cardinale Giuseppe Betori ha emesso il 12 febbraio (dopo la riunione all'eremo fiorentino di Lecceto) una 'Nota' in cui si fa riferimento in primo luogo alla propaganda della nota lobby in diverse scuole toscane. I vescovi si dicono "preoccupati per i tentativi di introdurre il tema della 'valorizzazione delle differenze di genere' nei percorsi formativi dei docenti e degli studenti secondo modalità ispirate alla cosiddetta teoria del gender". Grave "il rischio che per motivi ideologici venga propagata nelle scuole una concezione della famiglia lontana da quella della famiglia naturale subordinando la stessa identità sessuale biologica a quella culturale perdipiù soggettivamente determinata". Ribadita poi la "dignità culturale di una visione antropologica fondata sulla differenza e complementarietà tra i sessi".
Da tempo poi la Conferenza episcopale dell'Emilia-Romagna stimolata dal cardinale arcivescovo di Bologna Carlo Caffarra insiste sulla difesa e il promuovimento dei 'valori non negoziabili'. Anche singoli presuli – ad esempio per quanto ci è noto l'arcivescovo Luigi Negri a Ferrara il vescovo Massimo Camisasca a Reggio-Emilia l'arcivescovo di Crotone Domenico Graziani (vedi l'articolo in questo stesso sito sulla manifestazione anti legge 'contro l'omofobia' nella città calabrese) il già citato monsignor Gianpaolo Crepaldi a Trieste – promuovono con ammirevole continuità una riflessione critica sull'avanzata delle tesi della nota lobby. Tra le reazioni laiche segnaliamo in particolare – oltre a quelle della 'Manif pour tous –Italia' e delle 'Sentinelle in piedi' – vari convegni tenutisi nella Penisola (in particolare quello di Roma svoltosi dopo molte peripezie in Campidoglio e di cui abbiamo riferito ampiamente) e l'attivismo responsabile dei "Giuristi per la vita". Ripetuti gli interventi del 'Forum delle famiglie' che in Umbria per bocca del suo presidente Simone Pillon ha invitato all'obiezione di coscienza dei genitori (un po' come è accaduto in Spagna e sta accadendo in Francia) nel caso in cui le autorità scolastiche proseguano nell'indottrinamento venefico di bambini ragazzi e studenti. Per i genitori sfortunatamente coinvolti nella trista questione segnaliamo il 'dodecalogo' dello stesso Forum delle famiglie dell'Umbria  "dodici strumenti di autodifesa dalla 'teoria del gender' per genitori con figli da 0 a 18 anni" (www.forumfamiglieumbria.org ).
Gli insulti al vescovo di Cremona Dante Lafranconi. Il vescovo di Cremona Dante Lafranconi è stato uno dei primi in Italia ad istituire un gruppo di accompagnamento pastorale degli omosessuali cristiani. Ciò non gli ha però risparmiato un attacco violentissimo da parte dell'eurodeputata Sonia Alfano (gruppo dei cosiddetti democratici e liberali) per aver osato inviare una mail in cui il 31 gennaio chiedeva di non votare il famigerato rapporto Lunacek intitolato "Tabella di marcia contro l'omofobia e la discriminazione legata all'orientamento sessuale e all'identità di genere". Ricordiamo che il 4 febbraio l'Europarlamento ha votato il rapporto con 394 sì 176 no e 72 astensioni (tra i favorevoli oltre alla sinistra ai verdi e a una minoranza 'illuminata' del PPE anche deputati del centrodestra come Licia Ronzulli Barbara Matera e Aldo Patriciello mentre tra gli astenuti troviamo – secondo l'agenzia Ansa – addirittura il popolare Ciriaco De Mita). Ebbene Sonia Alfano ha dichiarato a proposito dell'invito del vescovo Lafranconi: "E' gravissimo che il vescovo di Cremona con una mail inviata alla mia casella di posta elettronica mi chieda di votare contro la relazione sui diritti degli omosessuali della collega europarlamentare Ulrike Lunacek. (…) Se votassi come mi chiede il vescovo Lafranconi avallerei una discriminazione che non condivido e che non fa parte della mia storia politica. Dico questo anche alla luce della presa di posizione di Papa Francesco che a proposito dell'omosessualità ha detto: "Se una persona omosessuale è di buona volontà ed è in cerca di Dio io non sono nessuno per giudicarla. Anche perché 'Dio ci ha reso liberi'. Da un esponente della Chiesa ci aspetteremmo ben altre indicazioni che non quelle della discriminazione". Dopo Sonia Alfano gli esponenti lombardi e nazionali dell'Arcigay hanno fatto a gara nel lapidare monsignor Lafranconi. E pensare che la famigerata legge 'contro l'omofobia' ancora non è stata approvata! Qui l'originale. sources: Rossoporpora

Jezebel II 666 IMF-NWO
my JHWH -- la voce dei miei amici a volte come questa mattina  ore5:00 sembra più debole di quella dei miei nemici ma quando inizio a scrivere i miei articoli? poi la situazione si ribalta!

Jezebel II 666 IMF-NWO
1.Onu? semplicemente una banda di criminali bildenberg 2. sharia iperialismo per rovinare il genere umano? i nuovi diritti umani! 3. Rothschild ha disperato bisogno della sua guerra mondiale. 4. i diritti umani di ONU?sono nel buco del culo di satana gender! ]
La prostituzione non è un lavoro ma uno stupro remunerato. Donne riscattate dalla prostituzione criticano i tentativi di ONU e Amnesty International di depenalizzare la prostituzione. Alvaro Real. 25.03.2014 ©Public Domain. "Quando (il personale dell'ONU) lavorerà in un bordello allora ascolterò le sue argomentazioni" ha detto una donna che è stata una prostituta riferendosi alla nuova entità creata dalle Nazioni Unite che porta il nome di UN Women (ONU Donne). Alcune donne riscattate dalla prostituzione hanno criticato gli organismi dell'ONU e di Amnesty International perché a loro avviso puntando a depenalizzare e legalizzare la prostituzione non farebbero altro che incentivare il traffico di un maggior numero di bambine trasformando i protettori in onesti imprenditori. "Che diavolo si è messa in testa [Amnesty International]?" ha affermato Rachel Moran una donna che è stata vittima della prostituzione in Irlanda e autrice del libro "Paid for: my journey through prostitution" ("Sono stata pagata: il mio viaggio nella prostituzione"). Le dichiarazioni sono giorno all'indomani di una bozza di documento dell'ONU e di Amnesty International a difesa della legalizzazione del "lavoro sessuale".
Le donne riscattate criticano la creazione di un "diritto degli uomini ad acquistare un servizio sessuale" e nel panel "Prostituzione o lavoro sessuale" organizzato dalla The Coalition Against Trafficking in Women hanno spiegato che la definizione di "lavoro sessuale" è stata creata da protettori che operano negli Stati Uniti per legalizzare la prostituzione. La prostituzione non è un lavoro sostengono ma uno stupro remunerato e impiegare questa definizione ostacola gli sforzi a porvi fine. Nel panel hanno anche denunciato che gli ultimi rapporti ONU "fanno intendere che le donne prostitute 'lavorano' per decisione propria" affermazione a cui rispondono dicendo che "più del 95% vuole uscirne ma ha bisogno di aiuto". Allo stesso modo hanno anche criticato l'insinuazione dell'ONU che la legalizzazione porterebbe protezione alle donne che si prostituiscono. "Gli uomini che pagano per il sesso sono dei tossici che usano il corpo femminile come droga" ha detto una ex vittima affermando che "gli uomini credono che il tempo che comprano per stare con una donna li investa del comando assoluto. Non si può imporre il rispetto di leggi che esigono l'uso del preservativo". Durante la conferenza è stato reso pubblico un messaggio di posta elettronica che rivelava il sostegno alla depenalizzazione da parte dell'ONU. Donne e pubblico hanno chiesto alle Nazioni Unite di ritirare il sostegno alla depenalizzazione e che la prostituzione venga considerata violenza di genere. [Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti] sources: ALETEIA

Jezebel II 666 IMF-NWO
[CEDERE alle minaccie dei terroristi e la Sharia è il terrorismo della LEGA ARABA è un puro suicidio! chi ha permesso a questi assassini seriali di alzare la testa in questo modo nello ONU nazi? ] Binyamin Netanyahu Told Kerry: Prisoner Release Could Topple the Gov't. Al-Hayyat says prime minister told US Secretary of State John Kerry that releasing more terrorists could doom his coalition. By Uzi Baruch. First Publish: 3/29/2014 The pan-Arab London-based newspaper Al-Hayat has reported that Prime Minister Binyamin Netanyahu told US Secretary of State John Kerry that his governing coalition may fall apart if Israel goes ahead with the fourth planned tranche in the terrorist release that it agreed to as a "goodwill gesture" toward the Palestinian Authority.
Al-Hayat said that Kerry has asked PA chairman Mahmoud Abbas to extend negotiations even if Israel fails to release additional terrorists. Abbas for his part told Kerry he would not discuss continuing negotiations until the terrorists are freed including 14 Israeli Arabs. According to another report Prime Minister Binyamin Netanyahu refuses to release any more terrorists until the PA recognizes Israel as a Jewish state.
The leadership of Hamas said that Israel's refusal to carry out the fourth tranche is "a ringing slap in the cheek" to the PA. Hamas said that the way to free terrorist prisoners is by abducting Israeli soldiers – and not in a deal that involves a PA commitment not to take action against Israel in the UN. Minister of Transport Yisrael Katz (Likud-Beytenu) noted with satisfaction Saturday night that the date set for freeing the fourth and final tranche of Palestinian Arab terrorist prisoners has passed without them having been released. "We passed the set date yesterday and no terrorist wasd freed" he said. "Not [Marwan] Bargouti not the Israeli terrorists and not the rest of the terrorist murderers.
"Jew-killers belong between the crosshairs of a gun and if not that – then in jail" he stated. The PA said Friday that Israel would regret its decision not to go through with the release of the fourth batch of terrorists it undertook to release as a "gesture" to the PA.
Fatah official Hazem Abu Shanab told the PA-based Ma'an news agency that the release of the final group of terrorists would be pivotal in determining the future of Israeli-PA relations. He added that the international community will be inclined to hold Israel responsible for hindering the peace process.

Jezebel II 666 IMF-NWO


emilio valoti Ieri alle ore 16:37.  "putin merda"... me lo argomenti? son curioso [ANSWER] marko nofear è un troll pagato da Rothschild ti farà soltanto perdere del tempo! lui non si rende conto che sta uccidendo il genere umano e che ha distrutto la sua anima nell'inferno per soldi!

30 marzo [ non siamo estremisti ma non siamo nemmeno i traditori che come voi avete rubato la sovranità monetaria ed avete fatto le lobby massoniche segrete.. voi avete assassinato la democrazia! ] L'Europa e l'incubo dell'ondata di euroscettici
In attesa voto Francia crescono i timori in vista delle europee

666GiudaicoMassonica


king Saudi Arabia -- io so che tu sei arrabbiato contro di me ma io penso che quei 300 cristiani innocenti martiri che tu fai uccidere ogni giorno sotto egida ONU per espandere la tua nazi Sharia sono molto più arrabbiati di te! .. in ogni modo anche tu sarai arrabbiato parecchio quando ti vedrai morto insieme a 6miliardi di persone di questo pianeta.. quindi io credo che tu sei in errore. se tu pensi a me come un nemico.. il fatto che io odio il tuo Islam questo non vuol dire che io odio l'Islam.. non puoi dire: "insieme a me può morire il genere umano.. tu questo non lo puoi dire!"
666 Obama -  le guerre giuste per voi sono quelle dove ci sono cristiani da sterminare soltanto] Corea Nord minaccia nuovo test nucleare
Mondo. Sarebbe un 'nuovo tipo' di test dopo la condanna Onu sul lancio missili  [ le guerre giuste per voi sono quelle dove ci sono cristiani da sterminare soltanto]

KingxKingdom Unius REI
Putin si prende la Crimea? Sì ma c'è anche un'altra invasione: «Dagli anni 90 la Nato si espande verso la Russia» marzo 30 2014 [ USA Bildenberg NATO UE quale sovranità? di chi FMI 666? ] Leggi di Più: Crimea e Ucraina. «Dagli anni 90 la Nato come un Pac-man» | Tempi.it
Follow us:@Tempi_it on Ha cominciato Stephen Cohen docente emerito delle università di Princeton e New York e consigliere per gli affari sovietici al tempo del presidente G. Bush. Mai avaro di commenti sulla recente crisi ha spiegato a Newsweek: «Quando negli anni Novanta Clinton ha cominciato ad allargare la Nato in direzione della Russia ho ammonito che quella politica avrebbe portato a una situazione come quella che stiamo vivendo. Ho scritto sul Washington Post e nei miei libri che se continuavamo in quel modo saremmo stati come un Pac-man occidentale che si mangia tutto finché arriva al confine con la Russia. Abbiamo raggiunto i confini della Russia al tempo della presidenza Bush quando le repubbliche baltiche sono diventate membri della Nato. Poi c'è stato l'episodio della Georgia nel 2008: lì abbiamo oltrepassato la linea rossa. Poi l'abbiamo fatto di nuovo in Ucraina. Non comprendo come la gente faccia a non capire che se per vent'anni espandi un'alleanza militare con le sue componenti politiche – comprendente una difesa missilistica Ong che sono finanziate dai nostri governi e che si coinvolgono nella politica russa rivoluzioni nei paesi che confinano con questa alleanza – alla fine vai a sbattere contro una linea rossa che diversamente da quello che fa Obama con le sue linee rosse "gli altri" faranno rispettare. L'Ucraina è sempre stata il premio del torneo per questa gente. Era quello che volevano ma così facendo si sono spinti troppo in là. Qualunque leader russo dotato di legittimità avrebbe fatto qualcosa di simile a quello che Putin sta facendo. Qualunque leader avrebbe reagito».
Cohen ne ha anche per l'Unione Europea. Ha scritto in un articolo su The Nation: «Lo scontro eccezionalmente pericoloso fra le due Ucraine (quella filo-occidentale e quella filo-russa ndr) non è stato acceso dalla doppiezza negoziale di Yanukovich o da Putin ma dall'imprudente ultimatum dell'Unione Europea in novembre quando si è voluto imporre al presidente di un paese profondamente diviso in se stesso di scegliere fra l'Europa e la Russia. La proposta di Putin per un accordo tripartito quasi mai menzionata nei media è stata risolutamente respinta dai dirigenti americani ed europei. Che la persistente politica di espansione verso Est di Washington e di Bruxelles sia saggia o imprudente è comunque essa a essere ingannevole e non l'offerta finanziaria di Putin in dicembre per salvare l'economia ucraina dal collasso. La proposta "di civiltà" dell'Unione Europea per esempio comprende clausole di "politica di sicurezza" quasi mai menzionate che renderebbero evidentemente subalterna alla Nato l'Ucraina».
Leggi di Più: Crimea e Ucraina. «Dagli anni 90 la Nato come un Pac-man» | Tempi.it

L'illusione europea. Il tema della sovranità è ciò che oggi maggiormente separa l'Unione Europea dalla Russia. L'illusione tutta europea che il mondo intero sia entrato nell'era della post-sovranità spiega la noncuranza incosciente con cui l'Unione si è spinta verso Est senza mai porsi nessun interrogativo di tipo geopolitico. «Il fattore geopolitico oggi più importante in assoluto è il ritorno della Russia a fattore di potenza in Europa. Sul piano globale la competizione/cooperazione è già multipolare ma senza un polo europeo. L'Unione Europea è troppo eterogenea per aspirarvi. Soprattutto non è né vuole diventare Stato. Influenti ideologi veterocontinentali ne fanno un vanto. Fulminando i "nostalgici di Vestfalia" che non capiscono come la storia abbia condannato lo Stato nazionale. Sarà. A nessuna delle potenze che contano o che aspirano a farlo è però mai passata per la testa una simile idea. Non agli americani non ai cinesi. Meno ancora ai russi. I quali osservano meravigliati il ripudio della sovranità da parte del continente che l'ha inventata. Putin acido: "Io raccomando di riflettere sulla democrazia sovrana. È un concetto che potrebbe interessare l'Unione Europea e ciascun paese europeo". Sovranità è per Putin come per qualsiasi leader non europeo (e per gli europei insensibili al politicamente corretto) sinonimo di indipendenza. Da cui sola può scaturire l'interdipendenza in quanto relazione fra soggetti sovrani. Mentre fra attori e non-attori non si dà rapporto».

Leggi di Più: Crimea e Ucraina. «Dagli anni 90 la Nato come un Pac-man» | Tempi.it
Follow us:@Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook

Obama voleva chiacchierare della «povertà nel mondo» papa Francesco lo ha «incastrato sul suo laicismo». [ LAICITà SI LAICISMO NO. ma questi si sono mangiati la Costituzione sovranità monetaria e ci hanno fatti diventare gli schivi di Rothschild hanno fatto lobby segrete e ci fanno pagare anche le riunioni dei Bildenberg che nessuno ha votato!  ] marzo 28 2014 Redazione. Come era prevedibile l'operazione simpatia del presidente Usa verso i cattolici nell'anno delle elezioni mid term è fallita: il Pontefice ha voluto parlare dei suoi attacchi alla libertà religiosa altro che "sperequazione" Obama e papa Francesco? Nello storico incontro di ieri in Vaticano il Pontefice "ha incastrato Obama sul laicismo altro che sperequazione". In un articolo che compare sotto questo efficace titolo Mattia Ferraresi conferma sul Foglio quello che abbiamo anticipato ieri ovvero che l'operazione "alleanza Usa-Chiesa per la lotta alla povertà" studiata e annunciata strumentalmente dal presidente degli Stati Uniti per riavvicinare i cattolici nell'anno delle elezioni di metà mandato è fallita. ACCORDO MANCATO. «Il comunicato diffuso ieri dalla Sala stampa vaticana dopo l'incontro» spiega Ferraresi «non contiene riferimenti ai temi su cui Obama e i suoi spin doctor intendevano virare la conversazione: non compaiono la "sperequazione" e la "giustizia sociale"» e neanche «si fa riferimento ai "poveri"». Insomma non sono mai citate le «parole chiave che Obama aveva affidato a Massimo Gaggi del Corriere in una intervista che doveva servire ad accordare gli strumenti fra la Casa Bianca e il Vaticano in tempi di aperte dissonanze su vita famiglia e libertà religiosa». Il presidente americano sottolinea il Foglio «si aspettava una scampagnata nelle periferie esistenziali» con papa Francesco «il leader più amato del mondo» ma purtroppo per lui «il suo proposito è stato frustrato». LA NOTA STONATA. A testimoniare questa delusione è proprio la nota della Sala stampa vaticana dove si legge quanto segue: «Nel contesto delle relazioni bilaterali e della collaborazione tra la Chiesa e lo Stato ci si è soffermati su questioni di speciale rilevanza per la Chiesa nel Paese come l'esercizio dei diritti alla libertà religiosa alla vita e all'obiezione di coscienza nonché il tema della riforma migratoria». Si tratta guarda caso degli stessi temi uno per uno che «hanno esacerbato le relazioni tra la Conferenza episcopale americana e la Casa Bianca» osserva il giornalista. Che poi concede: «La "riforma migratoria" è forse il solo punto dell'agenda che al presidente americano non dispiace trattare». IL NODO DELLA LIBERTÀ RELIGIOSA. Del resto come ricorda sempre il Foglio i cattolici americani vivono la riforma sanitaria di Obama ribattezzata Obamacare come un vero e proprio attacco alla libertà religiosa dal momento che nel suo ambito il governo Usa ha introdotto anche il cosiddetto "contraception mandate" ovvero l'obbligo di fornire gratuitamente coperture assicurative per contraccettivi e farmaci abortivi. Un obbligo che vige anche per i cristiani nessuna obiezione di coscienza contemplata tranne che per i luoghi di culto. «I precetti della Chiesa insomma – commenta Ferraresi – vengono rispettati dallo Stato nella misura in cui la chiesa accetta di rinchiudersi nella dimensione privata e liturgica di diventare socialmente e politicamente irrilevante». Poteva scivolare via liscia anche questa?
Leggi di Più: Obama-Papa. A tema non la poverta ma la libertà religiosa | Tempi.it
Follow us:@Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook

«Si fermi il rumore delle armi». Appello contro l'intervento militare in Siria
STOP AGLI JIHADISTI SHARIA IMPERIALISMO DELLA LEGA ARABA E A TUTTO IL LORO TEATRINO DI BUGIE SOTTO EGIDA ONU CHE HA TRADITO TUTTI I DIRITTI UMANI! agosto 27 2013 Redazione
Sottoscrivete l'appello di Tempi Ora pro Siria Samizdat on line e Cultura Cattolica contro l'intervento militare in Siria. Il testo con le firme sarà inviato ai parlamentari italiani e al ministro degli Esteri Emma Bonino
Grazie per aver firmato la lista firme. Un email è stata inviata all'indirizzo specificato per confermare la firma.
Leggi di Più: Appello contro la guerra in Siria | Tempi.it
Follow us:@Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook

emilio valoti ti ha menzionato in un commento sul post di marko nofear.
+holy Mary De Finibus Terrae lorenzoJHWH mi basta il suo silenzio anche perchè (leggendo le boiate che scrive) parla di yanuchovich come "filorusso o filoputiano" probabilmente dimentica che è stato regolarmente eletto democraticamente e prendendo pure il 52% dei consensi... ed è stato rovesciato con la violenza e le armi (dei rifle snipes in dotazione all'esercito israeliano e non dalla polizia ukraina) tanto per buttarla lì
KingxKingdom Unius REI
/user/rrmbgpym/discussion -- ovviamente l'Islam ha avuto un grande successo per due motivi: 1). il pene felice molto felice; 2). apostasia blasfemia taglia la testa di ogni infedele fatwa e non discutere!  ..[ answer ]. ecco perché io demolirò Cupola della Roccia  قبة الصخرة Qubbat al-Ṣakhra

CreationReal - friend. Maometto angelo veniva soltanto quando il falso profeta era in mezzo al grembo della moglie più giovane.. che l'Islam è diventato una blasfemia apostasia totalmente criminale assassino seriale sharia imperialismo senza reciprocità nazi senza libertà di religione sotto egida ONU che ha distrutto tutti i i diritti umani perché farisei 322 Bush Kerry Gmos Spa satanisti hanno il controllo di USA FMI UE NATO e presto distruggeranno Israele.
/user/rrmbgpym/discussion -- ovviamente l'Islam ha avuto un grande successo per due motivi: 1). il pene felice molto felice; 2). apostasia blasfemia taglia la testa di ogni infedele fatwa e non discutere!  ..[ answer ]. ecco perché io demolirò Cupola della Roccia  قبة الصخرة Qubbat al-Ṣakhra

0 ore fa

/user/rrmbgpym/discussion -- friend. Maometto angelo veniva soltanto quando il falso profeta era in mezzo al grembo della moglie più giovane.. che l'Islam è diventato una blasfemia apostasia totalmente criminale assassino seriale sharia imperialismo senza reciprocità nazi senza libertà di religione sotto egida ONU che ha distrutto tutti i i diritti umani perché farisei 322 Bush Kerry Gmos Spa satanisti hanno il controllo di USA FMI UE NATO e presto distruggeranno Israele.

CreationReal
Category Archives: Religious Liberty [ in criminal ONU Bildenberg gender sharia]
In Pakistan: A Christian Sentenced to Death for Blasphemy
According to the U.K. Telegraph a Pakistani Christian has been sentenced to death for blasphemy. Apparently the imposition of such a penalty for such an offense is not the only problem.  According to the Telegraph: Masih a cleaner was accused of insulting the Prophet Mohammed during a conversation with a Muslim friend in the eastern [...]
Three Rival Versions of Moral Enquiry?
Below are 9 statements about the Hobby Lobby and Conestoga Woods cases which were argued earlier this week in front of the Supreme Court.  Try to guess which statement(s) are from (a) Sandra Fluke in the Washington Post (b) Solicitor General Verrilli's briefing or (c) Notre Dame Associate Professor of Political Science Patrick Deneen writing [...]
Hobby Lobby and Religious Liberty: One Analyst Predicts Victory
The Supreme Court heard oral arguments this week in the Hobby Lobby case in which that corporation which is owned by Christians is challenging some of the HHS insurance mandates.  Hobby Lobby claims the mandates force it to provide contraceptive coverage that includes drugs that induce abortion and that this is contrary to their religious [...]
Pray on March 25 for Religious Liberty!
Do business owners have religious freedom? Can 'free citizens' be forced to pay for child-killing drugs? On Tuesday March 25 the United States Supreme Court will hear arguments in two cases (Hobby Lobby and Conestoga Wood) that could dramatically alter the future of religious liberty in America. That's why we have launched our National Prayer [...]
Banned in Boston?
All is not well in Beantown. The South Boston St. Patrick's Day parade is the latest target in the LGBT bullying campaign to destroy freedom of expression. The Allied War Veterans of South Boston have sponsored a parade since 1901 celebrating the Feast of St. Patrick and the British Evacuation of Boston during the Revolutionary [...]
Is the ghetto all we have left? Thoughts on the showdown in Arizona
I'll be honest: It was difficult to watch the goings-on in the state of Arizona this past week. On second thought "difficult" probably isn't the right word for it. In fact I know it isn't. There really isn't a single term that can describe how disgusted I felt when I learned that corporate interests the mainstream [...]
Arizona: Losing Our Religion
This week we got our first real preview of what a post-gay marriage America could look like. What began as a straightforward attempt to protect religious freedom and conscience rights ended with yet another defeat when Governor Jan Brewer vetoed SB 1062. But this defeat reveals a great deal about the kind of battle we [...]
True Colors
With the successful campaign to smear and intimidate the supporters of Arizona Senate Bill 1062 into silence we have seen the true colors of modern liberalism: it is a totalitarian movement which seeks to destroy religious expression. This is bad enough but sadly this is only a symptom of the much larger problem of radical [...]
Religious freedom is a constitutional right not a "tax exempt status"
I don't mean to pick on my friend Matt Lewis who wrote a splendid article called When 'leave us alone' became 'bake us a cake!" He's talking about proposed legislation in Arizona which would allow bakers and florists the ability to refuse to participate in same-sex 'marriage' ceremonies. Lewis noted: The reason conservative Christians are [...]
Vatican II: A Great Gift to the Church
  I'm not a Vatican II scholar (I know you're shocked) but I've always had the notion that the Second Vatican Council was all in all a good thing. And I still do but I don't articulate why it was a good thing nearly as well as some other people do. I missed this article by George [...]


Hobby Lobby and Religious Liberty: One Analyst Predicts Victory
By Carson Holloway
The Supreme Court heard oral arguments this week in the Hobby Lobby case in which that corporation which is owned by Christians is challenging some of the HHS insurance mandates.  Hobby Lobby claims the mandates force it to provide contraceptive coverage that includes drugs that induce abortion and that this is contrary to their religious convictions.
One astute observer the estimable Matthew Frank reviews one of the exchanges among the justices here.  He ventures the prediction that Hobby Lobby–and a good version of religious liberty–will prevail.  Let's pray that he is correct.
5 thoughts on "Hobby Lobby and Religious Liberty: One Analyst Predicts Victory"
Joe Reich says:
March 28 2014 at 10:33 pm
This is what happens when government mucks around with religion.
Will says:
March 28 2014 at 12:26 pm
I did not realize until I read about it this week that Hobby Lobby is okay with some forms of contraception.
morganB says:
March 27 2014 at 6:35 pm
After all is said and done one family's fortune will be assured. The Green family. The evangelists have a proud marketing success with Hobby Lobby. They and society should make every effort to protect their freedom to believe what they wish. However I believe a for profit business must be run with no religious restrictions and no exclusion of employees who differ. As usual the extreme right has blamed Obama's Affordable Health Care program. Now the central issue.
I struggle with the statement "Losing ones Religious Liberty". We live in a pluralized society where we enjoy many freedoms. I believe that a person expresses religious freedom a for profit business should not. The religious influence of the HL owners should not affect how the business is run.
The extreme right wing of the Republican Party and the Catholic Church have unfortunately made this a politically polarizing debacle. No matter how the Supreme Court decides we will awake tomorrow to the same pluralistic society.
Sean Argir says:
March 27 2014 at 4:24 pm
From what arguments I have read about this situation I would have to say that I hope Hobby Lobby does not win.
RFP Berkley Center says:
March 27 2014 at 12:18 pm
Thanks for this great piece. We're also following the Hobby Lobby case on our blog at http://berkleycenter.georgetown.edu/rfp/blog


[ COME ONU ha potuto distruggere i diritti umani per sostenere la sharia nazi? ] Three Rival Versions of Moral Enquiry? By Michael Fragoso. Below are 9 statements about the Hobby Lobby and Conestoga Woods cases which were argued earlier this week in front of the Supreme Court.  Try to guess which statement(s) are from (a) Sandra Fluke in the Washington Post (b) Solicitor General Verrilli's briefing or (c) Notre Dame Associate Professor of Political Science Patrick Deneen writing on the day of the argument.  Ready?  Go.
1. "While the Greens are persons who exercise religion there is a critical separation between the Greens and the corporation they have elected to create."
2. "But while [Hobby Lobby and Conestoga Wood are] often characterized as 'family-owned businesses' each is a national business with hundreds of employees and multi-state operations."
3. "Hobby Lobby—like every chain store of its kind—participates in an economy that is no longer 'religious' or even 'moral.'"
4. "If religious rights are extended to corporations it puts us on a slippery slope where any private company could argue that religious beliefs prevent it from offering vital employee protections."
5. "[The Religious Freedom Restoration Act] incorporates the longstanding and common-sense distinction between religious organizations which sometimes have been accorded accommodations … in recognition of their accepted religious character and for-profit corporations organized to do business in the commercial world."
6. "Even as [Hobby Lobby] is a Christian-themed brand it operates in a decisively 'secular' economic world."
7. "[The Supreme Court] has never permitted a secular employer to obtain a religious accommodation that comes at the expense of employees."
8. The case is not "about whether [the Hahns] have strongly held religious beliefs worthy of protection—they do.  It is instead about whether those beliefs override the determination by Congress concerning the benefits and burdens that accrue to employees of a for-profit corporation that operates in a stream of commerce."
9. "But we should not deceive ourselves for a minute that what we are seeing is the contestation between a religious corporation and a secular State."
It's not easy.
Michael Fragoso used to live just down the road from "as profane imaginable a place on earth."

come fa Obama a ridere sempre con tutti i cristiani innocenti dai suoi amici LEGA ARABA sotto egida ONU? perché vengono uccisi ogni giorno. quindi io lo terrorizzerò! ] CatholicVote.org Endorses Ben Sasse for Senate. By CatholicVote FOR IMMEDIATE RELEASE: March 29 2014 Contact: Joshua Mercer mercer@catholicvote.org
CatholicVote.org Endorses Ben Sasse for Senate
Nebraskans should send 'Obamacare's Nemesis' to the Senate
CHICAGO — Brian Burch President of CatholicVote.org issued the following statement: "We are proud to announce our endorsement of Ben Sasse in his bid for the United States Senate seat in Nebraska. Obamacare is not only failing to provide affordable and accessible health care it is a grave threat to human life and religious liberty. Getting 51 votes to repeal Obamacare is an important first step in true health care reform but we need to do more than that. We need Ben Sasse in the Senate to help us replace Obamacare with a system that will unleash the power of freedom to lower costs and increase access for everyone while respecting privacy conscience and the dignity of human life. "From his experience as Assistant Secretary of Health and Human Services to his successful tenure turning around Midland University Ben Sasse has a record of leadership which will serve him well in the United States Senate. "We encourage Catholics and all Nebraskans to support Ben Sasse in the May 13 primary." CatholicVote.org is the largest Catholic grassroots organization in the country with 600000 members including 3500 members in Nebraska.

[ come fa Obama a ridere sempre con tutti i cristiani innocenti che vengono uccisi ogni giorno? quindi io lo terrorizzerò! ] Vatican Shocker: Despite US Ambassador's Statement POTUS-Pope Summit Focused on Religious Liberty… By John Shimek
It has been less than 24 hours since Air Force 1 touched down at Rome's Fiumicino Airport in advance of this morning's state visit between the leader of the free world and the head of the universal Catholic Church. But the high-profile meeting is already a trending news story. The much anticipated meeting between the first African American President and the first Latin American Pope came in the wake of US Supreme Court cases concerning conflicts between presidential health care mandates and religious freedom and on the eve of congressional mid-term elections. As the press gaggle prepared to get into place two issues were on the minds of American Catholics. Those favorable to the President's economic agenda expected the Vatican to underscore points of contact between Obama's domestic politics and Francis' social magisterium. But those concerned about the fate of religious freedom in America hoped that subject would surface during the two leaders' talks behind closed doors. As the encounter drew closer Vaticanistas projected the Pope would stick to issues he holds in common with the President eschewing sustained discussion about religious liberty issues.
The United States Ambassador to the Holy See Ken Hackett predicted that "the president will say that we have principled differences on many issues … But let's focus on where we find convergences areas of agreement." If he did say that Pope Francis didn't take the bait. Just a few hours after the audience the Holy See Press Office stunned Vatican watchers when it confirmed that freedom of religion stood front and center during discussions about domestic affairs while social justice issues seemingly took a back seat to the conversation. That news signaled a surprising switch in papal priorities. But let's take a closer look at how the issue shook out at the POTUS-Pope summit. It's a topic that is expected to affect Vatican-US relations and impact the narrative of the Obama presidency in the weeks and months ahead. To hear Americans tell it President Obama's Vatican visit came at an ominous moment for the future of his presidential politics.
On March 23 Nate Silver told readers of FiveThirtyEight that he and his team "think the Republicans are now slight favorites to win at least six seats and capture the [Senate]." He noted that "The Democrats' position has deteriorated somewhat since last summer with President Obama's approval ratings down to 42 or 43 percent from an average of about 45 percent before." Silver is considered a sort of oracle. Back in 2012 he and his team anticipated the electoral results of all 50 states. Now the folks at FiveThirtyEight believe there is a 60% chance the GOP will take back the Senate. Inside Washington Democratic leadership received the news with shock. A Huffington Post headline read: "Nate Silver Predicts GOP Senate Win [and] Democrats Promptly Freak Out." While HuffPo's Jack Mirkinson said the results could deliver "a big blow to the final two years of the Obama presidency" Silver and his team cautioned that their estimate "only makes the GOP 'slightly favored' to win." Mirkinson observed that "there are still very many months to go until November."
But Silver hasn't been the sole source of menacing news for the Democrats. A recent Wall Street Journal/NBC News poll reported that "economic unease has risen in recent months among women generally; college-educated women in particularly; those with lower incomes; Latinos; and most sharply African-Americans" according to the Washington Wire. In 2008 and 2012 each of those groups helped Obama secure the 270 electoral votes needed for election. But those constituencies are important for Obama's allies as well. The Wall Street Journal blog called voter unease a "downside for Democrats" noting that "discouraged voters can easily turn into non-voters in a midterm election." The March 5-9 poll reported that "Among Republicans 55% expressed high interest in November's elections; [while] among Democrats the number was just 43%."
The Wall Street Journal/NBC News research reflects a wider set of data however. Just this week RealClearPolitics polls projected depressions in presidential approval ratings at home and abroad. On the eve of the Vatican stopover a Fox News poll showed that Obama's approval ratings have hit their lowest point since he took office. As an old maxim has it numbers don't lie. And at the moment they're pointing toward a truth that must be hard for both the Obama team and the DNC to stomach. Bottom line: The GOP stands to take back congressional leadership at mid-term. If it does so the ensuing transformation of the political power grid would shut down the remainder of President Obama's tenure ending it in tight gridlock. That would prove perilous for his presidential profile. Historians would assess his executive management skills as either ineffective at best or incompetent at worst. To avoid their harsh judgment Obama needs to kick start DNC campaign efforts on the home front or boost his standing around the globe.
The first route isn't viable. Unlike in 2008 Democratic candidates seem bent on driving up distance between Obama and themselves. Instead of spotlighting campaign events across America he has been orbiting Europe attending the Nuclear Security Summit at the Hague and the "G7" meeting in Brussels Belgium. Those excursions are just the most recent episodes of an on-going narrative however. This week the National Taxpayer Union Foundation reported that he has spent more time abroad in half a decade than all other presidents of the modern era. Instead of supporting the campaigns of his political allies back home President Obama is wrapping up the week meeting the Pope at the Vatican the Italian President and Prime Minister in Rome and the king of Saudi Arabia. The first of those four meetings stands out from the others given certain executive policies conflicting with the consciences of Catholics which reached a judicial crescendo this week. (More on that later.) But the visit might send the clearest signal of presidential desperation.
When President Obama's approval ratings were riding high Vatican appointments never got onto his list of priorities. That was a marked contrast from his predecessor's tenure in office which saw six papal encounters – three each during the pontificates of Blessed Pope John Paul II and Pope Benedict XVI. Obama met with Francis' predecessor just once back in the summer of 2009.
Viewed from the outside associations with a pontificate mired in sexual abuse crises and Vatileak scandals seemed more like liabilities than assets
to the President's political ambitions. But the narrative has changed now. Since his election to the Chair of St Peter in Rome on the night of March 13 Pope Francis has been breathing new life into an ancient institution seizing the world's attention and commanding international headlines in the process. And so the President wants back in at the Vatican.
To be sure Pope Francis has accomplished the near impossible: In his first twelve months in office he has circumvented his predecessor's public perception problem in the midst of the aftershocks of crises and scandals; he has exceeded almost all sitting politicians' polling numbers; and he has re-directed the bark of Peter while managing to keep it on its traditional course. Those successes have been met with much recognition.
At mid-summer Vanity Fair named him its "Person of the Year" several months ahead of schedule. Both Time and The Advocate followed suit in December. In the winter Argentina's National Congress nominated him for the Nobel Peace Prize. And recent months have seen the release of new studies from the Pew Research Center and Zogby Analytics. Pew found the Pope's approval ratings among American Catholics stand at 85%. 71% think the election of Cardinal Jorge Mario Bergoglio represents a major change for the Church. Zogby learned that Pope Francis has affected charitable donations among US Catholics and Latino-American Catholics in particular. As I reported last week giving practices among some 1003 poll respondents increased over the last twelve months owing in large part to Pope Francis' message and example of compassion for the poor. Last Thursday CNNMoney's Fortune magazine chose him to lead its short list of the World's 50 Greatest Leaders. As the Boston Globe's Associate Editor John L. Allen noted "Polling in various parts of the world show approval ratings that would be the envy of any politician or celebrity." He added that "In terms of public opinion Francis is already on the cusp of achieving the iconic status of Nelson Mandela a figure of unquestioned moral authority."
It is within this context that Air Force 1 touched down at Rome's Fiumicino Airport during the earliest stateside hours. As the executive aircraft descended President Obama might have been hoping that the newfound papal stardust would brush off on his embattled presidency effecting change back home.
To be sure Obama's photo-op with the world's most popular pastor could revitalize his profile on these shores. But although the first meeting between the two men was historic for Vatican-US relations – marking three decades of diplomatic ties between the US and the Holy See – President Obama might be praying that the images of the event will prove salvific for his presidential future.
At last count Catholics constituted the single largest religious group in 33 of the 50 states of the union. Democrats in each one of those states will face a referendum on President Obama in November. Of those Catholics the lion's share of them under the age of 35 is Latino. Both the Latino and the Catholic vote not to mention the youth vote were instrumental in cementing Democratic electoral success in the last two presidential campaigns. In 2008 53% of the Catholic vote went to then-Senator Obama. But that number fell behind a little bit in 2012 when 50% of the Catholic bloc went to him. Images of the President glad-handing the Latin American pontiff could ameliorate uneasiness about the Democratic agenda among Latino and Catholic voters and reinvigorate campaign efforts in advance of November. If that happens President Obama will have shored up the support of an essential baseline constituency.
But to be sure the President will need to do much more than signal strong relations with the Pope once he returns to Washington. He'll have to address – read relieve – mounting tensions between his administration and American Catholics. On the eve of the President's arrival at the Vatican the United States Supreme Court heard oral arguments in two landmark cases affecting the free exercise of religion. The core issue in both cases was the constitutionality of an executive mandate impinging on the consciences of employers. Despite the mandates's connection to the civil liberty issue of women's access to birth control the executive policy elicited the outcry of liberal Catholics as well as conservative ones. Writing for the left-of-center National Catholic Reporter Michael Sean Winters registered outrage with the executive directive when he said that "The issue of conscience protections is so foundational I do not see how I ever could in good conscience vote for this man [i.e. President Obama] again." And even MSNBC's Chris Matthews said that it is "frightening when the state tells the Church what to do." However the mandate's most vocal opposition came from the Vatican's highest-ranking American prelate. Cardinal Raymond Burke is the Prefect of the Supreme Tribunal of the Apostolic Signatura. That makes him the rough equivalent of the Catholic Church's chief justice and one of the most significant figures in the Roman Curia. In recent weeks he has been outspoken about his concern about the direction President Obama has been taking back home. In an interview with Poland's Polonia Christiana magazine Cardinal Burke said that
"It is true that the policies of the President of the United States of America have become progressively more hostile toward Christian civilization. He appears to be a totally secularized man who aggressively promotes anti-life and anti-family policies." The cardinal added that "Now he wants to restrict the exercise of the freedom of worship; that is he holds that one is free to act according to his conscience within the confines of his place of worship but that once the person leaves the place of worship the government can constrain him to act against his rightly-formed conscience even in the most serious of moral questions."
He concluded that "Such policies would have been unimaginable in the United States even 40 years ago. It is true that many faithful Catholics with strong and clear leadership from their Bishops and priests are reacting against the ever-growing religious persecution in the U.S."
A more moderate Cardinal Timothy Dolan of the Archdiocese of New York sent the same message when he sat down with NBC's David Gregory on 'Meet the Press.' In a fifteen minute interview televised on March 9 America's Bishop told the NBC anchor that he has growing concerns about the President's policies. When Gregory asked Dolan whether he sensed an imbalance between civil liberties and religious freedom in America he responded saying that "yes I'm afraid there may be. We may be coming to that. … I would have to admit a certain amount of … trepidation that perhaps we're now moving in that direction."
In effect then both the liberal and the conservative/moderate wings of the Church have been communicating the same talking points: Obama's HHS mandate is an affront to Catholics and it will affect his connections with a core constituency. Even the Vatican received the memo which is informative since the Roman Curia has not always been quick to lend an ear to American bishops.
Less than 24 hours before Obama arrived at the Apostolic Palace the Vatican situated the meeting within the context of tension. Vatican Radio announced that the two leaders will meet "in the context of a complex phase of the [Obama] administration's relations with the Church of the United States marked in particular by controversy on the implementation of health care reform (the 'Patient Protection and Affordable Care Act' commonly known as 'Obamacare') having to do with rules on mandatory health care coverage of sterilization contraception and abortion." Just hours after the 52-minute POTUS-Pope summit concluded the Holy See Press Office issued an official comunicato on the audience. In part the communique stated that "In the context of bilateral relations and cooperation between Church and State there was a discussion on questions of particular relevance for the Church in that country such as the exercise of the rights to religious freedom life and conscientious objection."
As President Obama headed out of the Vatican at the conclusion of his visit with the Pope the stateliness of his surroundings – contrasting with the media's perception of a simple and unassuming parish priest from the streets of Buenos Aires – might have given him pause to wonder. Are the mandates of his executive office able to keep pace with the ancient order of the Catholic Church? Is the perceived political payoff of the HHS mandate well worth the risk of injuring his ties with one of the nation's single largest religious constituencies? Given the depths to which his polling numbers have dipped can he afford to affront the consciences of Catholics and impede their free exercise of religion? To be certain Obama might need to rethink his political game plan. Whether he will have the humility to do so remains to be seen. Time will tell. But there's a clue to be discovered amidst the papal pageantry. Just before parting President Obama extended a gift of seeds to the Pope. (A sign of a relationship reborn?) And Pope Francis imparted a copy of his recent Apostolic Exhortation Evangelii Gaudium (Joy of the Gospel) to the President. In that magisterial text the Pope linked economic issues to the Church's Gospel of Life proposing that a sound economic agenda must be based on respect for the inviolable right to life of every human person from conception until natural death. In a pointed comment in that document the Pope states that "It is not 'progressive' to try to resolve problems by eliminating a human life."
nazi ONU nazi ] In Pakistan: A Christian Sentenced to Death for Blasphemy. By Carson Holloway. According to the U.K. Telegraph a Pakistani Christian has been sentenced to death for blasphemy. Apparently the imposition of such a penalty for such an offense is not the only problem.  According to the Telegraph: Masih a cleaner was accused of insulting the Prophet Mohammed during a conversation with a Muslim friend in the eastern city of Lahore. Within hours about 3000 protesters had set light to Christian homes and churches in an area known as Joseph Colony. The convicted man contends that the accusation itself was part of a plot to drive Christians out of the neighborhood: "They hatched a conspiracy to push out the residents of the colony" said Masih in a statement after sentence was passed. "They contrived a case and got it filed by a person who was close to me. I am innocent."
Held 710 days. Umid Gojayev. Arrested April 2012 in Turkmenistan In early 2012 29-year-old Umid Gojayev of Turkmenistan had an argument with four neighbors over access to a well where they live in Dashoguz. In the scuffle Umid defended himself and hit one of the men on the head with a brick causing injury. The man filed a complaint against Umid with local police. Several days later he and his family reconciled with the man he injured and paid for his hospital expenses. They agreed to withdraw their complaint. However when police learned that Umid was a Christian they insisted on bringing the case to court though the victim refused to press charges. Umid was sentenced to four years in prison on charges of hooliganism. None of the other men involved in the melee were prosecuted. According to Forum 18 one of the investigators told Umid's relative that because he is a believer the court will not forgive him. After nearly two years in prison there have been four general amnesties in which prisoners charged under the same law as Umid have been released but Umid remains in prison. According to Forum 18 "Umid was told in the labor camp he is not being included in the amnesties because he reads the Bible." As a result of his imprisonment Umid's wife Malahat was forced to leave her job and care for their three young children. They are struggling to make ends meet without their primary breadwinner.
ll Prisoners by criminal country
Umid Gojayev Turkmenistan
In early 2012 29-year-old Umid Gojayev of Turkmenistan had an argument with four neighbors over ... more
Wenxi Li China
A Christian bookstore employee Wenxi Li and another man associated with the bookstore Lacheng ... more
Lacheng Ren
China Lacheng Ren a Christian sponsoring a new Christian bookstore in Taiyuan and Wenxi Li a Christian ... more
Chhedar Bhote
Nepal Pastor Chhedar Bhote Lhomi was arrested for eating beef and sentenced to 12 years in prison. The ... more
Alireza Seyyedian
Iran (Islamic Republic of)
Alireza Seyyedian is a 37-year-old former Muslim who has been a Christian since 2006. Last year ... more
Farshid Fathi
Iran (Islamic Republic of)
Farshid Fathi was arrested on Dec. 26 2010 in a wave of arrests of believers in Tehran and other ... more
Nguyen Van Ly
Vietnam
On Feb. 19 2007 Father Nguyen Van Ly was arrested in Hue Vietnam for distributing material ... more
Behnam Irani
Iran (Islamic Republic of)
Behnam Irani a 41-year-old pastor from Karaj Iran was convicted of crimes against national ... more
Tohar Haydarov
Uzbekistan
On March 9 2010 a criminal court in Uzbekistan sentenced 27-year-old Tohar Haydarov to 10 years ... more
Imran Ghafur
Pakistan
On Jan. 11 2010 Imran Ghafur Masih was sentenced to life in prison and fined 100000 rupees ... more
Yang Rongli
China
On Nov. 25 2009 Pastor Yang Rongli and four other Linfen-Fushan church leaders from Shanxi ... more
Asia Bibi
Pakistan
Asia Bibi a 37-year-old Pakistani woman from the village of Ittanwali was arrested by police on ... more
Gao Zhisheng
China
Since 2005 Gao has been repeatedly arrested imprisoned and severely tortured by Chinese ... more
Alimujiang Yimiti
China
In September 2007 Chinese government officials closed Alimujiang Yimiti's business and accused ... more
Dr. Kiflu Gebremeskel
Eritrea
Dr. Kiflu Gebremeskel a leading figure of Full Gospel Church of Eritrea founder and senior pastor ... more
Kidane Weldou
Eritrea
Pastor Kidane Weldou disappeared and is presumably detained by Eritrean security forces. His ... more
Haile Nayzgi
Eritrea
During the early morning hours of May 23 2004 Haile Nayzgi was arrested and taken to Police ... more
View by Country Criminal
China (5)
Eritrea (3)
Iran (Islamic Republic of) (3)
Nepal (1)
Pakistan (2)
Turkmenistan (1)
Uzbekistan (1)
Vietnam (1)
View All Prisoners (17)
Released Prisoners
Prisoners [ innocent people ] by Country
5China
3Eritrea
3Iran (Islamic Republic of)
1Nepal
2Pakistan
1Turkmenistan
1Uzbekistan
1Vietnam
View All Countries Released Prisoners
Global Response
Users of PrisonerAlert have sent encouraging letters to prisoners and petitioned officials at an amazing rate.
94371 Government Officials Emailed
296396 Encouraging Letters Written
Sponsors
PrisonerAlert is a ministry of The Voice of the Martyrs. Find out more about VOM at Persecution.com.
Primo libro di Samuele 161-13. [ su chi Unius REI oggi si è posato lo Spirito Santo? ] [ la pietra che i costruttori hanno scartato è diventata pietra angolare! ] In quei giorni il Signore disse a Samuele: "Riempi di olio il tuo corno e parti. Ti ordino di andare da Iesse il Betlemmita perché tra i suoi figli mi sono scelto un re". Samuele fece quello che il Signore gli aveva comandato. Quando Iesse e i suoi figli gli furono davanti egli osservò Eliab e chiese: "È forse davanti al Signore il suo consacrato?". Il Signore rispose a Samuele: "Non guardare al suo aspetto né all'imponenza della sua statura. Io l'ho scartato perché io non guardo ciò che guarda l'uomo. L'uomo guarda l'apparenza il Signore guarda il cuore". Iesse presentò a Samuele i suoi sette figli e Samuele ripetè a Iesse: "Il Signore non ha scelto nessuno di questi". Samuele chiese a Iesse: "Sono qui tutti i giovani?". Rispose Iesse: "Rimane ancora il più piccolo che ora sta a pascolare il gregge". Samuele ordinò a Iesse: "Manda a prenderlo perché non ci metteremo a tavola prima che egli sia venuto qui". Quegli mandò a chiamarlo e lo fece venire. Era fulvo con begli occhi e gentile di aspetto. Disse il Signore: "Alzati e ungilo: è lui!". Samuele prese il corno dell'olio e lo consacrò con l'unzione in mezzo ai suoi fratelli e lo spirito del Signore si posò su Davide da quel giorno in poi.
Lettera di san Paolo apostolo agli Efesini 58-14. [ il frutto della luce consiste in ogni bontà giustizia e verità. ma i criminali sharia nello ONU non si vergognano dei loro crimini perché Obama Rotschild FMI che è un cannibale lo ha permesso! ]
Fratelli un tempo eravate tenebra ora siete luce nel Signore. Comportatevi perciò come i figli della luce; il frutto della luce consiste in ogni bontà giustizia e verità.
Cercate ciò che è gradito al Signore e non partecipate alle opere infruttuose delle tenebre ma piuttosto condannatele apertamente
poiché di quanto viene fatto da costoro in segreto è vergognoso perfino parlare.
Tutte queste cose che vengono apertamente condannate sono rivelate dalla luce perché tutto quello che si manifesta è luce.
Per questo sta scritto: "Svègliati o tu che dormi dèstati dai morti e Cristo ti illuminerà".
Globalist talmud Masonic Corporations bildenberg LOBBY
in this your comment
living@live.it
Benjamin Netanyahu --- perché nell'Islam nazi Sharia ONU tagliano la testa per blasfemia apostasia ed invece tu non uccidi i terroristi? in questo modo tu metti in pericolo il mondo!
Terror victims' Families and Supporters Protest Next Stage of Terrorist Release
Benjamin Netanyahu --- for criminals Sharia nazi ONU Bildenberg? i am Unius REI to be big terrorist in the World lol.
Benjamin Netanyahu --- cosa vuoi fare amico mio hanno una bocca e devono parlare.. ma nessuno di quei codardi ONU Sharia Bildenberg osano parlare con me!
Iulia Timoshenko criminale si è candidata presidente dal suo partito! [ pensare alla Ucraina mi fa una grande tristezza loro sono caduti dalla padella (comunismo Stalin) nella brace (farisei bildenberg Troika IMF Spa Merkel ) ] poverini sono dei ragazzi sempre sfortunati
se quelli che sono arrabbiati contro di me loro non si sentono troppo criminali poi potrebbero anche venire a dialogare con me.. invece di fare i vigliacchi che si nascondono dietro al computer!
Venezuela Miss Universo contro il governo. America Latina. [ non sempre la bellezza indica la sapienza! non sempre indica la virtù! ] Estefania Fernandez trionfò nel 2009 tra la più belle del mondo